Recupero area La Fabbrichina

Intervento nell'ambito del programma di riqualificazione urbana a Colle di Val d’Elsa Colle Val d'Elsa / Italy / 2012

9
9 Love 16,976 Visits Published
Il recupero dell'area La Fabbrichina rientra nell'ambito del programma “Fabbrica Colle”, ambizioso intervento di riqualificazione urbana e di rivitalizzazione delle attività miste in atto a Colle di Val d’Elsa, in provincia di Siena.

L’area della Fabbrichina, zona artigianale ormai dismessa, si è sviluppata nei primi anni del Novecento con la costruzione della ferrovia. Gli immobili, una volta abbandonati, sono stati colpiti dal degrado, che in alcuni casi li ha ridotti a dei veri e propri ruderi. In seguito alla posizione strategica dell’area, è stato previsto un intervento di riqualificazione che si inserisce nel progetto di trasformazione e valorizzazione urbana dell’intera città e le cui linee guida sono state individuate da Jean Nouvel.

Il recupero dell’area de La Fabbrichina svilupperà un punto nodale per lo smistamento del traffico, ma darà anche un nuovo volto ad un punto importante di approdo alla città. L’ultimo tratto della strada statale 68 sarà sostituito con un nuovo tracciato stradale, facilitando il collegamento meccanizzato fra la parte Alta del paese e quella Bassa e verrà realizzato un parcheggio su due livelli interrati a servizio di coloro che graviteranno in questa zona, ma anche di chi vorrà accedere al centro storico, attraverso l’impianto di risalita, oppure alla piazza cittadina.

Gli ex immobili artigianali saranno ristrutturati, consentendo di liberare il loro nucleo originario dalle superfetazioni portate dagli anni e di riconvertire gli spazi ad attività per servizi, come nel caso dell’immobile della Fabbrichina, o per negozi, residenze e servizi, come per la ex Vulcania. Infine è prevista una stecca di residenze di architettura contemporanea a valle della collina del Poggino, che racchiuderà l’area di intervento attorno ad una zona pubblica completamente pedonale. Gli interventi di recupero dell’area saranno infine completati con la realizzazione della mediateca. Una volta completate le progettazioni esecutive per la realizzazione delle opere di urbanizzazione, seguiranno le procedure per l’appalto dei lavori. Si stanno anche valutando alcuni progetti di cogenerazione da realizzare con partner competenti per il riscaldamento e il condizionamento centralizzato dell’intera area. Si stanno definendo contemporaneamente anche alcuni interventi di edilizia residenziale e a servizi che prevedono il recupero dell’ex Vulcania e che saranno realizzati non appena iniziate le opere di urbanizzazione.

Il recupero di questa area sarà piuttosto complesso per le dimensioni, per la vicinanza al centro storico della città e per le peculiarità del territorio e dei fabbricati da realizzare. Entro il prossimo mese di maggio inizieranno i lavori per la realizzazione delle opere di urbanizzazione ed entro la fine dell’anno è previsto l’inizio dei lavori per una fascia di residenze completamente nuove lungo il pendio del Poggino e per il recupero del fabbricato della ex Vulcania, dove sono previsti anche spazi commerciali e per servizi. Le nuove residenze presentano caratteristiche innovative con grandi facciate in vetro e uno stile moderno che mette in evidenza il lavoro di progettazione sulle linee guida dell’architetto francese Jean Nouvel. L’intervento sulla ex Vulcania, invece, è un esempio di integrazione fra il recupero del vecchio ed una forma moderna che mostra ancora l’influenza dell’architetto francese. L’innovazione in quest’area porterà all’uso di materiali nuovi e di forme nuove per la fornitura di energia, oltre all’uso di nuove tecnologie che permetteranno di sfruttare al meglio le nuove opportunità di casa intesa non più solo come luogo di riposo dal lavoro e di incontro con gli affetti familiari, ma anche come contenitore plurifunzionale e come una struttura dotata di impianti tecnologicamente avanzati che consentono di superare confini fisici e barriere funzionali.

L’intervento è stato avviato nel mese di febbraio 2007 con la bonifica ambientale.
9 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Il recupero dell'area La Fabbrichina rientra nell'ambito del programma “Fabbrica Colle”, ambizioso intervento di riqualificazione urbana e di rivitalizzazione delle attività miste in atto a Colle di Val d’Elsa, in provincia di Siena. L’area della Fabbrichina, zona artigianale ormai dismessa, si è sviluppata nei primi anni del Novecento con la costruzione della ferrovia. Gli immobili, una volta abbandonati, sono stati colpiti dal degrado, che in alcuni casi li ha ridotti a dei veri e propri...

    Project details
    • Year 2012
    • Work finished in 2012
    • Client Comune di Colle Val d'Elsa, Colle Promozione Spa
    • Status Current works
    • Type Public Squares / Adaptive reuse of industrial sites / Apartments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 9 users