Adapt-able | Lucia Tagliareni

sistema di arredamento flessibile e nomade Palermo / Italy / 2010

1
1 Love 665 Visits Published
Grazie ad un’analisi della società moderna, che ha voluto indagare sulle relazioni esistenti fra gli individui essibili e gli oggetti nomadi che si portano dietro, ho dedotto che un qualsiasi sistema di arredamento adatto ad inserirsi in questo contesto sarebbe dovuto essere: modulare, trasportabile, eco-sostenibile, semplice da usare e da montare, dunque intuitivo ed il minimo possibile personalizzato lasciando all’utente nale questo compito ed anzi invogliandolo (grazie a delle scelte materiche e cromatiche poco caratterizzanti), in modo da poter facilitare l’instaurarsi di un “rapporto” tra l’utente ed il progetto in questione. Ciò che veramente conta per poter sviluppare dei sentimenti è la storia dell’interazione, i ricordi che si associano ad un oggetto, inoltre, il piacere di aver portato a termine qualcosa stimola l’insorgere di emozioni piacevoli e graticanti; tutto ciò, per ottenere uno scopo ben preciso, un pezzo di casa da poter portare sempre con se. L’utenza di riferimento è chiunque che, per esigenze di lavoro, di studio o di divertimento, è sempre in movimento o più semplicemente per chi sente il bisogno di avere nella propria casa un arredo essibile . L’indeterminatezza è la nuova condizione della vita contemporanea e si manifesta attraverso processi aperti. Per la realizzazione dei moduli base e del packaging si è scelto un unico materiale, una termoplastica molto leggera, il polipropilene espanso ARPRO®. Quest’ultimo è una schiuma plastica ingegnerizzata dalla ditta tedesca JSP ed è conosciuto nel mercato proprio con il nome di polipropilene espanso ARPRO®. I campi di impiego di questo materiale sono infiniti, dalla protopizzazione rapida ai prodotti di consumo, dal packaging a parti di autoveicoli. Si è scelto proprio questo materiale perchè, oltre a rispondere alle esigenze progettuali, è completamente riciclabile e la sua produzione rispetta la LCA (ISO 14040) e quindi l’ambiente.
1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Grazie ad un’analisi della società moderna, che ha voluto indagare sulle relazioni esistenti fra gli individui essibili e gli oggetti nomadi che si portano dietro, ho dedotto che un qualsiasi sistema di arredamento adatto ad inserirsi in questo contesto sarebbe dovuto essere: modulare, trasportabile, eco-sostenibile, semplice da usare e da montare, dunque intuitivo ed il minimo possibile personalizzato lasciando all’utente nale questo compito ed anzi invogliandolo (grazie a delle scelte...

    Project details
    • Year 2010
    • Status Unrealised proposals
    • Type Custom Furniture
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users