Casa MDC

Molfetta / Italy / 2011

45
45 Love 6,645 Visits Published

Renovation of a private house (Eng - Ita) The project of Gianni Veneziano and Luciana Di Virgilio from studio Veneziano+Team, envisages the exceptional renovation of three floors of a historical building dating back to around 1850 and situated in Molfetta near Bari in southern Italy. The area, behind the shipyards, grew up in around 1700, and is called 'camere nuove' (New rooms). The original space had a traditional type layout with the classical 'corridor' leading into the rooms; the new architectural intervention reinterprets the spaces giving them a new function in relation to the needs of contemporary living. The architectural route develops over three floors: the ground floor which includes the living area, communicating with the kitchen, bathroom and laundry; the first floor with the two bedrooms and bathroom; in the basement there is the living area and spa (jetted tub, Turkish bath, sensory shower and bath). Entering the apartment you get a unique sense of “everyday balance”, it seems that the architecture seeks formal simplicity and merges with the history that the stone walls have accumulated over the years, with the materials and furniture, recreating a “creative perimeter” isolated by routine and in places also by reality. The predominant materials are the unplastered concrete walls in the two reinforced concrete staircases laid to access the three floors; the digital mosaic which portrays graphically elaborated drawings and watercolours by Gianni Veneziano; the glass panes; the bleached oak for the floors and for the fitted furniture; finally the strong presence of the fairfaced stone on some walls and the tuff vaults of the lower floor. Il progetto di Gianni Veneziano e Luciana Di Virgilio dello studio V+T prevede l’eccezionale restauro di tre livelli di un edificio storico del 1850 circa, situato a Molfetta appena fuori alla zona del centro storico, in una aerea sviluppatasi nel ‘700 chiamata “camere nuove” a ridosso del porto o meglio dei cantieri navali del porto di Molfetta in provincia di Bari. Lo spazio originario presentava una disposizione di tipo tradizionale con il classico “corridoio” che disimpegnava le stanze, il nuovo intervento architettonico reinterpreta gli spazi dandogli una nuova funzione in relazione ai bisogni del vivere contemporaneo. Il percorso architettonico si sviluppa su tre livelli: PIANO 0 comprende zona living in comunicazione con la zona cucina, bagno, lavanderia; PIANO +1 con le due camere da letto e bagno; PIANO ‐1 zona living, spa (vasca idromassaggio, bagno turco, doccia emozionale,bagno). Entrando nell’appartamento si avverte una sensazione unica di “equilibrio del quotidiano” , sembra che l’architettura ricerca la semplicità formale e si fonde con la storia che le pareti di pietra hanno accumulato negli anni, con i materiali e gli arredi, ricreando un “perimetro creativo” isolato dalla routine e a tratti anche dalla realtà. I materiali predominanti sono il cemento lasciato a vista nelle due scale in cemento armato gettate in opera per la fruibilità dei tre livelli, il mosaico digitale che rappresenta dei fantastici disegni e acquerelli di Gianni Veneziano elaborati graficamente e letteralmente “spalmati” sulle superfici per un totale di 250mq tra pareti dislocate nei vari ambienti e in prevalenza la zona Spa; e poi ancora i vetri, i legni nelle finiture del rovere sbiancato per i pavimenti e per gli arredi disegnati su misura tra cui anche il blocco cucina che invece è stato definito in legno laccato perché concepito come un elemento totalmente in fusione con l’architettura. In ultimo ma sicuramente molto forte come presenza è la pietra messa a nudo a masso con lavorazione tipica locale su alcune pareti, e le volte in tufo del livello inferiore. Attenta la scelta, del complesso impianto illuminotecnico/domotico che comprende corpi luce “best seller” di alcune aziende tra cui Viabizzuno, Artemide, Danese, Flos, Ingo Maurer, e degli arredi, che quando non assolvono a una funzione tecnica diventano estremamente connotativi come la “Proust” di Mendini per Cappellini, la “Wiggle Side Chair” di Frank Gehry per Vitra.

45 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    Renovation of a private house (Eng - Ita) The project of Gianni Veneziano and Luciana Di Virgilio from studio Veneziano+Team, envisages the exceptional renovation of three floors of a historical building dating back to around 1850 and situated in Molfetta near Bari in southern Italy. The area, behind the shipyards, grew up in around 1700, and is called 'camere nuove' (New rooms). The original space had a traditional type layout with the classical 'corridor' leading into the rooms; the new...

    Project details
    • Year 2011
    • Main structure Masonry
    • Client privato
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence / Interior Design / Custom Furniture
    • Websitehttp://www.venezianoteam.it/
    Archilovers On Instagram
    Lovers 45 users