Plesso scolastico unico nel Comune di Mareno di Piave

Mareno di Piave / Italy / 2011

0
0 Love 694 Visits Published
QUADRO CONOSCITIVO GENERALE E OBIETTIVI DELL’INTERVENTO L’obiettivo del Concorso e principale finalità dell’intervento è la realizzazione della nuova scuola primaria per costituire un Plesso Unico con la scuola secondaria esistente nell’area centrale del Comune di Mareno di Piave. Pensato come parte di un sistema territoriale ampio, la nuova struttura edilizia si configura come ideale completamento dell’area adiacente l’attuale Scuola secondaria di Via Tariosa. Il progetto, in grado di soddisfare per lotti funzionali le esigenze di ottimizzazione del patrimonio edilizio comunale, è suddiviso in 3 fasi principali che scandiscono temporalmente il graduale riposizionamento delle attuali Scuole primarie di Campagnola e del Capoluogo e l’ampliamento della Scuola secondaria. IL CONCEPT PROGETTUALE Il nuovo Polo scolastico è per noi luogo deputato a contribuire in maniera significativa alla crescita della qualità della vita dei ragazzi che ad essa ed ai suoi servizi vorranno fare riferimento. Il progetto mira pertanto a creare un luogo moderno di aggregazione, rappresentativo della cultura, che sia legato al luogo e alla terra stessa in cui nasce e da cui la conoscenza prende corpo e si materializza. Un luogo che possa favorire le relazioni sociali, culturali ed intellettuali tra i suoi fruitori, funzionale alla creazione di una comunità di dialogo e di esperienza sociale dove i giovani cittadini si formano mediante lo studio, l’acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza critica. INSERIMENTO URBANISTICO E PAESAGGISTICO L’impianto planimetrico intende armonizzarsi con il tessuto costruito riprendendo idealmente gli allineamenti dominanti costituiti dalla viabilità tangente il Lotto in oggetto e dalla scuola esistente. Tale matrice compositiva genera l’alternanza dei rapporti volumetrici ordinando consecutivamente gli edifici ed il verde, ponendo attenzione alla percezione visiva che si avrà dell’intero organismo. Il nuovo ingresso, fulcro della cerniera di collegamento, assume pertanto una forte identità spaziale confrontandosi, anche in termini di altezza, con l’attuale linea di gronda della Scuola esistente ed assumendo pertanto la funzione di indicatore dei percorsi principali corrispondenti alla matrice generatrice. CRITERI PROGETTUALI Il progetto ha come obiettivo l’ottimizzazione della gestione funzionale ed energetica dell’involucro edilizio, la conseguente riduzione dell’impatto ambientale, la ricerca di un elevato comfort interno e della flessibilità nel tempo. I sistemi adottati per la tutela ambientale si basano sui due principi fondamentali generali: il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il progetto, nelle sue distinte fasi, intende pragmaticamente risolvere i seguenti aspetti:  La realizzazione di strategie progettuali volte alla sostenibilità ambientale, economica e gestionale dell’intervento anche mediante l’utilizzo di sistemi modulari ripetibili ( aula tipo, solai predalle,impianti fotovoltaici e solari termici, pompe di calore);  La realizzazione di ambienti funzionalmente coerenti con le normative scolastiche, energetiche, sismiche,di prevenzione incendi, di sicurezza sui luoghi di lavoro e di abbattimento delle barriere architettoniche;  La possibilità di sviluppare le singole fasi di ampliamento limitando le interferenze e i conseguenti disagi con il proseguo delle attività; VIABILITÀ. Specifica attenzione viene posta nella razionalizzazione dei percorsi viari e ciclo pedonali. In particolare il delicato proseguimento e collegamento dei marciapiedi e del nuovo tratto di pista ciclabile tra la Via Tariosa e la Via Cavalieri di Vittorio Veneto sarà protetto, bypassando la viabilità ordinaria, dall’attuale area verde posta in corrispondenza dell’incrocio medesimo salvaguardando le alberate presenti. Lungo la Via Cavalieri di Vittorio Veneto, sostanzialmente in corrispondenza del nuovo ingresso del Plesso scolastico, si propone la realizzazione di una rotonda viaria a raso utile, 2 oltre al rallentamento dei veicoli, anche alla distribuzione dei flussi veicolari per l’ingresso della nuova area a parcheggio ed alla viabilità interna alle residenze. L’attuale area sosta scuolabus viene ampliata e connessa al marciapiede esistente oltre che