Asilo Nido I.P.A.B. ORFANOTROFI RIUNITI

RIQUALIFICAZIONE FUNZIONALE per la REALIZZAZIONE di un ASILO NIDO nel COMPLESSO IMMOBILIARE di PIAZZA SAN LEONARDO, 33 Foggia / Italy / 2011

2
2 Love 1,607 Visits Published
Questo nuovo Asilo Nido mira a dare riscontro ad una necessità di servizi alla famiglia sicuramente presente sul territorio, intendendo per tale non solo quello urbano di Lucera, ma anche quello dell’intero bacino d’influenza; necessità che si scontra con la sostanziale carenza di strutture adeguate. Pertanto, l’intervento programmato dall’IPAB Orfanotrofi Riuniti, pur non potendosi ritenere esaustivo del problema, tende ad una mitigazione dello stesso con un incremento della offerta, proprio nell’indirizzo voluto dalla Regione Puglia. Il progetto mira a riqualificare un sito ricadente nell'area del Centro Storico di Lucera, con il duplice vantaggio di rivitalizzare una parte della città che subisce da tempo un abbandono residenziale in favore dei quartieri periferici, e di riavvicinare parte della cittadinanza al proprio Centro Storico, rinnovando i caratteri di radicamento culturale; Esso prevede la riqualificazione funzionale di parte dell’intero complesso immobiliare di titolarità dello stesso Istituto, recuperando, alla funzione educativa e sociale, tutta una serie di locali e spazi già ad essa dedicati ma che, nel tempo, hanno visto ridurre l’utilizzo in pari passo all'aumento del degrado funzionale degli stessi e delle loro attrezzature; infatti ad oggi la dotazione immobiliare individuata per lo svolgi-mento del nuovo servizio di Asilo Nido versa in uno stato di scarsissimo utilizzo proprio per la necessita di riqualificazione funzionale; Tale intervento costituirebbe un miglioramento e completamento dell’offerta educativa del PLESSO SCUOLA di Piazza San Leonardo n. 33, il quale tra l'altro è inserito come struttura scolastica, nell’Elenco degli Edifici di Pubblico Interesse del Comune di Lucera. La nuova struttura di Asilo Nido permetterà all’Istituto di completare la propria offerta formativa ed educativa a servizio delle famiglie e dei minori per l’intero ciclo che va dalle esigenze del lattante e fino al completamento della scuola primaria; di contro, la nuova struttura dell’Asilo Nido potrà fruire di tutta una serie di dotazioni e servizi già propri dell’esistente struttura scolastica, quali i servizi generali ed amministrativi; il coordinamento pedagogico; il servizio di cucina; ecc. ELEMENTI DI INNOVAZIONE DEL PROGETTO Con riferimento agli elementi di innovazione introdotti con la proposta progettuale, occorre distinguerli secondo due aspetti ben diversi, uno legato alla organizzazione del servizio ed alla qualità dell’offerta socio-educativa proposta, l’altro, connesso alla particolare attenzione posta ad aspetti tecnici e tecnologici, come la riduzione del fabbisogno energetico, il maggior rendimento delle fonti energetiche utilizzate, e l’uso di fonti energetiche alternative. Il progetto prevede la riqualificazione e rimodernizzazione dell'esistente struttura di cucina, nonchè dei servizi di carattere generale ed amministrativo; Inoltre sarà implementata l'offerta di servizi complementari, con la realizzazione di nuovi spazi, quali: - Pre e Post nido con apertura della struttura anticipata alle 7,30 e prolungamento dell’orario di permanenza, per le famiglie che ne necessitano, fino alle 18,00; - Attività di laboratorio pomeridiano ed estivo da svolgersi in orari extra nido nei locali “spazio comune” di vico Pergola con utilizzo degli spazi gioco esterni. Gli spazi gioco esterni, situati tra i locali degli spazi comuni (vico Pergola) ed il blocco delle sezioni del nido saranno tenuti aperti anche dopo l’orario nido, come spazio ludico e laboratori per attività rivolte a bambini accompagnati dagli adulti; - Spazio genitori per incontri anche autogestiti, su tematiche relative alla crescita e al rapporto genitori figli, in collaborazione con enti e servizi pubblici e privati. Con riferimento agli aspetti innovativi di carattere tecnico e tecnologico, la proposta progettuale ha inteso attuare un recupero funzionale che, pur utilizzando strutture e spazi originariamente non finalizzati a tale