RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA STRIGELLI

PALAZZUOLO SUL SENIO / Italy / 2001

0
0 Love 1,389 Visits Published
Questo progetto è scaturito dall’idea di ridare all’unica “vera” piazza di Palazzuolo sul Senio la centralità e l’importanza che ha avuto in passato quando la famiglia Strigelli dal Palazzo che domina la piazza e gli dà nome reggeva praticamente la gran parte dell’economia locale basata sull’agricoltura.

Oggi una buona parte dell’economia locale si basa sul turismo ed in quest’ultimo ventennio molto si è operato per il recupero architettonico del centro storico con ovvia particolare attenzione al recupero delle pavimentazioni tradizionali in pietra. Proprio per lo sviluppo turistico rivestono grande importanza le varie manifestazioni che si tengono in Palazzuolo ed in particolare le “Feste Medievali” dell’estate Palazzuolese: Piazza Strigelli potrebbe diventare il centro degli spettacoli all’aperto che si tengono a Palazzuolo. Piazza Strigelli è un anfiteatro naturale con “zona spettacolo” da collocare all’ingresso proprio sopra la fontana di piazza Garibaldi.

La collocazione degli spettacoli in questa zona consentirebbe di valorizzare oltre che la più bella ed inutilizzata piazza cittadina, i bei portici di piazza Garibaldi, piazza del Podestà e piazza E. Alpi.

La zona di ingresso a piazza Strigelli è infatti baricentrica e ben visibile da tutte le piazze citate e pertanto ideale per diventare un palcoscenico a 360° dove il pubblico può disporsi oltre che nella piazza Strigelli anche nelle altre piazze che costituiscono il nucleo storico-artistico più qualificante di Palazzuolo.

Questo scenario di palcoscenico a 360° potrebbe trovare il massimo della fruibilità nell’attuazione della previsione di Piano Regolatore secondo cui via della Fontana dovrebbe essere collegata a via delle Acque. Questo collegamento viario consentirebbe la chiusura al traffico, durante gli spettacoli o le manifestazioni, del
centro storico di Palazzuolo più propriamente definito dalle piazze E. Alpi, IV Novembre, Podestà, Garibaldi e Strigelli. In piazza Strigelli verrebbero a fronteggiarsi il palazzo simbolo dell’economia agricola del passato con il palcoscenico posto a simbolo dell’economia turistica del presente e del futuro.

Ciò premesso il progetto vuole, attraverso le diversità materiche e cromatiche nonchè attraverso le tipologie di montaggio, ricreare l’”effetto anfiteatro”. La prima cosa che è parsa all’uopo necessaria prevedere nel progetto è stata l’eliminazione del muro e del salto di livello che attualmente limitano la piazza sul lato OVEST/SUD-OVEST.

Il progetto di piazza Strigelli prevede linee circolari concentriche e linee radiali che si dipartono dal centro (palcoscenico). Le prime vogliono ricreare un effetto anfiteatro mentre le seconde delimitano le zone della piazza con destinazione preferenziale per il transito carraio.

La scelta delle pavimentazioni è avvenuta tenendo presente:
- il rispetto delle tipologie materiche già impiegate nelle adiacenti piazze
(vedasi grafica N. 2);
- l’effetto cromatico complessivo;
- le caratteristiche fisico/meccaniche dei materiali;
- la spesa;
- i suggerimenti contenuti nel verbale di esame del concorso di progettazione per la “Sistemazione di P.za Strigelli”.

La palladiana di pietra arenaria, largamente impiegata sia in piazza E. Alpi che in piazza del Podestà, è stata utilizzata per la pavimentazione delle zone a destinazione preferenziale per il traffico carraio.

Per le linee circolari concentriche e radiali si è previsto l’acciottolato con ciottoli arrotondati di colore bianco in analogia con le linee delimitatrici di piazza E. Alpi mentre per le campiture centrali del settore circolare dell’”anfiteatro” si è prevista una palladiana a pezzatura “grande” per tener conto dei suggerimenti dell’ anzidetto verbale di esame e nel contempo differenziare le dette campiture centrali dal resto delle aree finite con palladiana ordinaria.

Per la rotonda costituente centro/palcoscenico dell’anfiteatro si è previsto l’utilizzo di cubetti di porfido in analogia con la grande “rosa dei venti” al centro di piazza E. Alpi.

E’ bene evidenziare che il progetto esclude ogni e qualsiasi intervento sulla porzione di proprietà privata sita nell’angolo EST della piazza identificata catastalmente con porzione del mappale n. 292 del foglio n. 40 del Comune di Palazzuolo sul Senio.

Per quanto riguarda l’illuminazione si è ritenuta valida e sufficiente l’attuale illuminazione della piazza così come suggerito nell’anzidetto verbale di esame concorso.

La piazza pende verso i lati Nord ed Ovest e pertanto il progetto prevede che siano realizzate contropendenze, anche minime, nelle pavimentazioni delle due fasce lungo tali lati per evitare che le acque meteoriche di sgrondo superficiale possano danneggiare i fabbricati.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Questo progetto è scaturito dall’idea di ridare all’unica “vera” piazza di Palazzuolo sul Senio la centralità e l’importanza che ha avuto in passato quando la famiglia Strigelli dal Palazzo che domina la piazza e gli dà nome reggeva praticamente la gran parte dell’economia locale basata sull’agricoltura. Oggi una buona parte dell’economia locale si basa sul turismo ed in quest’ultimo ventennio molto si è operato per il recupero architettonico del centro storico con ovvia particolare attenzione...

    Project details
    • Year 2001
    • Work started in 2000
    • Work finished in 2001
    • Client COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO
    • Status Completed works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Furniture / Restoration of old town centres / Landscape/territorial planning / Urban Renewal
    Archilovers On Instagram