UNIA4

Progetto vincitore ex aequo del 'Concorso per Idee progettuali per la riqualificazione di uno spazio urbano in Fabriano' Fabriano / Italy / 2007

0
0 Love 1,862 Visits Published
Il progetto del parcheggio pubblico e del soprastante brano di città che ne rende possibile la realizzazione è stato affrontato e risolto come progetto architettonico e paesaggistico integrato, al quale hanno contribuito professionisti con diverse e complementari competenze e conoscenze: dallo strutturista, all’impiantista, dal paesaggista e botanico, all’esperto di sostenibilità. L’intervento prevede sostanzialmente tre distinti corpi di fabbrica: uno di cinque piani, a forma di L, allineato lungo la via dei Cappuccini e la via d’accesso alle scuole, gli altri due posizionati a pettine rispetto al viale, alti due piani, protetti da un’ampia copertura vetrata.

Impianto urbano: criteri e obbiettivi
Il progetto è articolato attorno a tre piazze pubbliche.
La Piazzetta Bassa è collegata attraverso un comodo, ampio e luminoso sottopassaggio pedonale al viale della Vittoria e quindi al centro storico. Le uscite e le entrate pedonali ai parcheggi sono affacciate su questo spazio, così come spazi commerciali e terziari.
La piazza a quota intermedia, ovvero al livello stradale, è accessibile dal viale Moccia, dalle altre due piazze e dal Parco pubblico. Vi si affacciano spazi per attività terziarie e di servizi connessi, quali le attività ricettive \ ricreative, commerciali, e l’auditorium \ sale riunioni e sale espositive.
La piazza alta è accessibile dalla via Cappuccini, dalle piazze basse e dal parco. Vi si aprono spazi commerciali e terziari e uscite dai parcheggi.
Le due piazze inferiori sono protette da un’ampia copertura vetrata, che con una leggera ondulazione, raccorda le nuove sistemazioni del parco con la parte più compatta e “minerale” dell’intervento. Le due piazze inferiori, quelle coperte e immediatamente accessibili e visibili dalla strada, dovrebbero dimostrarsi più interessanti anche per attività economiche ad alta frequentazione, quali bar, locali per giovani, negozi di abbigliamento, etc., mentre la piazza alta, con un carattere più austero, dovrebbe essere più adatta per uffici e servizi.
L’edificio ad L, più alto e visibile, chiude il lotto su due lati, con un involucro che verso l’esterno è in muratura di mattoni. L’interno del lotto è invece caratterizzato dal verde del parco che si insinua e che si fonde con i tetti verdi e le facciate in legno rinverdite, con le strutture lignee e le ampie superfici vetrate dei locali dei piani bassi.

Descrizione degli interventi previsti
L’intervento può essere descritto attraverso le sue componenti e le attività previste, principalmente parcheggi e attività terziarie, con diversi servizi connessi:
• Parcheggi interrati pubblici per 650 posti auto disposti su tre piani. Sono previste un sistema di entrate e uscite con due rampe di accesso accessibili direttamente dai viali e una uscita dalla via Cappuccini. Ampie prese di luce, oltre alle prese d’aria di norma, rendono gli spazi ipogei accoglienti e sicuri, così come gli accessi e gli ascensori vetrati integrati nel disegno delle piazze.
• Parcheggi privati per 190 posti auto circa, completamente indipendenti da quelli pubblici, da realizzarsi nella porzione del lotto addossato alla collina, parte interrati, parte seminterrati, una piccola parte fuori terra. Accesso e uscita sono unificati nella parte alta della strada che dà accesso alle due scuole; un’unica rampa a doppio senso distribuisce i 3 piani.
• Attività terziarie e di servizi connessi, organizzate nei tre corpi di fabbrica, la L che definisce due lati del lotto e i due corpi minori ortogonali al viale, con locali commerciali, espositivi, e direzionali (oltre al centro convegni e alla foresteria descritti indipendentemente) posti attorno alle tre piazze, a quota -1, pt e ai piani alti. L’edificio ad L, il più significativo in termini di volumi e di visibilità, ha facciate su strada rivestite in cotto, mentre all’interno è caratterizzato da superfici in legno e vetro, in accordo con gli altri corpi di fabbrica, molto trasparenti.
• Un centro convegni \ riunioni connesso con le attività terziarie, con servizi: protetto dalla collina artificiale a sud, con fronti vetrati e accessi da due piazze, annessi locali bar \ caffetteria, si propone come spazio multi uso. Il ricambio d’aria avviene attraverso
• Una foresteria con n. 26 camere ai due piani alti, sopra all’edificio che ospita i parcheggi privati. Questi due piani vengono costruiti completamente in legno, strutture e tamponamenti, con tetti, terrazze e facciate verdi, in continuità con il parco, realizzando così una porzione nella quale i principi della eco sostenibilità sono applicati con il massimo rigore. Climatizzazione con pannelli radianti a pavimento\ soffitto, facciate e vetrature con forte potere isolante, tetti verdi, schermature a sud, acqua calda dai collettori termici posti in copertura sono solo alcune delle qualità ambientali e tecniche di questa porzione.

Descrizione degli interventi pubblici correlati
Connessi a questo intervento sono previsti, per le ragioni precedentemente esposte alcuni interventi pubblici, che dovrebbero contribuire alla riqualificazione di questa parte di città:
• Ridisegno del nodo stradale, oggi congestionato, con la creazione di una sorta di rotonda allungata, a due corsie, che dovrebbe permettere di eliminare i semafori e consentire di smaltire anche il traffico delle ore di punta.
• Sottopassaggio pedonale sotto ai viali, per collegare questo nuovo brano di città e il sottostante parcheggio alla sede del comune e al centro storico. Dal marciapiede di fronte alla nuova sede comunale si può sottopassare i viali quasi senza dislivello; gli ampi spazi del parco consentono di realizzare un passaggio molto luminoso e arioso, svasato in continuità con il parco e con la piazza al di là della strada.
• Chiesina della Madonna di Loreto: potrebbe essere acquisita alle proprietà pubbliche, essendo oggi privata e abbandonata da anni, per essere utilizzata come sala riunioni, attività degna della sua sacralità e coerenti con le funzioni presenti tutto attorno.
• Ridisegno della porzione di parco a sud dei viali: Nel disegno urbano complessivo la riqualificazione del parco adiacente alla zona d’intervento diventa di fondamentale importanza, essendo l’elemento di connessione con il nuovo complesso edilizio urbano di progetto ma anche elemento di centralità nel sistema del verde in rapporto con il parco ottocentesco al di là del viale e il centro storico di Fabriano.
Il progetto prevede soluzioni semplici e razionali, che valorizzano specialmente gli aspetti più interessanti e significativi del presente, integrandoli con una serie di interventi correlati tra loro e con l’intervento relativo all’area del parcheggio: all’insignificante disegno dei percorsi attuali a raggiera viene sostituito una leggera ossatura di percorsi e assi visuali che collegano con il parco al di là del viale, con il margine del centro storico, con il nuovo brano costruito sopra al parcheggio.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il progetto del parcheggio pubblico e del soprastante brano di città che ne rende possibile la realizzazione è stato affrontato e risolto come progetto architettonico e paesaggistico integrato, al quale hanno contribuito professionisti con diverse e complementari competenze e conoscenze: dallo strutturista, all’impiantista, dal paesaggista e botanico, all’esperto di sostenibilità. L’intervento prevede sostanzialmente tre distinti corpi di fabbrica: uno di cinque piani, a forma di L, allineato...

    Project details
    • Year 2007
    • Status Competition works
    • Type Urban Renewal
    Archilovers On Instagram