PROPOSTA PROGETTUALE PER L'AFFIDAMENTO DELLLA NUOVA BIBLIOTECA E CENTRO POLIFUNZIONALE A GESSATE -MI

GESSATE / Italy / 2009

3
3 Love 4,223 Visits Published
primi passi della proposta progettuale sono stati mossi nella consapevolezza di operare in un contesto urbano privo di rilevanze architettoniche, interrotto da percorsi stradali viabilistici da una parte ed ampi spazi amorfi dall’altra, ma molto vicino al centro del paese, pertanto dotato di buona accessibilità, anche pedonale, e di grandi possibilità di riqualificazione. Per questo l’edificio è pensato come elemento di cerniera tra funzioni collettive (asilo nido e biblioteca stessa) e insediamenti residenziali: verso l’asilo, il corpo aggettante della caffetteria definisce una piazza pubblica, non recintata, le pareti arcuate della caffetteria e del prospetto verso Viale Europa sottintendono un invito ad entrare, un rapporto forte tra esterno-interno, in cui il primo viene in qualche modo recepito dall’edificio, creando un dialogo tra la funzione specifica e l’intorno. Medesimo ruolo svolgono la piazza protesa verso Viale Di Vittorio e la fontana: la prima risponde all’esigenza di connettere fisicamente lo spazio urbano circostante ed il nuovo insediamento, divenendo luogo di sosta e rompendo la linearità del tessuto esistente. La seconda è richiamo simbolico: sottolinea l’esistenza di uno spazio di importante diffusione e conservazione della conoscenza, insieme a spazi di svago e di incontro (caffetteria, piazza). Questo ricercato dialogo tra pubblico e privato, tra aperto e chiuso, tra esterno ed interno viene riproposto anche nella configurazione degli ambienti interni, dove il patio oltre a migliorare l’illuminazione naturale interna consente una visione del cielo e del verde. Infatti gli spazi interni della biblioteca sono per lo più aperti, separati per funzione da scaffalature direttamente fruibili dal pubblico, o da elementi architettonici leggeri (patio e scale centrali), che comunque svolgono una funzione importante anche nel migliorare l’acustica, minimizzando quei fastidiosi brusii di sottofondo che spesso caratterizzano gli “open space”. Al piano terra, ad esempio, la zona dedicata alla lettura di riviste e giornali viene collocata in prossimità del patio, ovvero di uno spazio che per sua definizione non è “ne dentro ne fuori”, uno spazio dove più persone possono usufruire delle sedute ed instaurare un colloquio senza disturbare gli altri utenti. Al piano primo, le zone lettura e studio (n.1 e 5 in pianta), che richiedono maggiore tranquillità, sono collocate in zone più confinate ed, al tempo stesso, in prossimità di terrazzi praticabili o di grandi vetrate. Verso Viale Europa, la continuità del muro viene articolata sia con la diversificazione dei materiali di facciata proposti, sia da ampie aperture, alcune rientranti rispetto al filo esterno della cortina creando ombre e gradevoli chiaro-scuri
3 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    primi passi della proposta progettuale sono stati mossi nella consapevolezza di operare in un contesto urbano privo di rilevanze architettoniche, interrotto da percorsi stradali viabilistici da una parte ed ampi spazi amorfi dall’altra, ma molto vicino al centro del paese, pertanto dotato di buona accessibilità, anche pedonale, e di grandi possibilità di riqualificazione. Per questo l’edificio è pensato come elemento di cerniera tra funzioni collettive (asilo nido e biblioteca stessa) e...

    Project details
    • Year 2009
    • Client COMUNE DI GESSATE (MI)
    • Status Unrealised proposals
    • Type multi-purpose civic centres / Libraries
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users