Riallestimento di abitazione in Torino

"una nuova residenza per quattro persone" Turin / Italy / 2007

2
2 Love 1,754 Visits Published
Restauro e Risanamento conservativo nel centro storico di Torino.

Analisi storiche: L’abitazione si trova al terzo piano del Palazzo CERIANA MAINERI - già Palazzo CIRIE' e GONTERI DI CAVAGLIA' – nella zona centrale aulica torinese, il cui primo impianto edificatorio risale al XVII secolo.
Le fonti d’archivio attribuiscono l’originaria opera al regio architetto Amedeo di Castellamonte e a Maurizio Valperga, annoverandola di diritto tra i monumenti cittadini “salvaguardati” dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
In relazione agli ingenti danni subiti durante il secondo conflitto mondiale, il palazzo venne ricostruito a partire dal 1955-1956.
Gli atti d’archivio, precedenti alla ricostruzione, riferiscono le tematiche adottate dalla commissione comunale esaminatrice del nuovo progetto in relazione alla scarsa consistenza dell’elemento architettonico originale residuo con l’impossibilità di restaurare e riproporre le originali caratteristiche architettoniche.
Venne raggiunto un autentico equilibrio ricostruttivo - così come oggi appare - tra l’antico impianto e le nuove e riprogrammate volumetrie abitative

Linee giuda: L’appartamento rientra in una delle nuove volumetrie interessate dalla ricostruzione post-bellica delle parti mancanti o gravemente danneggiate, risultando fortemente caratterizzato dalla presenza di grandi pareti finestrate all’interno delle camere da letto e dell’ampio salone.
Gli interventi di Restauro e Risanamento conservativo dell’abitazione quivi illustrata, ripercorrono le linee guida di quanto il passato ci ha consegnato; la definizione degli spazi è stata completamente rivista ed adattata ai desiderata d’una famiglia di quattro persone mantenendo però inalterato l’originario impianto distributivo.

La nuova definizione interna ha previsto: ingresso,grande salone, tre camere da letto, cucina, due servizi igienici, disimpegni, ripostiglio e lavanderia.

Le fasi esecutive: Completate le demolizioni di materiali di non significativo valore storico documentale, la fase ricostruttiva è stata caratterizzata dalla definizione dei nuovi spazi inserendo nei locali cucina, bagno e ripostiglio, prospettanti il disimpegno d’ingresso, aperture ad ante scorrevoli.
L’inserimento di un unico nuovo materiale a pavimento – accostato alle recuperate superfici in rovere – caratterizza questo progetto riqualificativo estetico, tecnologico e funzionale.
Il nuovo pavimento – lastre in gres porcellanato di colore grigio antracite – è stato accostato alle originarie superfici in rovere mediante semplici geometrie; nell’area d’ingresso emerge anche un mosaico metallico particolarmente indicato alla riflessione delle lampade segna - passo.

I rivestimenti dei bagni avvicinano ceramiche di tonalità chiara al vetro colorato creando macchie omogenee di colore giallo ocra e rosso rubino valorizzate dalla luce artificiale diretta dei faretti a soffitto.

L’impianto d’illuminazione con apparecchi sia a pavimento che soffitto a tecnologia a led, ad alta resa decorativa e ottimo gradiente illuminotecnico e con ridotti consumi energetici - potenze di pochi watt - sottolinea i materiali presecelti valorizzandoli.

La scelta delle decorazioni murali nelle rincorrenti tonalità grigio e avorio, completa il progetto
di valorizzazione dei nuovi ambienti e delle emergenti quinte murali dell’ingresso di color rosso allegro.

Completano Il restauro la rimessa in pristino delle grandi pareti finestrate in duglass con la completa revisione della ferramenta e l’inserimento delle vetrerie basso emissive.

Massimo Bonifanti
2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Restauro e Risanamento conservativo nel centro storico di Torino.Analisi storiche: L’abitazione si trova al terzo piano del Palazzo CERIANA MAINERI - già Palazzo CIRIE' e GONTERI DI CAVAGLIA' – nella zona centrale aulica torinese, il cui primo impianto edificatorio risale al XVII secolo.Le fonti d’archivio attribuiscono l’originaria opera al regio architetto Amedeo di Castellamonte e a Maurizio Valperga, annoverandola di diritto tra i monumenti cittadini “salvaguardati” dal Ministero per i Beni...

    Project details
    • Year 2007
    • Work started in 2006
    • Work finished in 2007
    • Client privato
    • Status Completed works
    • Type Apartments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users