Palatino

Turin / Italy / 2011

16
16 Love 8,620 Visits Published
There is a new building in Piazza della Repubblica in Turin. It is the "Palatino" (also known as "Palafuksas"), a retail building designed by Studio Fuksas with architect Carlo Novara, Ai Engineering Srl and Ai Studio, winners back in 1998 of the public competition for the redevelopment of the north-west area of this city square. The work involved the redevelopment of the north-west part of Piazza della Repubblica and involved demolition of the Clothing Market, built in the '60s, replacing it with a shopping centre that will house temporary exhibitions and a panoramic restaurant. The building has five floors, two of which are underground (one is a car park with a capacity of 109 vehicles, covering an area of 4,700 sqm, and is divided into three levels, the second is for the utilities room). The three floors above ground are used for commercial activities, the last of which is devoted entirely to the restaurant activity. The main entrance on the ground floor is located to the south-east, in the vicinity of the intersection between viale Giulio Cesare and via Regina Margherita. State of the art technological management systems of the different activities envisaged have been adopted. The retail area is organized along the perimeter of the building so as to create an indoor square in the central part, where two 17th century ice houses, formerly used for preserving food and producing ice, have been brought to light. They are now used as spaces for setting up temporary exhibitions. The first floor is also arranged like the ground floor with shops along the perimeter walls, a bar, a services block for shopkeepers in the south-west corner, a ring-shaped walkway and a system of ramps that connect the different floors of the building by crossing the central void. The central courtyard on the ground floor is the hallmark of the work from a structural viewpoint. It is interspersed with 11 multi-storey prismatic pillars equipped with embedded metal shelves, designed to support the weight of three metal walkways that connect the various floors. These pillars also support the roof structure at the top, which consists of an articulated metal beam lattice forming a continuous path of pitched layers. The zinc coating makes the roof stand out and it recalls the design of the paths which have generated the space below, allowing the natural light to penetrate through the vertical and horizontal glazed floors. A portion of the building overlooks the domes of the ice houses indirectly resting on a deck made of prestressed reinforced concrete beams and composite slabs. The external façade of the building consists of a system of glass layers supported by pairs of C-shaped steel uprights; in the base area, the use of glass is gradually replaced by layers of steel. Between this façade and the brick one there is a liminal space surrounding the whole building. Within this, there are the emergency stairs for the various floors. In terms of energy and utilities, the intervention is characterised by an open loop geothermal system. The system is a liquid ring and thermal wheel type one and is capable of providing heating and cooling energy for the building by using surface groundwater as the primary source of energy and the water reserve of the fire prevention water as thermal wheel. Each business unit is air-conditioned with a high efficiency heat pump, connected to the liquid ring. This type of system avoids the use of heaters in the building, eliminating air pollution as well as the risks connected to the use of fuel. The geothermal exchange allows high energy efficiency and cost savings for heating and cooling the premises. L’intervento ha interessato la riqualificazione della porzione nord-ovest di Piazza della Repubblica e ha visto la demolizione del Mercato dell’Abbigliamento, realizzato negli anni ’60, sostituito da uno shopping center che ospiterà mostre transitorie e dove sarà presente un ristorante panoramico. Per creare una soluzione d’eccellenza, alla fine degli Anni Novanta fu scelto a seguito di una gara pubblica l’arch. Massimiliano Fuksas, a capo di un raggruppamento con l’arch. Carlo Novara, Ai Engineering Srl ed Ai Studio. L’edificio è composto da cinque piani di cui due piani interrati (il primo adibito a parcheggio ha una capacità di 