Picture House

Recupero di un casale Ripatransone / Italy / 2009

127
127 Love 24,648 Visits Published
Un dialogo di sguardi: la casa osserva il paesaggio esterno che la circonda - splendido - e che la invade internamente. Esternamente, il casale si mimetizza, parla il linguaggio del mondo circostante, fatto di tradizione rurale e di colori naturali. Internamente, l’ambiente diventa astratto. La “tradizione” esterna entra nella casa come una serie di dipinti sulle pareti. Ogni funzione nella casa è accompagnata da un dipinto da osservare. La scala offre un movimento interno articolato che incoraggia la “scoperta” e la “sperimentazione”. E’ un’estensione della zona living dove ciascuno può sedersi, salire, esporre, osservare. La scala è composta da gradini piccoli e grandi, da sedute e da rampe. Una chaise longue x due invita ad ammirare la bellezza circostante. Le finestre “catturano” il paesaggio, lo incorniciano e lo proiettano all’interno. La scala prosegue con la terrazza esterna, creando un senso di continuità tra interno ed esterno, tra piano terra, mezzanino e primo piano; lo stesso materiale è usato per i gradini, le sedute, il pavimento interno e della terrazza. ”PICTURE HOUSE”, come il nome dato ai vecchi cinema inglesi: immagini in movimento, paesaggi e colori entrano dal mondo esterno mutando con il variare delle stagioni. A dialog of looks: the house looks out on the landscape; the countryside – beautiful – fills the inside. On the outside, the house camouflages, speaks the language of the surrounding world, made of rural tradition and natural colours. The inside becomes abstract. The outside tradition filters inside just like paintings on the walls. Every function point has a painting to observe. The staircase offers an internal articulate movement which is an invitation to discovery and experimenting. It is an extension of the living room, a place to sit, to climb, to expose. The staircase has small and big steps, it has sittings and ramps. A chaise long for two, to admire the surrounding beauty. The windows attract the landscape; they frame it and project it in the inside. The staircase carries on the outside terrace, creating a sense of continuity between inside and outside, between ground floor, mezzanine and first floor; the same material is used for stairs, sitting, terrace and internal floor. “PICTURE HOUSE”, like the old English cinemas: moving images, landscapes and changing colours enter from the outside world during the different seasons. Progetto: Barilari Architetti Arch. Fabio Barilari - Arch. Alessio Barilari Strutture: Arch. Fabio Barilari, Arch. Stefano Catasta, Arch. Paolo Antonini, Ing. Roberto Brunelli Direzione Lavori: Arch. Fabio Barilari Collaboratori : Arch. Fabio Schingo, Arch. Ken Nathan, Arch. Assunta Vitiello Arch. Barbara Savignano Arch. Olsi Dani
127 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    Un dialogo di sguardi: la casa osserva il paesaggio esterno che la circonda - splendido - e che la invade internamente. Esternamente, il casale si mimetizza, parla il linguaggio del mondo circostante, fatto di tradizione rurale e di colori naturali. Internamente, l’ambiente diventa astratto. La “tradizione” esterna entra nella casa come una serie di dipinti sulle pareti. Ogni funzione nella casa è accompagnata da un dipinto da osservare. La scala offre un movimento interno articolato che...

    Project details
    • Year 2009
    • Work started in 2005
    • Work finished in 2009
    • Main structure Masonry
    • Client Phillip Lister – Denne Vandersmagt
    • Contractor REDIWDESIGN S.r.l. di Wider Jaroslaw, METALSEC S.r.l. di Pasquale Ciarlatiello (stairs and windows)
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence
    • Websitehttp://www.fabiobarilari.com
    Archilovers On Instagram
    Lovers 127 users