IL "TURRIZZO" PROGETTO DI UNA VILLA AI PIEDI DELL'ETNA

Realizzazione di una villa sull'Etna Catania / Italy / 2020

2
2 Love 918 Visits Published

La presenza delle misteriose piramidi dell’Etna presenti nella Sicilia occidentale , ha da sempre suscitato la curiosità di studiosi sull’origine di questi manufatti realizzati con pietra a secco.
 La più attendibile ipotesi si rifà alla tradizione legata alla coltivazione dei fondi nell’area pedemontana, allorquando i contadini nella fase di pulitura dei campi accatastavano le pietre a secco ottenendo una duplice funzione: la pulitura del fondo e la possibilità di avere una visione ampia dello stesso. Altre ipotesi fanno pensare ad un sistema di culto legato all’adorazione dell’Etna, ma forse solo legato ad una legenda. La tipologia costruttiva le fa  somigliare alle piramidi di Guimar, nell’arcipelago delle Canarie sulla costa orientale di Tenerife.La forma piramidale delle basi sovrapposte, la matericità della pietra lavica a conci squadrati, il rigore geometrico della struttura muraria sono stati i consiglieri privilegiati per la realizzazione di questo edificio alle pendici dell’Etna.L’impianto presenta una pianta quadrata 12 m. x 12 m. che attraverso compressione e decompressioni della struttura crea un movimento di volumiIl prospetto principale, nonché parte dei prospetti laterali sono rivestiti in  pietra lavica sbozzata, ricreando la geometria dei “turrizzi” dell’Etna. Il prospetto posteriore, razionalista nella sua espressione geometrica, ove sono collocate le camere da letto, nonché i servizi igienici sono trattati con una finitura a calce di colore bianco. La decompressione presente sul prospetto principale, invece crea una corte pertinenziale   vetrata tale da creare uno spazio interno–esterno, in continuità.
La geometria e le linee della struttura bilanciano lo slancio verso l’alto creato dalle murature piramidali attraverso l’inserimento di un taglio orizzontale sul prospetto principale, che in parte funge da copertura per gli infissi ed il relativo percorso pedonale ed in parte disegna una struttura a patio esterna per la fruizione degli spazi esterni.L’edificio con fondazione su platea sarà realizzato con pareti in cemento armato  rivestite in EPS sulle superfici esterna ed interna, consentendo all’involucro edilizio di eliminare le dispersioni termiche garantendo un comfort abitativo elevato. Il solaio di copertura, piano, verrà realizzato con pignatte in EPS (polistirolo espanso), rivestito all’intradosso con cartongesso con la duplice funzione di incassare i corpi  illuminanti e rivestire il solaio. Gli impianti verranno passati lungo le pareti, evitando il taglio dei laterizi, ma esclusivamente tagliando lo strato superficiale del rivestimento interno in EPS. Successivamente al passaggio della tubazione si procederà alla realizzazione di controfodere in cartongesso.Gli infissi sono previsti in alluminio taglio termico con specchiature in vetro selettivo basso emissivo. Le tramezzature interne verranno realizzate con telaio in alluminio con interposto strato di isolante, sia termico che acustico e rivestite su entrambi i lati con doppio strato di cartongesso. La pavimentazione sia interna che esterna nell’area piscina verranno realizzate in cocciopesto con granulometria differente per le aree esterne al fine di garantire il grip adeguato.
La piscina con sistema a sfioro sfrutta il naturale pendio del terreno con la vista sul golfo di Catania. L’edificio verrà dotato di sistema di recupero delle acque piovane convogliate dalla copertura attraverso tubazione ad incasso. Inoltre, verranno istallati 6 kw di pannelli fotovoltaici sulla copertura al fine di garantire il massimo risparmio energetico evitando dispersioni in atmosfera. Infine, in linea con un idea di architettura bioclimatica, l’edificio verrà collocato pensando all’orientamento del sole.

2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    La presenza delle misteriose piramidi dell’Etna presenti nella Sicilia occidentale , ha da sempre suscitato la curiosità di studiosi sull’origine di questi manufatti realizzati con pietra a secco. La più attendibile ipotesi si rifà alla tradizione legata alla coltivazione dei fondi nell’area pedemontana, allorquando i contadini nella fase di pulitura dei campi accatastavano le pietre a secco ottenendo una duplice funzione: la pulitura del fondo e la...

    Project details
    • Year 2020
    • Work started in 2020
    • Work finished in 2020
    • Main structure Reinforced concrete
    • Cost 250000
    • Status Current works
    • Type Single-family residence / Country houses/cottages
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users