Complesso plurifamiliare in loc. Seyssinod di Gignod (AO)

sviluppo di PUD ad iniziativa privata GIGNOD / Italy / 2010

0
0 Love 1,315 Visits Published
SITUAZIONE DI PROGETTO
Il progetto prevede la realizzazione di tre edifici di cui due uguali corpo A e corpo B ed uno leggermente diverso per sagoma.
I nuovi fabbricati previsti sono di tipo plurifamiliare e sono posizionati nella zona nord-est del lotto oggetto di realizzazione, con il fronte più ampio parallelo alla strada in corso di costruzione.
Le soluzioni e le scelte architettoniche sono state fortemente condizionate sia dall’orografia, sia dalle linee guida del P.U.D. tanto da dover prevedere tutta una serie di muri di contenimento, come si evince dalle sezioni di progetto.
Le scelte tipologiche ed architettoniche di progetto derivano essenzialmente dal voler rispettare le caratteristiche costruttive della zona montana in cui sorgeranno gli edifici quali: murature in mattoni esternamente rivestite in pietra, precisamente in corrispondenza del basamento per un’altezza di 1,00 m, in corrispondenza degli spigoli, e come rivestimento dei pilastri esterni ed in parte con intonaco e tinteggiatura con colori dai toni chiari che verranno concordati con l’Ufficio Tecnico dell’Amministrazione Comunale; il tetto è costituito da un’orditura in legno e manto di copertura in lose, i serramenti e le ringhiere sono in legno; mentre le murature dei piani interrati adibiti ad autorimesse, cantine e locali di servizio sono in calcestruzzo armato su cui poggeranno solai in lastre prefabbricate.
Soprattutto la morfologia stessa del terreno, ha contribuito notevolmente ad ottenere una soluzione su 2 piani fuori terra per i corpi A e B ed 1 piano fuori terra oltre uno aggiuntivo interrato per il corpo C avendo quindi la seguente situazione:
- piano interrato comune ai tre fabbricati articolato su tre livelli con parte fuori terra sul fronte nord per un’altezza di 1,50 m compreso l’estradosso del solaio e destinato ad autorimesse, depositi e cantine;
- piano terreno destinato ad alloggi;
- piano primo solo per i fabbricati A e B anch’esso destinato ad alloggi e raggiungibile tramite una scala in c.a.
L’ingresso veicolare all’interrato avviene direttamente dalla strada con una rampa coperta che distribuisce tramite l’area di manovra alle autorimesse ed ai locali accessori agli alloggi; inoltre tre corpi scale distribuiscono ai vari livelli.
Esternamente, sul lato nord, un doppio corpo scale rivestito in pietra consente il raggiungimento di marciapiedi in lastricato “ad opus incertum” al livello superiore (piano terra) dei fabbricati A e B dove sono collocati gli ingressi principali dell’unità abitative mentre solo tramite altre quattro rampe di scale, si raggiunge il piano terra del corpo C.

Distributivamente i nuovi edifici risultano così composti:
- Corpo A e B: piano terreno composto da n° 2 alloggi divisi in soggiorno-cucina, 2 camere, servizio e disimpegno; piano primo composto da n° 3 alloggi divisi in soggiorno-cucina, camera, servizio e disimpegno; piano interrato adibito a locali accessori;
- Corpo C: piano terreno composto da n° 2 alloggi divisi in soggiorno-cucina, 2 camere, 2 servizi e disimpegno; piano interrato adibito a locali accessori;

L’impostazione architettonica dei nuovi fabbricati, caratterizzata dalla semplicità delle forme, tende a ripetere la tipologia dei fabbricati circostanti, ricorrono infatti gli elementi tradizionali più significativi, quali: movimento di tetti a due falde con abbaini, balconi in legno ed un equilibrato rapporto tra i vuoti ed i pieni.

Il fabbricato sarà allacciato alla rete fognaria comunale, all’acquedotto comunale esistente, come rappresentato in planimetria allegata in scala 1:200, ed alla rete esistente dell’energia elettrica.

Con la possibile adozione di servoscala per la scala di accesso esterna, si garantisce il raggiungimento da parte dei motulesi al piano terreno dei fabbricati. I servizi igienici sanitari risultano adattabili (vedi dichiarazione di adattabilità e allegato grafico).

Successivamente è stato progettato il Corpo D quale villa bifamiliarea a se stante.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    SITUAZIONE DI PROGETTOIl progetto prevede la realizzazione di tre edifici di cui due uguali corpo A e corpo B ed uno leggermente diverso per sagoma.I nuovi fabbricati previsti sono di tipo plurifamiliare e sono posizionati nella zona nord-est del lotto oggetto di realizzazione, con il fronte più ampio parallelo alla strada in corso di costruzione. Le soluzioni e le scelte architettoniche sono state fortemente condizionate sia dall’orografia, sia dalle linee guida del P.U.D. tanto da dover...

    Project details
    • Year 2010
    • Work started in 2006
    • Work finished in 2010
    • Client Soc. CHATEAU DE BELLEVUE
    • Status Completed works
    • Type Parking facilities / Neighbourhoods/settlements/residential parcelling / Multi-family residence
    Archilovers On Instagram