Uffici e Stabilimenti Sambonet

Orfengo / Italy / 2004

1
1 Love 3,325 Visits Published
Date
uffici e stabilimenti 1999-02 (1999-00 progetto; 2000-02 realizzazione)
magazzino 2003-04; (2003 progetto; 2004 realizzazione)

Superfici
lotto 120.000 mq
uffici 3.600 mq
stabilimento 19.400 mq
magazzino 13.000 mq

Design Team
E. Frigerio, R. Casalegno
con F. Biassoni, K. Scott, M. Reale, L. Bigi, D. Reimondo, C. Castelli
per il magazzino A. Capurro e G. Rossi

Coordinamento Engineering e direzione Lavori
IRCI S.r.l con Ing. R. Casalegno e Arch. G. Bivona

Direzione artistica
arch. E. Frigerio

NELLE RISAIE TRA NATURA E DESIGN

Sambonet, marchio riconosciuto a livello mondiale nella produzione di posateria e vasellame, ha inserito la costruzione dei nuovI uffici e dello stabilimento all’interno di un più vasto programma di ristrutturazione e rilancio dell’azienda. Nei primi contatti vennero trasmessi gli obiettivi e le esigenze che il progetto doveva soddisfare: riflettere la filosofia di una azienda internazionale basata sulla qualità totale, dalla cura nella progettazione del prodotto, al design, al servizio di assistenza fornito ai clienti di tutto il mondo. Sul piano pratico, inoltre, i tempi di cantiere dovevano essere contenuti a dodici mesi in modo da effettuare il trasloco delle linee industriali in agosto ed evitare così il fermo della produzione. Le esigenze proprie di questa tipologia produttiva vennero altresì affiancate dalla chiara intenzione di realizzare un complesso dai minimi costi di manutenzione, in rispetto del quadro finanziario dell’operazione ultimo, vero, “censore” del progetto. Ma lo stimolo più importante venne dall’area in cui doveva insediarsi il nuovo complesso: un paesaggio di campagne coltivate a risaie, sezionate dalla statale 11 Vercelli - Novara. Il primo sopralluogo fu sorprendente. Non una costruzione a perdita d’occhio: superfici piane, regolari, piccoli dislivelli disegnati dai canali d’acqua e dai filari di alberi, questi sono diventati gli elementi ispiratori del progetto. L’impianto planimetrico è stato così organizzato secondo uno schema cartesiano, con volumi compatti e tetti piani su più livelli. I prospetti vengono ritmati da geometrie orizzontali che ne riducono l’impatto: aperture, griglie, portoni, impianti trovano ordine secondo un modulo base, mentre il grande volume dello stabilimento si frammenta e conclude verso il fronte strada con la palazzina uffici; una vetrata lunga 100 m e alta 8, protetta da “palpebre” in lamiera di alluminio forata. Il progetto viene così declinato, in pianta e in prospetto, in un modulo geometrico, che rappresenta il DNA dell’insediamento, in modo di ottenere l’armonia finale da affiancare all’armonia del sistema naturale esistente.

A completamento dello schema originario è stato poi costruito, in una seconda fase, il grande magazzino per il prodotto finito e le spedizioni. Come per la palazzina uffici, il fronte est è stato progettato quale elemento di comunicazione, in questo caso pensato come dilatazione di immagine digitale, con megapixel colorati ad esprimere la ricchezza del design che caratterizza le produzioni dell’azienda. Alla trasparenza degli uffici viene così affiancata una superficie cieca e compatta ma vibrante, grazia ad uno schermo che di giorno offre un arcobaleno di colori che varia a seconda della quantità di luce solare presente sino a trasformarsi all’imbrunire dove sedici grandi aperture trasparenti si “vestono” di luce opalescente e colorata.
La facciata è realizzata con dei semplici pannelli prefabbricati in cemento sui quali una pelle traslucida in vetro, protegge i colori e ne ventila la parete.
Per facilitare la circolazione interna la linea di produzione si trova in un’area ad unico piano, in diretta comunicazione con gli uffici tecnici, mentre la palazzina uffici è disposta su due piani. Le due ali di uffici sono collegate da un ponte sospeso vetrato, punto di accesso ad un percorso sopraelevato con il quale i visitatori possono seguire l’intero processo produttivo. L’ingresso agli uffici avviene nel centro della facciata est sotto una pensilina ribassata che comprime lo spazio per liberarlo nell’atrio a doppia altezza. Per contenere tempi e costi di costruzione e gestione, è stata scelta la prefabbricazione, riservando i dettagli più sofisticati per la facciata est degli uffici, del magazzino e gli schermi in lamiera. Nella prefabbricazione pesante si è utilizzato il cemento armato, con campate da 30 a 35 m per lo stabilimento e 9.60 per gli uffici e altezze che variano da 14 a 9 m. Per i tamponamenti perimetrali delle facciate sono stati utilizzati dei pannelli prefabbricati modanati con delle doghe orizzontali e arricchiti da una serie di particolari per far scomparire i giunti. Gettati in speciali casseri sagomati e finiti in graniglia di marmo a base di nero ebano e serizzo, per conferire alle superfici una brillantezza quasi metallica e favorire la smaterializzazione attraverso il vibrare della luce solare. Questa finitura oltre ad annullare i costi di manutenzione e caratterizzare il complesso con un aspetto quasi metallico, richiama i materiali preziosi lavorati nello stabilimento. Lo schermo vetrato proietta e integra di giorno gli uffici verso l’esterno, mentre di notte comunica con la statale nello scoprire la sua attività, diventando così l’elemento di sintesi del progetto, espressione di immagine e tecnologia. In questo caso la prefabbricazione leggera utilizza l’acciaio inox e l’alluminio anodizzato colore naturale: il grande frangisole degli uffici è appeso a tiranti in acciaio inox ai quali sono montati dei pezzi in fusione che fanno da supporto alle pale curvate in lamiera forata di alluminio. I serramenti della facciata hanno una dimensione di 0.90x2.40 m, sottomodulo della struttura che contemporaneamente ordina e modula la disposizione delle varie partizioni interne. Nessuno spazio per il superfluo ma l’utilizzo razionale e consapevole delle risorse per un’architettura tra natura e design, fondata sulla qualità totale.
1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Date uffici e stabilimenti 1999-02 (1999-00 progetto; 2000-02 realizzazione) magazzino 2003-04; (2003 progetto; 2004 realizzazione) Superfici lotto 120.000 mq uffici 3.600 mq stabilimento 19.400 mq magazzino 13.000 mq Design Team E. Frigerio, R. Casalegno con F. Biassoni, K. Scott, M. Reale, L. Bigi, D. Reimondo, C. Castelli per il magazzino A. Capurro e G. Rossi Coordinamento Engineering e direzione Lavori IRCI S.r.l con Ing. R. Casalegno e Arch. G....

    Project details
    • Year 2004
    • Work finished in 2004
    • Client Sambonet S.p.A.
    • Status Completed works
    • Type Corporate Headquarters
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users