pedibus giotti

Trieste / Italy / 2009

1
1 Love 1,297 Visits Published
Il progetto si è posto fin dall’inizio le seguenti finalità:

•recuperare e ridefinire uno spazio dedicato ai pedoni studiando protezioni confortevoli con il fine di rendere maggiormente visibile tutto il tragitto; ciò sarà possibile attraverso la riduzione della carreggiata stradale a favore di nuovi marciapiedi e piste ciclo-pedonali più confortevoli; • Tutta la strade principali, laddove possibile, saranno trasformate in veri e propri viali urbani attraverso l’inserimento di nuove attrezzature per la sosta; • riorganizzazione e riuso dei parcheggi per migliorare la qualità e soprattutto la quantità di spazio a favore dei pedoni; • eliminazione di tutti gli ostacoli visivi che si possono incontrare lungo il percorso; • adeguamento della sicurezza stradale attraverso un uso attento della segnaletica orizzontale e verticale (aumento delle strisce pedonali, segnaletica di precedenza, segnaletica per la moderazione della velocità); •sistemazione accurata dei percorsi pedonali con l’obiettivo di dare maggior confort ai veri fruitori di questi spazi; • riorganizzazione delle entrate della scuola; • individuazione di una segnaletica e punti di riferimento significativi e rassicuranti per i bambini; • organizzazione di un’immagine grafica coordinata al fine di rendere maggiormente visibile i tragitti casa – scuola sia per i bambini che fruissero di questi spazi sia per gli abitanti del quartiere che saranno sensibilizzati attraverso un’adeguata informazione. Il progetto di grafica dunque non è previsto solo per la segnaletica ma anche al fine di creare una campagna di sensibilizzazione attraverso manifesti, calendari e gadget di vario tipo.
Fasi del progetto Pensare un progetto per fasi ci ha consentito di garantire un miglioramento seppur graduale (ma sicuro) nel tempo, dei percorsi casa – scuola. Il progetto preliminare, in fase di redazione, prevede tre fasi progettuali nelle quali saranno, per step, invidiate le priorità e dunque apportate le modifiche lungo i percorsi: •pennellessa: studio dell’immagine grafica coordinata del progetto al fine di individuare elementi di riconoscimento per ogni percorso casa – scuola. In questa prima fase saranno realizzate le seguenti cose: 1_segnaletica verticale Comune denominatore della segnaletica per il pedibus sarà la grafica. Per quanto riguarda la segnaletica verticale è stato pensato un sistema di segnali ben visibili al fine di identificare, per ogni percorso, il capolinea e le fermante del pedibus. Disegnate come se fossero un fumetto, le indicazioni delle fermate saranno riconoscibili sia ai bambini che parteciperanno che agli abitanti che saranno in grado di riconoscere, e quindi prestare più attenzione, i luoghi interessati dal pedibus. La sistemazione di questa segnaletica sarà effettuata sfruttando i pali già esistenti della luce o delle fermate degli autobus. 2_segnaletica orizzontale Con la medesima grafica, la segnaletica orizzontale permetterà al bambino di individuare esattamente il punto in cui aspettare il pedibus. Anche questa è stata pensata come se fosse un fumetto che al suo interno indicherà numero della fermata e ora di passaggio. 3_segnaletica direzionale Con il fine di aiutare il bambino nella comprensione del percorso facendolo inoltre diventare autonomo nel suo tragitto casa – scuola è stata pensata una segnaletica direzionale. Questa prevederà l’utilizzo d’alcuni vecchi supporti presenti lungo la strada che di conseguenza potrebbero essere riutilizzati. 4_attraversamenti pedonali Per ogni percorso pedibus sono stati individuati alcuni punti critici che sono privi d’adeguati attraversamenti ciclo-pedonali. Anche le strisce d’attraversamento avranno i colori assegnati ad ogni percorso favorendo in tal modo la percezione e l’attenzione del guidatore cha sarà così portato a rallentare con la propria macchina. Obiettivo principale di quest’intervento è rendere visibile e informare il guidatore che su quella strada vi è un passaggio di bambini.
•in sicurezza: la seconda fase di progetto, ovvero la messa in sicurezza e adeguamento di alcuni punti ritenuti critici lungo, consiste nella realizzazione, laddove necessario, di nuove recinzioni e la disposizione di dissuasori per la separazione del traffico pedonale a quello carrabile. Le scritte pedibus sulla recinzione e divertenti dissuasori renderanno il tragitto casa – scuola più confortevole ma allo stesso tempo più sicuro. 1_recinzioni In due percorsi su tre è stato necessario prevedere l’inserimento di alcuni piccoli tratti di recinzione al fine di mettere in sicurezza i percorsi pedibus. Le recinzioni verranno serigrafate con diversi motivi al fine di renderle ben visibili a ogni utente della strada. 2_marciapiedi Dal rilievo dello stato di fatto è emersa la necessità, solo per alcuni punti, di adeguare il marciapiede portandolo ad una larghezza minima non inferiore ai 2 mt. 3_dissuasori e salvagenti Al fine di agevolare la separazione tra l’automobile e il pedone si è pensato di inserire, laddove al marciapiede corrisponde anche la funzione di parcheggio, dei dissuasori salvagenti, agevolando in questo modo il passaggio dei bambini.

•andare a scuola divertendosi: la terza fase progettuale prevede l’adeguamento e la riqualificazione dei percorsi al fine di renderli maggiormente riconoscibili attraverso una grafica coordinata adeguata e messa a sistema di alcuni ambiti limitrofi i percorsi, garantendo in tal modo la realizzazione di nuove aree di sosta e nuovi punti d’incontro. 1_marciapiedi La prima proposta, da svolgersi con la partecipazione dei bambini, è quella di compiere delle operazioni di make up in alcuni tratti dei marciapiedi inserendo disegni e alcune scritte che saranno decise con i bambini della scuola.

•pubbliCITTA’: sensibilizzazione di tutti gli attori coinvolti attraverso una campagna pubblicitaria adeguata del progetto “Sportpertuttibus” 1_ gadgets pedibus Realizzazione di diversi gadget che saranno distribuiti a bambini e abitanti del quartiere. 2_grafica pubblicitaria Per aumentare il coinvolgimento e la sensibilizzazione degli abitanti e dei commercianti della zona si è pensato di distribuire dei calendari e degli adesivi che saranno esposti in tutti i servizi della zona. Questo renderà possibile far sapere agli abitanti della zona e ai commercianti quando saranno organizzate le uscite dei bambini e quando ci saranno manifestazioni ed eventi riguardanti il pedibus. La comunicazione del progetto aiuterà bambini e abitanti nella comprensione del progetto sia didattico sia architettonico.
1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il progetto si è posto fin dall’inizio le seguenti finalità:•recuperare e ridefinire uno spazio dedicato ai pedoni studiando protezioni confortevoli con il fine di rendere maggiormente visibile tutto il tragitto; ciò sarà possibile attraverso la riduzione della carreggiata stradale a favore di nuovi marciapiedi e piste ciclo-pedonali più confortevoli; • Tutta la strade principali, laddove possibile, saranno trasformate in veri e propri viali urbani attraverso l’inserimento di nuove attrezzature...

    Project details
    • Year 2009
    • Work started in 2010
    • Work finished in 2009
    • Client UISP TRIESTE
    • Status Completed works
    • Type Landscape/territorial planning
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users