Riqualificazione del Presidio socio-sanitario di Santa Fina a San Gimignano

San Gimignano / Italy / 2010

0
0 Love 819 Visits Published
La particolare situazione ambientale ed architettonica di San Gimignano richiede, infatti, un’attenzione che ci ha portato a provare ad inserire tutte le funzioni richieste all’interno dell’involucro esistente, eliminando le superfetazioni accumulate nel corso dell’utilizzo negli anni dell’immobile. L’idea-guida è quella di ripulire, con la massima cura, l’involucro esistente, cesellando come un gioiello l’oggetto edilizio per giungere al risultato finale, in questa fase, solo abbozzato. Solo la piscina ed il parcheggio escono dall’involucro, ma restano nascosti, nel terreno, per non turbare l’ambiente, per non ferire il paesaggio, ma con la finalità di costituire la connessione con l’esterno. Il tentativo di seguire ed assecondare l’andamento del terreno esistente si ritrova anche per la costruzione del parcheggio, totalmente interrato, che si allunga, cambiando di livello, dalla Via Lungo Le Mura, che è proposta come ingresso principale, fino alla base dell’edificio esistente, con rampe interne . Da questa elaborazione nasce un’idea, che diventa una proposta progettuale: la piscina, collocata in luogo strategico, all’esterno, in uno spazio connesso alla struttura, ma separabile, diventa un “optional”, o invece, può trasformarsi in“un valore aggiunto” che ne consente il possibile utilizzo anche da parte della città di San Gimignano oltre che, naturalmente, della struttura del Presidio. La piscina è la struttura “nuova”, molto tecnologica, i cui costi di gestione potrebbero, però, in futuro, vedere la compartecipazione di società sportive o comunali a sostegno del solo utilizzo richiesto dalle attività del Presidio. Collocandola all’esterno dell’edificio principale, si può ipotizzare una flessibilità d’uso o anche, addirittura di realizzazione, della stessa nel tempo. Le funzioni specifiche del Presidio vengono invece tutte ricavate all’interno della struttura esistente, con un’attenta operazione di recupero che, in questa fase preliminare, ha però già parzialmente individuato i dettagli operativi. La necessità di distinguere i percorsi d’approvvigionamento e gestione da quelli dell’utenza è risolta utilizzando i diversi livelli senza imporre all’edificio passerelle o altre opere “aggiunte” che potrebbero focalizzare l’attenzione, mentre all’opposto il nostro intento è di mitigare l’impatto ambientale generale.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La particolare situazione ambientale ed architettonica di San Gimignano richiede, infatti, un’attenzione che ci ha portato a provare ad inserire tutte le funzioni richieste all’interno dell’involucro esistente, eliminando le superfetazioni accumulate nel corso dell’utilizzo negli anni dell’immobile. L’idea-guida è quella di ripulire, con la massima cura, l’involucro esistente, cesellando come un gioiello l’oggetto edilizio per giungere al risultato finale, in questa fase, solo abbozzato. Solo...

    Project details
    • Year 2010
    • Status Competition works
    • Type Nursing homes, rehabilitation centres
    Archilovers On Instagram