Ampliamento Liceo Farnesina

Rome / Italy / 2011

0
0 Love 937 Visits Published
La scuola esistente viene progettata da Franco Finzi nella seconda metà degli anni Sessanta. Data la forte pendenza del terreno d’intervento, la soluzione adottata è quella a gradoni; quattro corpi a T, in cui si svolge l’attività didattica, sono collegati da una scala centrale che parte dalla copertura-terrazza della palestra, facendo così da spina dorsale. Nella parte pianeggiante quindi si collocano l’atrio, l’area amministrativa e l’area sportiva (palestra, campo e spogliatoi). Risulta evidente l’importanza dell’interazione tra interno ed esterno: ad ogni piano è possibile uscire su una terrazza costituita dalla copertura del livello inferiore. Per l’ampliamento del Liceo Farnesina si è cercato di lavorare partendo, più che dalla forma della scuola, dai concetti che ne sottostanno (come per esempio l’interazione tra interno ed esterno) ponendoci quindi in contrapposizione con il contesto. Ne risulta un volume a “serpentone” la cui testa si affianca alla palestra esistente e costituisce l’atrio principale della nuova scuola. Il corpo poi si snoda nel lotto a disposizione seguendone la geometria. Sfruttando ed aumentando il dislivello esistente, si ricava un piano per i laboratori, la sala proiezioni e gli spogliatoi, mentre i due livelli superiori ospitano le aule (con esposizione est e sud). La vetrata del livello più basso rende il piano evanescente, dando così la sensazione che il volume pieno sia sospeso. Da questo blocco chiuso fuoriescono degli aggetti aventi la duplice funzione di spezzarne la compattezza e farlo interagire con il cortile prospiciente. Il connettivo diventa così una superficie “dinamica”, che offre spazi comuni ed il costante contatto con l’esterno.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La scuola esistente viene progettata da Franco Finzi nella seconda metà degli anni Sessanta. Data la forte pendenza del terreno d’intervento, la soluzione adottata è quella a gradoni; quattro corpi a T, in cui si svolge l’attività didattica, sono collegati da una scala centrale che parte dalla copertura-terrazza della palestra, facendo così da spina dorsale. Nella parte pianeggiante quindi si collocano l’atrio, l’area amministrativa e l’area sportiva (palestra, campo e spogliatoi). Risulta...

    Project details
    • Year 2011
    • Status Unrealised proposals
    Archilovers On Instagram