agli esistenti e futuri accessi al Plesso. ORGANIZZAZIONE FUNZIONALE L’intenzione progettuale è di creare un particolare paesaggio urbano attraverso l’intreccio di verde e costruito mediante uno sviluppo sostanzialmente orizzontale monopiano. L’organizzazione funzionale è dettata dalla successione delle fasi di ampliamento poste a base del Concorso. Fase 1: La prima fase, della superficie complessiva di circa 1065 mq, corrisponde alla realizzazione della cerniera di collegamento con l’esistente e la creazione di 6 aule con relativi servizi da utilizzarsi come Scuola primaria, oltre ai nuovi locali tecnici posti nell’adiacente interrato. La distribuzione delle funzioni rispecchia i previsti stralci attuativi, mentre la disposizione planivolumetica garantirà compiutezza ed autonomia al sistema anche al compimento della sola prima fase. La scelta di base è stata quella di disgiungere fin d’ora l’esistente dall’ampliamento in termini materici,formali e architettonici, lasciando al sistema dei percorsi la funzione di connessione. Tale “innesto” avviene in corrispondenza della corte interna inserendosi direttamente nel corridoio esistente mitigando pertanto le problematiche derivanti dalla difficile contemporaneità di cantiere ed attività didattica; ponendo particolare attenzione alle questioni legate alla sicurezza, ai rumori ed alle polveri e peraltro senza interferire con l’attuale piano di evacuazione della scuola secondaria. Le aree verdi che si determinano tra i volumi costruiti diventano così occasione di un articolato laboratorio didattico all’aperto. L’alternanza dei pieni delle aule ed i vuoti dei cortili trova corrispondenza nell’andamento dinamico della copertura contrapponendo la copertura verde piana con la copertura a lamiera pre-verniciata delle aule didattiche. Le stesse aule grazie all’andamento inclinato della copertura beneficiano in termini acustici dalle pannellature curve ed in termini energetici innescando il processo di ventilazione naturale generato dall’”effetto camino” determinato dalle aperture poste in sommità. La stessa superficie inclinata consente inoltre il posizionamento in copertura di pannelli fotovoltaici e di solare termico. Si evidenzia, infine, che l’apporto di luce naturale zenitale nelle aule contribuisce alla minore necessità di luce artificiale e pertanto al fabbisogno energetico complessivo. L’insieme di tali accorgimenti evidenziano la stretta relazione tra l’edificio e le scelte di sostenibilità ambientale intimamente legate alla concezione del progetto. Fase 2 La Fase 2 prevede la realizzazione di una ulteriore manica di fabbricato della superficie di circa 1680 mq, connessa alla cerniera di ingresso. All’interno verranno collocate N° 2 sezioni di scuola primaria con relativi servizi e un nucleo di uffici amministrativi consentendo la dismissione dell’attuale scuola di Campagnola. Si prevede dunque in questa fase di accorpare le aule realizzate in Fase 1 all’esistente scuola secondaria implementando pertanto la stessa di ulteriori n°2 sezioni. Si evidenzia che attualmente la mensa è prevista in fase 3, tuttavia qualora si ritenesse opportuno e sostenibile in termini di budget, si propone di collocarla al di sopra dei locali tecnici interrati. L’esistente palestra potrà essere utilizzata da entrambe le scuole attraverso una puntuale programmazione dei turni di utilizzo. Fase 3 La terza fase corrisponde al completamento del Polo Unico comprensivo dello spostamento della Scuola Primaria del Capoluogo. Si prevede la realizzazione di ulteriori 3 sezioni di scuola primaria a cui si aggiungono la biblioteca, la nuova palestra e la mensa con relativi spazi accessori qualora non realizzata in fase 2.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    QUADRO CONOSCITIVO GENERALE E OBIETTIVI DELL’INTERVENTO L’obiettivo del Concorso e principale finalità dell’intervento è la realizzazione della nuova scuola primaria per costituire un Plesso Unico con la scuola secondaria esistente nell’area centrale del Comune di Mareno di Piave. Pensato come parte di un sistema territoriale ampio, la nuova struttura edilizia si configura come ideale completamento dell’area adiacente l’attuale Scuola secondaria di Via Tariosa. Il progetto, in grado di...

    Project details
    • Year 2011
    • Status Competition works
    • Type Schools/Institutes
    Archilovers On Instagram