Chiesa di Geraci Siculo (PA)

Geraci Siculo / Italy / 2001

0
0 Love 1,214 Visits Published
L’intervento progettuale interessa un’area posta in posizione nord rispetto all’insediamento storico del nucleo urbano di Geraci Siculo. Tale area di circa 1800,00 mq. costituisce la quinta finale di una più vasta area destinata ad un insediamento di edilizia economica e popolare. Nella superficie interessata dall’intervento vi è la preesistenza di una piccola chiesetta circondata da due lati da una tettoia. Di intesa con la Soprintendenza, l’intervento progettuale prevede il restauro e il riuso di tale manufatto che pur non conservando elementi particolari di pregio, è testimonianza e memoria storica di un uso e di una devozione particolare. Di intesa con la Commissione d’Arte Sacra la cappella restaurata sarà destinata a zona della confessione e a zona del battesimo. Il percorso progettuale è partito dall’analisi del contesto ambientale e architettonico delle immediate adiacenze e del centro urbano storico. Il contesto immediato è caratterizzato da un insieme di unità abitative di recente edificazione delimitate da una maglia viaria e da una vasta area, non baricentrica posta verso est, destinata ad attrezzature d’uso pubblico. Inoltre nessun particolare elemento caratterizza l’insieme delle unità abitative né vi sono rimandi alle caratteristiche tipologiche e di tessiture viarie del centro urbano storico. La nuova chiesa, o meglio l’insieme costituito dalla preesistente Cappella, dalla nuova Chiesa e dagli uffici parrocchiali, dalla sistemazione dell’area, si vuole porre come punto di riferimento dell’intero nucleo di nuova edificazione. L’area del progetto è stata scomposta in parti ognuna con specificità funzionali; parti che si aggregano e si completano a vicenda sia per le funzioni ad esse destinate sia per la composizione distributiva. La cappella restaurata, destinata come sopradetto ad accogliere la zona delle confessioni e il fonte battesimale, è legata alla nuova Chiesa da un’ampia scalinata che si diparte proprio dal sagrato della nuova Chiesa. Tutta l’area intorno la Cappella è circondata da un prato, con percorrenza minima di accesso, e si pone come una piattaforma-terrazza fronteggiante ad est l’ampia vallata. Gli uffici parrocchiali sono stati previsti utilizzando i dislivelli altimetrici preesistenti tra la Cappella e l’asse viario sottostante. Gli uffici parrocchiali si articolano intorno ad una corte collegata con l’asse esterno di percorrenza e con la zona della nuova Chiesa. La copertura di questi locali è un prolungamento della terrazza con tappeto verde che si diparte dalla zona della Cappella. Tra la nuova Chiesa e la Cappella quasi a cerniera è previsto un porticato dove sarà collocata la Via Crucis. La nuova Chiesa ha all’esterno un ampio sagrato e dietro la parte absidale una vasta area prospetta, anch’essa come una terrazza, sull’ampia vallata sottostante. Il campanile si eleva, distaccato dalla fabbrica della Chiesa, quasi al bordo dell’area dell’intervento. Il restauro e riuso della Chiesetta prevede la ricostruzione con gli stessi materiali e con le stesse tecniche originarie. Il restauro prevede inoltre la riapertura del vano esterno (tettoia) che originariamente si presentava come un corridoio esterno a forma di elle. È previsto il restauro dell’altare ancora leggibile e il ripristino dei vani finestra e del vano di accesso anch’essi ancora leggibili. All’esterno sarà ricostituito il paramento murario in pietrame locale a faccia vista con l’asportazione di alcuni tratti che presentano superfetazioni di intonaco di collocazione successiva. All’interno sarà ricostituito il paramento preesistente con intonaco macroporoso. La pavimentazione interna è prevista con piastrelle in cotto pretrattato; nella parte esterna dove viene restaurata la tettoia, è prevista una pavimentazione con basoli disposti di taglio e di piano a ripresa di tipi di pavimentazione ancora esistenti nel centro urbano antico di Geraci Siculo. Evidentemente i volumi, le altezze interne ed esterne, nonché il dimensionamento in pianta, saranno