Masseria Le Querce

Lecce / Italy / 2020

22
22 Love 587 Visits Published

Il racconto di questa dimora su due livelli in stile masseria comincia dalla richiesta dei committenti di voler completare i lavori di una struttura i cui corpi edilizi erano già formalmente definiti e in stato di rustico, su progetto del precedente architetto incaricato, arch. Antonella De Ramundo. Se è vero che, come credo, la bellezza nasce subordinata a uno scopo da raggiungere allora possiamo dire che l’intenzione nella rielaborazione di questo progetto è stata subordinata all’idea di una ritrovata “semplicità” laddove poteva sembrare a volte essersi persa. Non ci sono ricette date, la semplicità non è semplice; il suo risultato appare ovvio solo una volta finito il lavoro. Più nello specifico le soluzioni si sono ricercate nell’abaco tradizionale delle costruzioni mediterranee e regionali, prese a modello fondativo del tipo di costruzione che si era iniziata. Un lavoro quindi di messa a fuoco delle singole parti, e di pulizia generale, cercando di allontanare eventuali elementi “estranei” alla tipologia di riferimento. Si rendevano necessarie soluzioni architettoniche in vari punti della masseria con particolare riguardo tra le altre, il ridisegno della grande sala a doppia altezza centrale, il soggiorno del cui risultato finale rende particolarmente orgogliosi i progettisti. L’intervento ha interessato quindi prevalentemente tutta la definizione delle parti interne e il completamento di tutte le sistemazioni esterne che vantano circa 550 m2 di pergolati e terrazze ombreggiate; qualche modifica si è resa necessaria anche su alcune parti dei prospetti della casa in particolar modo sul fronte lato piscina; sono stati ridisegnati e rifatti tutti i camini esterni ed interni alla casa e tutti gli 8 bagni presenti; l’illuminazione interna ed esterna, le porte interne ed esterne in legno, gli arredi e le finiture. Nel patio, a lato del soggiorno, ad una fontana in stile marocchino si è preferito una modesta corte rurale e silenziosa, lastricata in basolato di pietra, che ospita attualmente un bellissimo albero scelto dai proprietari. Per gli interni sono state usate tonalità della tavolozza bianco-crema, la qualità degli infissi in corten e delle finiture danno il tono al resto della proprietà. Per gli esterni è stata realizzata una fresca pavimentazione in pietra di Soleto e in basoli di grosso spessore. Un aspetto a cui lo studio di progettazione tiene in particolar modo, riguarda la progettazione degli spazi di accesso e di parcheggio. La scelta di lasciare l’accesso al portone principale della masseria come un percorso di vecchi carri, conferisce ora all’ingresso la felice immagine di un vecchio tratturo immerso nel verde; al suo fianco al di là del muro a secco sono stati organizzate la viabilità veicolare e i parcheggi necessari. La ampia area al servizio della vita all’aperto, magica durante il giorno, diventa davvero incantata dopo il tramonto quando viene illuminata da una luce soffusa e dorata. Oggi lo studio lavora ancora al progetto che prevede la realizzazione di un giardino tematico recintato da muri in tufo, e di altri locali destinati alla lavorazione della terra di proprietà.

22 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    Il racconto di questa dimora su due livelli in stile masseria comincia dalla richiesta dei committenti di voler completare i lavori di una struttura i cui corpi edilizi erano già formalmente definiti e in stato di rustico, su progetto del precedente architetto incaricato, arch. Antonella De Ramundo. Se è vero che, come credo, la bellezza nasce subordinata a uno scopo da raggiungere allora possiamo dire che l’intenzione nella rielaborazione di questo progetto è...

    Project details
    • Year 2020
    • Work started in 2020
    • Work finished in 2020
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence
    Archilovers On Instagram
    Lovers 22 users