Riqualificazione via XX Settembre

CONCORSO D’IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DI VIA XX SETTEMBRE Genoa / Italy / 2012

16
16 Love 2,130 Visits Published
Il progetto “Abitare la Città nella Città” è l’esito del concorso internazionale di idee bandito dal Comune di Genova per la valorizzazione di Via XX Settembre. L’eliminazione del traffico privato in Via XX Settembre diventa per Genova l’occasione per creare nuovi luoghi per abitare la città nella città, generando gravitazioni urbane e riverberando nell’intorno le funzioni esistenti. Oltre a ripensare il sistema della mobilità in funzione delle esigenze funzionali e logistiche di commercianti ed abitanti, il progetto realizza un sistema di relazione urbane che si snoda lungo l’asse di Via XX Settembre, attraverso una serie di nuove polarità individuate in corrispondenza degli innesti viari trasversali ed articolate su tre temi: Cultura – Informazione – Incontro. L’idea di progetto promuove un marcato senso di autoidentificazione da parte dei Genovesi, recuperando il significato essenziale dell’abitare inteso come aver cura della propria città. Così come l’abitante abita la propria casa, allo stesso modo il cittadino abita la propria città: Via XX Settembre diventa il salotto urbano in cui una rinnovata comunità potrà condividere le proprie identità. Si innesca in questo modo un processo di rinnovamento urbano con benefici allargati sul corpo della città (anche in termini di valorizzazione immobiliare), riscoprendo Via XX Settembre come luogo a forte vocazione urbana non solo commerciale, ma anche ambientale e sociale. Il progetto realizza un sistema di relazione urbane che si snoda lungo l’asse di Via XX Settembre, attraverso una serie di nuove polarità individuate in corrispondenza degli innesti viari trasversali. Grazie al loro disegno, questi poli attrattori si configurano come “magneti di gravitazione sociale”, in grado di creare un senso della comunità da parte dei fruitori alla ricerca di spazi urbani da condividere per l’incontro. La tematizzazione dei poli attrattori consente anche di esprimere le singole identità individuali all’interno di una struttura di valori condivisi. Un sistema continuo ambientale e commerciale consente di legare insieme le varie polarità urbane attraverso un giardino lineare (composto di acqua e piccoli giardini a tema) a beneficio della sosta e dell’incontro. L’estensione dei marciapiedi oltre il portico non sarà a discapito delle attività commerciali, ma, anzi, consentirà ai negozi di “estendersi” percettivamente verso l’esterno, sfumando visivamente la loro soglia verso l’esterno. Allo stesso tempo, i nuovi camminamenti urbani oltre il portico assumeranno una valenza ambientale realmente vissuta da chi li fruirà, consentendo un’esperienza multisensoriale sospesa tra città e natura. Grazie a queste nuove polarità urbane ci saranno più fruitori durante un arco temporale allargato a tutto il giorno della settimana e del fine settimana, oltre le fasce orarie delle attività commerciali e degli uffici. Si innesca in questo modo un processo di rinnovamento urbano con benefici allargati sul corpo della città (anche in termini di valorizzazione immobiliare), riscoprendo Via XX Settembre come luogo a forte vocazione urbana non solo commerciale, ma anche ambientale e sociale. Queste polarità urbane vengono caratterizzate da tre temi: Cultura – Informazione – Incontro. Articolandosi lungo l’asse longitudinale di Via XX Settembre, generano un continuum di esperienze e suggestioni che, accompagnando il passante, lo sorprendono durante il suo cammino. Il tema della Cultura definisce una fruizione dello spazio urbano più concentrata in funzione dei programmi che lo animeranno (eventi o piccoli spettacoli all’aperto). In questi casi la proposta progettuale prevede delle piattaforme temporanee leggermente rialzate con la predisposizione di poter ospitare intorno una folta concentrazione di pubblico. Il tema dell’Informazione crea una serie di nuovi punti informativi potenziando il sistema comunicativo degli eventi della città e del quartiere. In corrispondenza delle sedute è inoltre previsto un sistema wifi per la connessione di chi preferisce sostare lavorando/studiando all’aperto. Il tema dell’Incontro caratterizza i poli attrattori con una vocazione più verso la sosta e il relax, generando momenti più raccolti, dove potersi incontrare e ritrovare. Oltre a sedute in continuità con il disegno della pavimentazione, sono previsti piccole piattaforme e dehors per i bar e la ristorazione. Questa molteplicità esperienziale contribuisce a generare nel fruitore un marcato senso dell’abitare la propria città, nella città, stimolando il senso di autoidentificazione a appropriazione e recuperando in questo modo il significato essenziale dell’Abitare connesso all’aver cura. Così come l’abitante abita la propria casa, allo stesso modo il cittadino abiterà la propria città: Via XX Settembre diventa il salotto urbano in cui una rinnovata comunità potrà condividere le proprie identità.
16 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto “Abitare la Città nella Città” è l’esito del concorso internazionale di idee bandito dal Comune di Genova per la valorizzazione di Via XX Settembre. L’eliminazione del traffico privato in Via XX Settembre diventa per Genova l’occasione per creare nuovi luoghi per abitare la città nella città, generando gravitazioni urbane e riverberando nell’intorno le funzioni esistenti. Oltre a ripensare il sistema della mobilità in funzione delle esigenze funzionali e logistiche di commercianti...

    Project details
    • Year 2012
    • Status Competition works
    Archilovers On Instagram
    Lovers 16 users