elisheba

poltroncina imbottita con due sistemi rotabili di seduta Ragusa / Italy / 2011

1
1 Love 507 Visits Published
Nome: Elisheba Dati tecnici Struttura portante sedute e schienali ed elementi di irrigidimento trasversali: tubolari in acciaio diametro 3/4” pollici - spessore 2,5 mm; Piede di appoggio: tubolare in acciaio diametro 1/2” pollici - spessore 2,2 mm; Sistema di collegamento: bulloni in acciaio; Imbottitura: schiuma poliuretanica con densità 50 kg per mc; Elementi di sostegno: fasce elastiche annegate nell’imbottitura e collegate alla struttura metallica; Tappezzeria: tessuto o stoffa; Elementi di appoggio: piedi anteriori: spessore di gomma su tubolare metallico; sostegno posteriore su schienale: sfere in nylon avvitate con barra filettata: Dimensioni seduta - altezza : 450 mm - larghezza : 550 mm - profondità : 455 mm Misure di ingombro - altezza schienale : 760 mm - dimensioni planimetriche : 705x630 mm - spessore complessivo (sedute, spalliere ed elemento di raccordo): 50 mm; Rotazione schienale: 10 gradi rispetto alla verticale; Peso Struttura tubolare metallica con barre di irrigidimento (sedute e schienale): 12,20 kg; Piede di appoggio in tubolare metallico: 1,98 kg; Struttura in poliuretano schiumato: 2,54 kg Tessuto (grammatura media): 0,55 kg Bulloni e varie: 1,00 kg; Totale (12,20+1,98+2,54+0,55+1,00) = 18,27 kg. Dimensioni stoccaggio Ingombro principale al netto di: struttura di appoggio smontabile, protezione interna ed imballaggio esterno: 375x751x550 mm. Descrizione prodotto Fondamentalmente questo arredo è stato concepito con una duplice funzionalità che permette, ruotando la parte centrale (sedute e schienale), di ottenere un oggetto sostanzialmente diverso per colori, materiali di tappezzeria e conformazione dello schienale. Per ottenere questa particolarità si è partiti dallo studio di un elemento dalla forma semplice ma caratterizzante e costituito da una spezzata contenente le due parti necessarie per la duplice funzione (sedute e schienale). Gli angoli che caratterizzano i punti di unione delle singole parti non sono casuali ma dettati dalla esigenza di garantire, in ambedue gli utilizzi, analoghi spazi funzionali dell’oggetto. Un altro aspetto che ha contribuito alla definizione delle forme e dimensioni è stata la necessità di rialzare lo spigolo della parte anteriore dell’oggetto. Infatti, inizialmente gli studi precedenti erano indirizzati al concepimento di un solo elemento poggiante con le due estremità a terra, ma, questa scelta, seppur felice sotto l’aspetto estetico, pregiudicava l’altezza dello schienale e di conseguenza la comodità della seduta. Per questo motivo, è stato scelto di rialzare di qualche centimetro lo spigolo anteriore e di aggiungere un ulteriore elemento metallico ad angolo che, collegato alla struttura della sedia, consente di fornire un adeguato punto di appoggio. Quest’ultimo elemento, dalla forma semplice e rettilinea, si coniuga bene con l’oggetto ed in parte contribuisce anche all’irrigidimento della struttura. La rotazione della seduta può essere eseguita in maniera rapida ed intuitiva in quanto gli ancoraggi, tra la spezzata e il piede anteriore in acciaio, sono costituiti da bulloni facilmente rimuovibili. Per l’appoggio della parte posteriore, al fine di non sporcare la parte esterna dello schienale, si è optato per l’inserimento di due piedini di forma sferica con barra filettata ed avvitabili in fori predisposti alle estremità della struttura metallica. Materiali costruttivi La struttura portante della sedia è interamente metallica ed è costituita da un profilo tubolare in acciaio, posto lungo il lato esterno e rinforzato da elementi trasversali sempre dello stesso diametro. A sua volta l’intelaiatura è collegata, tramite viti di bloccaggio, ad un tubolare posto a vista che si sviluppa verticalmente sulla parte anteriore ed orizzontalmente sotto il piano della seduta. La parte centrale della gabbia metallica, è annegata in una imbottitura costituita da poliuretano schiumato, sorretta anche da una rete di fasce elastiche e rifinita in tessuto, o altro materiale. Aspetti estetici e funzionali. Per la conformazione di questa seduta, possono essere previsti infinite varianti di tappezzeria riguardante: il colore, il disegno, la trama oltre che la tipologia del materiale (tessuti o pelle). Ogni composizione mette in risalto la particolarità di questo oggetto di arredo e fornisce l’opportunità di variare l’effetto estetico e di composizione con il resto dell’arredamento. Questa condizione è del resto risaltata fondamentalmente dalla diversa conformazione delle spalliere, con foro circolare o rettangolare, e dalla possibilità di utilizzare colori, materiali e trame dei tessuti diversi per ambedue le varie superfici della sedute.
1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Nome: Elisheba Dati tecnici Struttura portante sedute e schienali ed elementi di irrigidimento trasversali: tubolari in acciaio diametro 3/4” pollici - spessore 2,5 mm; Piede di appoggio: tubolare in acciaio diametro 1/2” pollici - spessore 2,2 mm; Sistema di collegamento: bulloni in acciaio; Imbottitura: schiuma poliuretanica con densità 50 kg per mc; Elementi di sostegno: fasce elastiche annegate nell’imbottitura e collegate alla struttura metallica; Tappezzeria: tessuto o stoffa; Elementi di...

    Project details
    • Year 2011
    • Status Unrealised proposals
    • Type Custom Furniture
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users