Casa sul lago d'Iseo

Architettura sostenibile in legno Costa Volpino / Italy / 2012

47
47 Love 11,389 Visits Published
Ubicazione Nord del Lago d’Iseo, all’imbocco della Valle Camonica. L’edificio si trova in un lotto di risulta all’interno di una urbanizzazione degli anni 60 Clima La presenza del lago condiziona solo in parte il clima della zona. Gli scambi d’aria con la Valle Camonica, più fredda e piovosa, generano correnti che, a seconda delle ore del giorno e della stagionalità, spirano tra il lago e la valle e viceversa. Temperature medie mensili:gennaio 6,6 c°,luglio 27,6, radiazione solare 1394 kilowatt/ora annui Naturalmente il progetto ha tenuto conto di questi fattori, con la protezione delle aree di soggiorno esterne, mediante la schermatura del loggiato sulla facciata sud. Concept progettuale I vincoli posti dalla committenza riguardavano (1) il contenimento del budget, con la richiesta (2) di limitare l’interferenza, spaziale e temporale, del cantiere con le attività presenti nei lotti adiacenti, (3) di ridurre gli interventi manutentivi, (4) di semplificare le integrazioni impiantistiche (5) al fine del miglioramento della prestazione energetica. I vincoli rappresentano uno stimolo per il progettista: lo mettono in crisi portandolo alla ricerca di soluzioni e di tecnologie e tecniche di costruzione adeguate e congruenti. Si è scelto di utilizzare una struttura a pannelli in legno incrociati X-lam, generando un cantiere a secco sia per la struttura portante che per l’impiantistica. La progettazione ha ottimizzato i vincoli modulari dei pannelli, con un corretto rapporto di forma tra volume e superficie per gli edifici ad alta efficienza energetica, pari a 0,6 Il cantiere ha avuto, per la costruzione dell’involucro, una durata di soli venti giorni La coibentazione, sia delle partizioni verticali, sia della copertura, è costituita da pannelli in fibra di legno dello spessore di 10 cm. Il rivestimento delle facciate è realizzato con pannelli Aquapanel di Knauf a parete ventilata, in continuità con il tetto in alluminio posato a goffratura. Il rivestimento è stato trattato con una vernice idrorepellente ai silossani con caratteristiche autopulenti. I colori sono scuri per le pareti che sono esposte al sole nei mesi invernali e bianchi per le pareti esposte costantemente. Questa scelta permette di soggiornare nel loggiato, nelle giornate di sole, anche con temperature esterne di pochi gradi godendo di un eccellente comfort termico. La copertura del loggiato consente, nei mesi invernali, il soleggia mento totale dei vani interni: la differenza di temperatura nel mese di gennaio risulta così di 10°. Dai primi giorni di giugno fino all’equinozio d’autunno la copertura protegge totalmente gli interni. Nel periodo estivo, con temperature superiori ai 32°, la temperatura interna, con la sola circolazione naturale dell’aria favorita dagli alberi a nord e dalle schermature solari a sud, non ha mai superato i 26° La facciata principale dell’edificio per la captazione solare è orientata a sud con serramenti in PVC-alluminio e vetri basso emissivi, integrati con un sistema automatico di schermatura solare Il vano sulla facciata nord contiene tutto il sistema degli impianti, in particolare una pompa di calore da abbinare ai previsti pannelli per il solare termico, le caldaie a condensazione, dimensionate per soddisfare un futuro impianto di riscaldamento a pavimento, installabile senza demolizioni sui sottofondi dei pavimenti realizzati integralmente a secco. Sulla copertura in alluminio sono presenti gli attacchi per i pannelli solari e fotovoltaici La scelta tipologica Sono state valutate due tipologie apparentemente in contraddizione: quella della cascina bergamasca, caratterizzata da un profondo porticato a doppia altezza, utilizzato per il deposito degli attrezzi agricoli, delle derrate e protette dal sole estivo; la seconda è quella di Entenza house di Charles Eames e Eero Saarinen, la Entenza House a Pacific Palisades in California (1945-1949). La tecnologia costruttiva di questa casa, simile alla cascina per la presenza di un ampio porticato, realizzata con semplici pannelli portanti prefabbricati, risulta adattabile alla tecnologia in pannelli di legno XLAM scelta per l’intervento. L’illuminazione, interna ed esterna dell’edificio. è realizzata integralmente con lampade LED, per un consumo complessivo di 240 watt Il consumo di energia a progetto è determinato in 24kw/mq anno con la configurazione attuale, con l’obbiettivo di 10kw/mq anno con la messa in opera del solare termico e del fotovoltaico
47 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    Ubicazione Nord del Lago d’Iseo, all’imbocco della Valle Camonica. L’edificio si trova in un lotto di risulta all’interno di una urbanizzazione degli anni 60 Clima La presenza del lago condiziona solo in parte il clima della zona. Gli scambi d’aria con la Valle Camonica, più fredda e piovosa, generano correnti che, a seconda delle ore del giorno e della stagionalità, spirano tra il lago e la valle e viceversa. Temperature medie mensili:gennaio 6,6 c°,luglio 27,6, radiazione solare 1394...

    Project details
    • Year 2012
    • Work started in 2011
    • Work finished in 2012
    • Main structure Wood
    • Client Private
    • Status Completed works
    • Type Apartments / Single-family residence / Multi-family residence / Country houses/cottages / Modular/Prefabricated housing
    Archilovers On Instagram
    Lovers 47 users