Recupero e rifunzionalizzazione del casale di S. Pietro -Castronovo di Sicilia

Casale di San Pietro - Castronovo di Sicilia Borgetto / Italy / 2006

0
0 Love 1,510 Visits Published

Arricchito da una complessa struttura architettonica, il Casale di San Pietro, è composto da un elemento centrale rappresentato dall'ex chiesa (già in fase di restauro) e dai suoi elementi di ingresso: una rampa in leggera pendenza (sagrato) e da una corte scoperta ad essa adiacente, che funge da secondo ingresso, anch’essi in fase di recupero.
I “nuovi” lavori di ristrutturazione, di adeguamento e recupero, saranno effettuati sui corpi adiacenti all'ex chiesa oggi utilizzati come magazzini per il ricovero di derrate alimentari provenienti dalla campagna ed utilizzati anche per il ricovero di attrezzi agricoli.
Lateralmente all’edificio ex chiesa si trova un altro corpo con due grandi vani soppalcati da minuscole unità abitative che anticamente fungevano da ricovero per il personale che lavorava nei luoghi del Casale .
L’edificio basso posto lateralmente alla chiesa ma limitrofo alla piccola corte interna sarà destinato a due specifiche funzioni, parte di essa ad alloggio del custode e parte a caffè letterario.
Nella torre merlata, sempre limitrofa alla piccola corte, i vari piani saranno adibiti: quelli superiori ad uffici, mentre quelli al piano terreno conterranno parte dei servizi.
Questi locali al piano terreno sono caratterizzati da un passaggio di collegamento tra la corte interna e l'ex magazzino, adibito nel nostro progetto a spazio per attività commerciali con esposizioni e vetrine enogastronomiche dei prodotti tipici del luogo.
Infine, il suggestivo vano grande sarà un unico ambiente destinato all'esposizione delle attività produttive di agricoltura ed alla valorizzazione e promozione del territorio.
Parte dello stesso locale verrà soppalcata a sostituzione dei vecchi soppalchi lignei con una struttura in acciaio che sarà destinata, parte a spazio espositivo per l' artigianato e parte come piccola biblioteca; entambi si affacciano sulla grande sala scandita ritmicamente dai due ampi archi realizzati in pietra intagliata.
Le nuove attività individuate consentiranno di ottenere degli spazi espositivi da destinare alla valorizzazione, promozione delle attività produttive locali e delle sue produzioni, agricole, artigianali, agroalimentari ed ambientali.
Tali prodotti sono legati ai principali settori che costituiscono l'economia locale, basata prevalentemente sull'agricoltura e quindi sulle produzioni agroalimentari tipiche; mentre anche l'artigianato avrà un suo spazio espositivo.
Tutti questi corpi appena descritti saranno soggetti al restauro dei prospetti in pietra a faccia a vista, al rifacimento totale della copertura realizzata con lo stesso principio e nelle stesse dimensioni dell’esistente, con coppi alla siciliana e travi in legno per la struttura primaria e secondaria, alla rimozione ed alla sostituzione dei vecchi infissi con quelli di nuova fattura ed al rifacimento della pavimentazione in cotto.
Anche l'esterno del bellissimo complesso di San Pietro sarà soggetto a progettazione, interessante diventa l’idea della sistemazione di piccoli specchi d'acqua di profondità molto esigua, posti bassi rispetto al piano di calpestio, atti a ricordarci con la loro presenza simbolica la vicinanza del fiume Platani.
Tutta la restante parte, tra leggere pendenze e rampe d’accesso ( per facilitare anche l’accesso ai portatori d’handicap), a causa delle differenze di quote tra i vari corpi è caratterizzata da un percorso che avvolge il casale fino a delimitare una zona di sosta (dove si affaccia il corpo più grande del complesso) delimitata da una seduta, realizzata in pietra squadrata ( biancone di Sicilia), che riprende il muretto d’ambito progettato per delimitare il sagrato all'ingresso alla chiesa.
Tutto verrà abbellito e contornato da una zona verde e da una zona parcheggio dalla quale si potrà accedere direttamente alla corte centrale, fulcro d’ingresso per le varie zone.
In questo tratto che ci porta all'ingresso principale del complesso verrà posta su un piedistallo realizzato sempre in pietra una scultura totem in acciaio realizzata da un artista con soggetto la “ Valle del Platani”.
Premesso ciò, l’intervento progettuale a grande scala previsto per il restauro dell’intero casale, segue modalità di tipo conservativo con cambiamento di destinazione d’uso e prevede l’impiego di materiali e tecniche il più possibile coerenti con quelle preesistenti, al fine di individuare le più corrette metodologie di restauro, come di già adottate con l’avallo della Soprintendenza BB.CC.AA. per il primo stralcio comprendente la ex chiesa.
Particolare importanza ha rivestito la fase di conoscenza, di rilievo e diagnosi dei dissesti.
Su tali considerazioni è stato redatto il rilievo complessivo del casale che costituisce oltre la sua restituzione geometrica, anche la successiva parte propedeutica al progetto di restauro e di riuso del manufatto nella sua interezza tipologica.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Arricchito da una complessa struttura architettonica, il Casale di San Pietro, è composto da un elemento centrale rappresentato dall'ex chiesa (già in fase di restauro) e dai suoi elementi di ingresso: una rampa in leggera pendenza (sagrato) e da una corte scoperta ad essa adiacente, che funge da secondo ingresso, anch’essi in fase di recupero.I “nuovi” lavori di ristrutturazione, di adeguamento e recupero, saranno effettuati sui corpi adiacenti all'ex chiesa oggi utilizzati come magazzini per...

    Project details
    • Year 2006
    • Work started in 2004
    • Work finished in 2006
    • Client Comune di Castronovo di Sicilia
    • Status Completed works
    • Type Restoration of old town centres / Museums / Monuments
    Archilovers On Instagram