Stand per Luvata

Trasparenze e natura Salerno / Italy / 2011

0
0 Love 1,155 Visits Published
Architettura trasparente Un edificio è un oggetto che dà riparo, disse Louis Kahn. Il suo scopo è quello di racchiudere lo spazio. Fa eccezione la struttura reticolare. Non dovendo svolgere funzione di rifugio e d’isolamento, essa può esprimere i concetti di copertura dell’interno e di apertura verso l’esterno più liberamente di altre forme di architettura. E, quel che è più, la sovrapposizione dei volumi è visibile attraverso la particolare trasparenza del reticolo. Queste due considerazioni originano una forma pura, sperimentale, di architettura. I pannelli reticolari hanno un’ ambigua capacità di descrizione dei piani e dei volumi. Essi non nascondono tutto lo spazio che occupano. Questa architettura, così complessa e contraddittoria, basata sulla ricchezza e sull’ambiguità del moderno, include anche l’esperienza artistica. Si è cercato di mettere in evidenza questi ragionamenti attraverso la realizzazione di questa struttura denominata “Trasparenza”, composta da due forme geometriche compenetranti, due parallelepipedi di cui ciascuno di essi è al tempo stesso, l’interno e l’esterno dell’altro e da un nucleo centrale. La stabilità del nucleo centrale è contraddetta dalla spinta verso l’esterno dell’involucro di facciata. I vari rapporti di questi elementi geometrici sono resi ulteriormente complessi dalle proporzioni e direzioni date al reticolo. L’ortogonalità dei parallelepipedi è contraddetta dal reticolo diagonale che lo descrive. Questi diversi elementi, all’interno e all’esterno, sul fronte e sul retro, creano un contatto visivo attraverso il reticolo trasparente. L’involucro è insieme aperto e chiuso. La struttura è statica eppure dinamica. I suoi volumi massicci sono alleggeriti dal reticolo. Il suo disegno rigorosamente geometrico sarà cancellato dalle forme assolutamente imprevedibili della vegetazione. A cicli stagionali, i rampicanti riveleranno la struttura. L’oggetto si adatta all’uomo e alla natura. La costruzione del graticolato definisce uno spazio interno ed esterno allo stesso tempo. E’ costituito da una struttura geometrica che sorregge lastre di rame perforate. Le sottili strutture trasparenti possono essere ricavate dall'allungamento del rame, dall'intreccio del filo di rame, dal taglio a getto d'acqua della lastra di rame o da vari metodi di perforazione. Le diverse tonalità possono ampliare ulteriormente gli orizzonti produttivi. Le caratteristiche del graticolato sono la trasparenza e permeabilità, trasparenza dei piani che consentono una lettura simultanea e cristallina dei volumi, permeabilità che permette la crescita della vegetazione all’interno e all’esterno della struttura. Il disegno del graticolato con la sua potenzialità formale, la scelta delle direzioni, della scala, dei tagli permette di descrivere una forma in relazione con l’ambiente vegetale.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Architettura trasparente Un edificio è un oggetto che dà riparo, disse Louis Kahn. Il suo scopo è quello di racchiudere lo spazio. Fa eccezione la struttura reticolare. Non dovendo svolgere funzione di rifugio e d’isolamento, essa può esprimere i concetti di copertura dell’interno e di apertura verso l’esterno più liberamente di altre forme di architettura. E, quel che è più, la sovrapposizione dei volumi è visibile attraverso la particolare trasparenza del reticolo. Queste due...

    Project details
    • Year 2011
    • Work started in 2011
    • Work finished in 2011
    • Status Current works
    • Type Exhibition Design
    Archilovers On Instagram