109 autoveicoli, si sviluppa su una superficie di 4.700 mq., ed è articolato su tre livelli, il secondo per le centrali tecnologiche) e i tre piani fuori terra adibiti ad attività commerciali, l’ultimo dei quali dedicato per intero all’attività di ristorazione. L’accesso principale al piano terra è situato a sud-est, in prossimità dell’incrocio fra viale Giulio Cesare e via Regina Margherita. Sono stati adottati i più innovativi sistemi tecnologici di gestione delle differenti attività previste. L’area commerciale è organizzata lungo il perimetro dell’edificio così da disegnare una piazza interna nella parte centrale, in corrispondenza di due ghiacciaie del ‘600 riportate alla luce e che un tempo consentivano la conservazione del cibo e la produzione di ghiaccio, oggi utilizzate come spazi per l’allestimento di mostre temporanee. Anche il primo piano è organizzato secondo lo schema del piano terra con superfici commerciali lungo il perimetro, un bar, un blocco servizi per commercianti nell’angolo sudovest, un percorso a ballatoio anulare e un sistema di rampe che attraversando il vuoto centrale collegano i diversi piani dell’edificio. Segno distintivo dell’intervento dal punto di vista strutturale è la corte centrale al piano terra, intercalata da 11 pilastri prismatici pluripiano attrezzati con mensole metalliche incastrate, destinate a sostenere il carico di tre passerelle metalliche che collegano i vari piani. I medesimi pilastri sostengono in sommità la struttura di copertura, costituita da un graticcio di travature metalliche articolate nello spazio a formare un percorso continuo di falde inclinate. La copertura è enfatizzata da un rivestimento in zinco e ripropone il disegno dei percorsi che hanno generato lo spazio sottostante, permettendo la penetrazione della luce naturale attraverso piani vetrati verticali e orizzontali. Una porzione di edificio sovrasta le cupole ipogee appoggiando indirettamente su un impalcato costituito da travi in C.A.P. e soletta collaborante. La facciata esterna dell’edificio è costituita da un sistema di strati sovrapposti di vetro sostenuti da coppie di montanti a C d’acciaio; nella zona basamentale ai ricorsi di vetro si sostituiscono progressivamente strati d’acciaio. Tra questa facciata e quella in muratura si sviluppa uno spazio liminare che avvolge tutto l’edificio. All’interno di questo, corrono le rampe delle scale di sicurezza a servizio dei piani. Sotto l'aspetto energetico ed impiantistico, l'intervento è caratterizzato da un sistema geotermico a ciclo aperto. L’impianto del tipo ad anello liquido e volano termico è in grado di fornire l’energia termica e frigorifera per il fabbricato utilizzando come fonte primaria di energia l’acqua di prima falda e come volano termico la vasca di accumulo dell’acqua antincendio. Ogni singola unità commerciale è climatizzata con una pompa di calore ad elevata efficienza, collegata all'anello liquido. Questo tipo di impianto consente di evitare l’impiego di generatori di calore nel fabbricato, con l'azzeramento dell’inquinamento atmosferico e l'eliminazione dei rischi connessi all’utilizzo del combustibile. Lo scambio geotermico consente una elevata efficienza energetica e un abbattimento dei costi per il riscaldamento e raffrescamento dei locali. Identikit Superficie costruita: 13.000 m2 Superfici facciate: circa 2000 m2 Elementi di facciata: 60.000 pannelli di vetro e 150.000 kg di acciaio Progetto architettonico: Massimiliano e Doriana Fuksas Progetto strutturale: Ai Studio - Ai Engineering Srl, Torino Progetto Impianti: Ai Studio - Ai Engineering Srl, Torino
16 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    There is a new building in Piazza della Repubblica in Turin. It is the "Palatino" (also known as "Palafuksas"), a retail building designed by Studio Fuksas with architect Carlo Novara, Ai Engineering Srl and Ai Studio, winners back in 1998 of the public competition for the redevelopment of the north-west area of this city square. The work involved the redevelopment of the north-west part of Piazza della Repubblica and involved demolition of the Clothing Market, built in the '60s, replacing it...

    Project details
    • Year 2011
    • Work finished in 2011
    • Client Città di Torino
    • Status Completed works
    • Type Shopping Malls
    Archilovers On Instagram
    Lovers 16 users