ripristinati nel rispetto di quanto già preesistente. La nuova Chiesa ha una superficie interna di mq. 325,90 ed è stata dimensionata per un numero di fedeli seduti di 324 e un numero di fedeli in piedi di 70; per un totale quindi di circa 400 fedeli. La nuova Chiesa si sviluppa in pianta con una forma rettangolare da cui aggettano il volume dell’ingresso e il volume dell’area presbiteriale. Le dimensioni in pianta della nave della nuova Chiesa sono di ml. 22.40*13.40 per un’altezza della stessa di ml. 9.80. La zona dell’ingresso ha una altezza di ml. 5.60; la zona del presbiterio ha una altezza di ml. 16.50. Lateralmente nella nave della nuova Chiesa si sviluppano quattro elementi alternati ad altri quattro elementi che si sviluppano per un’altezza di ml. 10.90. In questi quattro elementi sono ricavate le aperture che in verticale si sviluppano a forma di C essendo previsti due elementi verticali e un elemento orizzontale a chiusura di ognuno dei quattro elementi. Tale motivo è ripreso al piano delle coperture poiché, in corrispondenza di ognuno dei quattro elementi, sono stati previsti altrettanti elementi da cui penetrerà la luce. Il riferimento di tali elementi inseriti tra la copertura e il piano verticale dei prospetti è stato il ciborio; elemento, come è noto, reso obbligatorio dalla Congregazione dei Riti nel 1600 ma non più prescritto dall’ultima riforma liturgica. I paramenti di finitura all’interno e all’esterno della nuova Chiesa sono previsti in cemento a faccia a vista; in corrispondenza dei quattro elementi a sinistra e a destra della nave sono previsti quattro pannelli con rappresentazione iconografiche realizzate con la tecnica del mosaico o a tempera con terre e pigmenti naturali. La pavimentazione interna della Chiesa è prevista in lastre di marmo tipo Billiemi disposte a disegno regolare con una fascia di marmo a giro, lungo la perimetrazione in pianta del rettangolo, in marmo di colore bianco. Il campanile è collocato in posizione distaccata dalla nave e dal presbiterio della Chiesa. La sua altezza è prevista in ml. 25.50; tale altezza è stata calcolata e dimensionata rispetto alle altezze di alcuni corpi di fabbrica già esistenti e in maniera che l’elemento campanile e quindi la Chiesa fosse leggibile da qualsiasi zona dell’area intorno. Anch’esso è previsto in cemento faccia a vista. Tra il campanile e la Chiesa è previsto un collegamento con un porticato e alla base del campanile è predisposta una prima sagrestia. Tra la nuova Chiesa e la zona degli uffici parrocchiali è previsto un porticato dove si svilupperà la Via Crucis. Gli uffici parrocchiali e i locali accessori sono previsti su due livelli differenziati con una corte interna, adoperando i dislivelli altimetrici preesistenti. Alla stessa quota del piano esterno della Chiesa sono stati previsti una seconda sagrestia e un locale ufficio parrocchiale; un percorso che aggetta sulla corte interna conduce ad una zona destinata a biblioteca. Una scala conduce al sottostante livello dove sono stati previsti due vani per mediateca e per sala riunioni e un ufficio parrocchiale con archivio. L’ingresso di questo livello è a quota con la strada già esistente. La copertura di questo corpo di fabbrica è a quota del piano di imposta della Chiesetta preesistente ed è stato previsto come un unico piano, predisposto a prato verde, senza alcuna frammentazione.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’intervento progettuale interessa un’area posta in posizione nord rispetto all’insediamento storico del nucleo urbano di Geraci Siculo. Tale area di circa 1800,00 mq. costituisce la quinta finale di una più vasta area destinata ad un insediamento di edilizia economica e popolare. Nella superficie interessata dall’intervento vi è la preesistenza di una piccola chiesetta circondata da due lati da una tettoia. Di intesa con la Soprintendenza, l’intervento progettuale prevede il restauro e il...

    Project details
    • Year 2001
    • Client Amministrazione Comunale di Geraci Siculo
    • Status Completed works
    • Type Churches
    Archilovers On Instagram