RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA NELLA FRAZ. DI BAGNOLO A SAN PIETRO DI FELETTO (TV) 2° premio

2° PREMIO San Pietro di Feletto / Italy / 2007

0
0 Love 1,570 Visits Published
Il Progetto assume e interpreta come aspetto fondamentale del tema di concorso l’esigenza di una espansione edilizia che presenti qualità urbana dei luoghi e significative relazioni con gli elementi presenti nel contesto.
Valuta inadeguati, ai fini del raggiungimento di questi obiettivi, i principi funzionalistici e i caratteri isotropi della consueta griglia ortogonale di lottizzazione, strutturata sulla maglia viaria stradale e priva di gerarchia di spazi, indifferente alla definizione di luoghi urbani e alle specificità del contesto.
Sviluppa un impianto urbano caratterizzato morfologicamente dalla intersezione di due sistemi: radiale e longitudinale. Il primo, suggerito dalla orografia, si irradia dalla collina e ordina gli edifici definendo geometria e dimensionalità degli spazi tra essi interposti, ritma le volumetrie dell’edificio della piazza e disegna le aree libere, a verde e a parcheggio situate verso l’area cimitero-chiesa. Il sistema longitudinale appoggiato a nord-est all’asse stradale esistente ma lievemente convergente lungo la direttrice nord-ovest/sud-est che collega il nucleo religioso-educativo con le aree a sud-est di supposta futura espansione. Il nucleo centrale di intersezione dei due sistemi è il luogo della piazza.


TIPI URBANI E CARATTERI ARCHITETTONICI

La Piazza.
Posizione baricentrica e nodo di intersezione dei disegni, forma asimmetrica e sviluppo longitudinale, varietà di definizione dei diversi fronti, sono i caratteri principali di questo luogo che cerca la sua definizione nella interazione tra progetto e contesto piuttosto che in forme e modelli urbani di riferimento. L’edificio principale continuo e posto lungo il margine nord-est raccoglie nel suo arco le direttrici radiali ricevendone il disegno nei tagli volumetrici. A livello tipologico presenta carattere pubblico nel portico con le attività commerciali al piano terra e nello sviluppato affaccio delle logge e terrazzi dei piani superiori. Il lato opposto della piazza presenta aspetto singolare e discreto nell’innesto delle teste degli edifici radiali che nei loro intervalli consentono e accompagnano il profondo e sopraelevato affaccio panoramico verso la collina. A nord l’attacco del percorso proveniente dalla chiesa e dalle aree parcheggio è segnato dalla presenza di un corpo a torre posto sull’angolo, elemento morfologico di snodo dell’edificato e richiamo architettonico alla funzione civica della nuova piazza oltre che tipologia adatta ad accogliere al suo interno possibili funzioni di riunione pubblica.
Tipologie edilizie.ù
Il progetto definisce diverse tipologie legate al proprio disegno complessivo e alle esigenze economiche di un piano di lottizzazione. Il tessuto più rado dei margini è costituito da ville a due piani, definibili con taglio di unità immobiliari variabile in rapporto alle diverse e possibili definizione dei lotti. Gli edifici a tre piani posti sul margine sud-est presentano corti aperte verso l’interno dell’area e funzioni commerciali al piano terra, ma solo nel comparto 287. Gli edifici radiali a tre piani a destinazione residenziale si innestano sul dislivello della piazza attraverso corpi di fabbrica distinti architettonicamente, con portico e funzione commerciale al piano terra.
Aree a verde pubblico.
La definizione e il disegno delle aree a verde cerca di evitare episodicità e frammentazione a favore della costituzione di due cospicue macchie arboree posizionate ai poli opposti dell’area di intervento. L’area a nord-ovest, fondale della piazza con funzione di filtro visivo delle aree di parcheggio e degli edifici cimiteriali.
La macchia a sud all’uscita della piazza con funzione e attrezzature legate alle attività fisiche e di svago, avente un disegno fluido e legato alla geometria complessiva dei percorsi e della piazza.
Aree parcheggi.
Definizione e dimensionamento, osservano le indicazioni di piano, nella distribuzione lineare lungo le strade esterne principali a servizio degli edifici e in modo esteso nell’ area di rispetto cimiteriale al servizio del nucleo religioso esistente e della nuova piazza. Posizionate ai margini dell’area di intervento invitano allo sviluppo ed uso dei percorsi e degli spazi pedonali come luoghi favorevoli all’incontro e socializzazione.
Strade e percorsi.
La viabilità stradale assume le indicazioni del bando nei tracciati perimetrali, la integra con un asse longitudinale posteriore alla piazza al servizio delle attività commerciali e dei nuclei residenziali, modifica la funzione dell’asse di divisione tra i due comparti principali e in coerenza con la scelta di costituire un nucleo protetto dal traffico lo trasforma in percorso pedonale che collega l’area sud-ovest con la piazza. La pista ciclopedonale, in sede propria, riceve sostanzialmente lo sviluppo richiesto, secondo lievi modificazioni dettate dal disegno complessivo.
Caratteri architettonici e materiali.
La definizione dei volumi architettonici in termini di dimensionalità e forme ricorrenti, la riproposizione di elementi tradizionali diversamente declinati e interpretati suggeriscono semplicemente il possibile superamento della frammentarietà del linguaggio a favore di una unitarietà di disegno dove la ripetizione e la variazione delle componenti architettoniche in diverse aggregazioni compositive volumetriche e di dettaglio, mirano a garantire unitarietà all’immagine urbana. I materiali della tradizione come il mattone e l’intonaco delle pareti, le coperture in cotto, la pietra delle pavimentazioni e degli zoccoli degli edifici della piazza qualificano e distinguono le diverse tipologie presenti.


0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il Progetto assume e interpreta come aspetto fondamentale del tema di concorso l’esigenza di una espansione edilizia che presenti qualità urbana dei luoghi e significative relazioni con gli elementi presenti nel contesto. Valuta inadeguati, ai fini del raggiungimento di questi obiettivi, i principi funzionalistici e i caratteri isotropi della consueta griglia ortogonale di lottizzazione, strutturata sulla maglia viaria stradale e priva di gerarchia di spazi, indifferente alla definizione di...

    Project details
    • Year 2007
    • Client Comune di San Pietro di Feletto
    • Status Competition works
    • Type Urban Renewal
    Archilovers On Instagram