Campo Sportivo 'Giampiero Combi'

Progetto vincitore del concorso per il Campo Sportivo 'Giampiero Combi' a Merano Merano / Italy / 2007

0
0 Love 2,413 Visits Published
Arch. C. Mayr Fingerle

Team/ collaboratori
Pavol Mikolajcak, Andreas Lengfeld, Jens Kellner

Statica:
Planteam GmbH Ivan Stufflesser

Modelli
Lars Bucki

Il presente progetto rappresenta uno sviluppo del progetto della prima fase della gara che tiene conto dei punti di critica espressi dalla giuria.

1. Aspetti generali:
L'ampliamento su ambo i lati dell'impianto esistente viene in gran parte mantenuto, poiché da una parte ha una funzione di elemento di chiusura urbanisticamente significativo verso la strada e, dall'altra parte, permette un collegamento dell'impianto esistente con un effetto di unità e compattezza.
La completa separazione di pubblico e atleti viene mantenuta. L'uscita per gli atleti sul campo di gioco è stata riposizionata e migliorata eliminando i conflitti con la pista di salto in lungo. Come ulteriore miglioramento si propone un ampliamento nel piano interrato del passaggio di collegamento. Ciò permetterebbe di ottenere una pista di 60 m a due corsie, utilizzabile dagli sportivi d'inverno o nei periodi di brutto tempo. Nella zona delle tribune sul lato ovest è prevista una separazione per il pubblico degli ospiti (1/3 dei posti a sedere) con una possibilità di accesso separato; al centro è previsto un settore apposito per la stampa.
Nel piano terra sono integrati 2 spogliatoi, che possono essere utilizzati anche al di fuori degli orari di esercizio delle zone sportive sotterranee.

2. La struttura:
Per le nuove tribune si propone una struttura in calcestruzzo che con la sua forza espressiva massiccia riprende il linguaggio della struttura esistente. Il lato esterno verso la strada presenta una struttura che ricorda le impronte di scarpe sportive o, meglio ancora, da calcio (vedi allegato). In tal modo l'immagine esterna rimanda alle attività che si svolgono all'interno dell'impianto.
Per quanto riguarda la fattibilità costruttiva della copertura delle tribune sono state analizzate in dettaglio 3 alternative: A_una soluzione senza colonne di sostegno, B_una soluzione con una serie di colonne regolare, C_una combinazione di A + B, ossia una piastra liberamente aggettante con colonne posizionate puntualmente. Sia per motivi di costo che per considerazioni funzionali si propone una soluzione con una serie di colonne collocate nella parte posteriore delle tribune. In analogia con la disposizione delle colonne esistenti sotto l'esistente tettoia, anche questa nuova serie nel nuovo settore di tribune sarà proseguito con un interasse di 7m e una sezione di 40x40 cm. Con questa disposizione regolare delle colonne si possono garantire dei costi ragionevoli. La piastra aggettante consiste in una piastra in calcestruzzo di 20 cm di spessore, rastremata anteriormente, sostenuta da travi modanate in calcestruzzo gettato in opera, con uno spessore di 90-15 cm, una larghezza di 40 cm ed un interasse di 7m. La facciata esterna sul lato nord funge da elemento statico di trazione e irrigidimento. L'inflessione della piastra aggettante viene compensata mediante una sopraelevazione in fase di costruzione. Come struttura nella zona inferiore delle tribune sarà utilizzato un sistema di intelaiatura a travi.
Attraverso la diversificazione dei materiali e la strutturazione della facciata si crea un dialogo tra il vecchio e il nuovo.

3. Esterni:
Davanti all'ingresso principale è prevista una zona lastricata per separare l'area di traffico da quella pedonale. Un gruppo di alberi protegge questa zona antistante dalla carreggiata adiacente, creando uno spazio esterno invitante. Sul lato ovest dell'impianto sportivo è prevista la zona giochi per bambini con la vicina cucina da campo.

4. Locale impianti:
Il locale impianti sarà collocato nel piano terra e sarà dotato di illuminazione e ventilazione naturale.

5. Bar:
Eliminando un solaio intermedio nella zona ingresso la zona bar diventerà più spaziosa e attraente; all'esterno è previsto uno spazio verde altrettanto accogliente, con un gruppo di alberi ombrosi. Si tratta di un bar di carattere tipicamente sportivo, adatto come luogo di discussione per appassionati di sport e che permette altresì di partecipare collettivamente (ad es. attraverso la televisione) a eventi sportivi internazionali.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Arch. C. Mayr Fingerle Team/ collaboratori Pavol Mikolajcak, Andreas Lengfeld, Jens Kellner Statica: Planteam GmbH Ivan Stufflesser Modelli Lars Bucki Il presente progetto rappresenta uno sviluppo del progetto della prima fase della gara che tiene conto dei punti di critica espressi dalla giuria. 1. Aspetti generali: L'ampliamento su ambo i lati dell'impianto esistente viene in gran parte mantenuto, poiché da una parte ha una funzione di elemento di chiusura urbanisticamente...

    Project details
    • Year 2007
    • Status Competition works
    • Type Stadiums
    Archilovers On Instagram