servizio, assicurasse un risultato distributivo di chiara e facile lettura per l’utenza, intesa per tale sia la famiglia che gli stessi piccoli frequentanti dell’Asilo Nido. Il risultato è stato quello di avere una sequenza di luoghi ad impatto immediato, dove i colori, la luce naturale, il succedersi di spazi, pavimentati e non, aperti e chiusi, aree gioco ("spazio spiaggia") e aree per l'apprendimento (“mini percorso con orto botanico”) costituiscono un occasione di esperienza e conoscenza, con una percezione quasi tattile. Il secondo obbiettivo postosi è stato quello di assicurare una soluzione che ottimizzasse l’uso delle energie, anche rinnovabili, al fine di migliorare la qualità di fruizione dei locali, abbattere per quanto possibile i costi di gestione e attuare un percorso educativo verso un uso più consapevole dell’energie; in tal senso si è provveduto a diminuire drasticamente il fabbisogno di energia. A tal fine si è previsto: - un isolamento termo-acustico delle coperture piane con la realizzazione a nuovo dell’intero pacchetto di copertura della struttura con l’utilizzo di pannelli isolanti in polistirene espanso da cm 7 di spessore, barriera di vapore, massetto a pendio in conglomerato alleggerito con argilla espansa, e finitura con doppio strato di guaina impermeabile; - un isolamento termo-acustico delle superfici opache ed eliminazione dei ponti termici con la realizzazione di un isolamento a cappotto della totalità delle superfici esterne; all’uopo è stato adottato un pannello isolante in polistirene espanso dello spessore di cm 4; - la ventilazione dei massetti di calpestio, oggi direttamente poggianti sul terreno e per i quali, invece, è stata adottata la soluzione dei cupolini in plastica riciclata, ad altezza variabile, quali casseri a perdere dei nuovi massetti, così da averli perfettamente ventilati ed abbattere eventuali tassi di umidità ascensionale; - la totale sostituzione delle porte e finestre esterne, oggi in legno, previste in lega d’alluminio del tipo a taglio termico e con vetrate del tipo antinfortunistico a vetrocamera da 4+4/12/4+4; - l'introduzione di un condizionamento termico mediante impianto a pavimento in bassa temperatura, in modo da ottimizzare l’uso dell’acqua calda in alta temperatura prodotta dalla esistente centrale termica, tramite l’uso di una specifica centralina elettronica di miscelazione. L’impianto di riscaldamento a pavimento, esteso a tutti i locali oggetto di rifacimento del massetto di calpestio, ha altresì il duplice vantaggio di diffondere omogeneamente il calore e di portarlo a quota pavimento, quindi al piano della superficie maggiormente utilizzata dai bimbi dell’asilo nido. Un ulteriore vantaggio ricavato dall’adozione di questo sistema sarà di poter implementare a costi contenuti anche il raffrescamento dei locali, con l’utilizzazione degli stessi circuiti a pavimento mediante un refrigeratore ad acqua di tipo elettrico; - l'uso di fonti energetiche alternative, tramite la realizzazione di un impianto a pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria capace di soddisfare il fabbisogno dell’intero servizio di Asilo Nido. Tramite l'applicazione di questi interventi si prevede una sostanziale diminuzione dei consumi energetici che secondo le stime passeranno da 53,6099 kWh/(m³•anno) a 25,2083 kWh/(m³•anno), con una Dispersione massima per trasmissione e ventilazione W che passerà da 23,698 a 11,406.
2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Questo nuovo Asilo Nido mira a dare riscontro ad una necessità di servizi alla famiglia sicuramente presente sul territorio, intendendo per tale non solo quello urbano di Lucera, ma anche quello dell’intero bacino d’influenza; necessità che si scontra con la sostanziale carenza di strutture adeguate. Pertanto, l’intervento programmato dall’IPAB Orfanotrofi Riuniti, pur non potendosi ritenere esaustivo del problema, tende ad una mitigazione dello stesso con un incremento della offerta, proprio...

    Project details
    • Year 2011
    • Work started in 2011
    • Status Current works
    • Type Kindergartens / Recovery/Restoration of Historic Buildings
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users