"IL GIARDINO DI PITAGORA"

“ LA TETRAKTYS PITAGORICA” crotone / Italy / 2003

0
0 Love 1,808 Visits Published
1.1 DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO.
Il tema del progetto, così come richiesto dal bando è la creazione di un polo di attrazione turistica, con funzioni di pregio legate alla cultura ed al tempo libero, attraverso:
• riqualificazione paesaggistica e ricostruzione dell’ambiente vegetazionale del Parco Pignera;
• sviluppo di itinerari tematico didattico-culturali, elementi di arredo ed allestimenti museali esterni;
• adattamento di due edifici in corso di recupero, con eventuali integrazioni costruttive, per ospitarne le attrezzature interne.

1.2 ILLUSTRAZIONE DELLE SCELTE PROGETTUALI.
Il progetto preliminare delle opere da realizzare è redatto secondo le disposizioni di legge e dei regolamenti riguardanti la realizzazione di opere pubbliche e secondo le indicazioni del Documento preliminare all’avvio della progettazione di cui al Bando di Concorso.

1.2.1 Criteri ispiratori del “Giardino di Pitagora”.
Nell’organizzazione planimetrica di massima del progetto hanno influito in maniera determinante tre fattori: per primo la volontà progettuale di non limitare l’intervento alla parte pianeggiante di Parco Pignera, ma di sfruttare il pendio della collina come quinta scenografica con la creazione di percorsi ed una sistemazione del verde tali da essere visibili e riconoscibili al contesto urbano, oltre che dai fruitori diretti del parco.
Fondamentale è stata poi la scelta di “materializzare” le intuizioni pitagoriche con il ricorso ad architetture ed all’organizzazione dei percorsi interni che con la loro geometria “costruissero” un paesaggio geometricamente ordinato ed organizzato. Il motivo di questa scelta, che ad una prima considerazione potrebbe apparire in contrasto con il carattere naturalistico che dovrebbe essere tipico di un qualsiasi parco, affonda le sue radici proprio in quello che è il fondamento del pensiero pitagorico: ossia che tutto ciò che esiste, e quindi anche la natura stessa, perfino la più selvaggia, può essere ricondotto, anzi trova la sua essenza più profonda, nella propria natura geometrica.
Infine si è voluto creare un giardino completamente accessibile, anche a persone con ridotte capacità motorie, senza l’ausilio di mezzi meccanici, ma sfruttando anzi la necessità di rispettare le pendenze massime ammesse per i percorsi pedonali come elemento caratterizzante del paesaggio.
Il sistema di rampe, non solo come struttura necessaria, ma come occasione progettuale per distribuire le varie attrezzature lungo i percorsi e come “passeggiate” nel verde che disegnano la collina e che vengano utilizzate da tutti, evitando l’emarginazione delle persone disabili nella fruizione del giardino.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    1.1 DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO.Il tema del progetto, così come richiesto dal bando è la creazione di un polo di attrazione turistica, con funzioni di pregio legate alla cultura ed al tempo libero, attraverso:• riqualificazione paesaggistica e ricostruzione dell’ambiente vegetazionale del Parco Pignera;• sviluppo di itinerari tematico didattico-culturali, elementi di arredo ed allestimenti museali esterni;• adattamento di due edifici in corso di recupero, con eventuali integrazioni costruttive,...

    Project details
    • Year 2003
    • Status Competition works
    • Type Theme Parks, Zoos
    Archilovers On Instagram