Echo Bar

punto ristoro sul forte di Osoppo Osoppo / Italy / 2005

3
3 Love 3,002 Visits Published
Echo Bar si trova nella così chiamata “Casa del Tamburo” all’interno del complesso storico- monumentale del Forte di Osoppo vicino a Udine recentemente, come l’intero sito archeologico, è stata restaurate e rinnovata ad opera dell’architetto Pierluigi Grandinetti il quale mantenendo le uniche parti rimaste intatte ha ricostruito l’intera sagoma dell’edificio attraverso l’uso calibrato di strutture in carpenteria metallica che non chiudono lo spazio ma ne segnano unicamente i confini lasciando però costantemente aperto il rapporto tra l’interno e la natura circostante.
Il progetto nasce innanzitutto dalla volontà della locale Pro Loco assieme al Comune di dotare finalmente l’intero sito di un punto di ristoro allo scopo di poter fornire ai turisti e ai visitatori un servizio divenuto indispensabile. Contemporaneamente l’innescarsi di un seppur piccolo meccanismo economico permetterà di poter recuperare parte delle risorse necessarie alla manutenzione complessiva dell’area.
Il budget è davvero molto ridotto e per questo motivo la scelta è quella di ragionare attraverso un sistema di autocostruzione, non ci si possono permettere maestranze specializzate, e di utilizzo di materiali poveri e facilmente reperibili ovunque. Si pensa così al banale cartone, l’intera comunità si impegna immediatamente nell’opera di raccolta e subito dopo nella realizzazione, attraverso il semplice taglio e incollaggio di numerose strisce di cartone, delle superfici di rivestimento del banco di mescita la cui struttura al contrario viene realizzata in tubolari metallici. Oltre al cartone riciclato vengono impiegati vecchie lamiere e scarti di lavorazione metallici, reperiti nelle vicine industrie siderurgiche, che ulteriormente ossidati sono stati utilizzati per realizzare i tavoli, il piano del bancone e degli elementi illuminanti sospesi sopra quest’ultimo. Sempre il ferro diviene elemento caratterizzante il retrobanco nel quale 3 strati di rete elettrosaldata sfalsati tra loro vanno a creare un sistema per lo stoccaggio delle bottiglie di vino.
Il lavoro non è stato complesso nelle sue fasi e al di là dell’essere riusciti ad armonizzare cromaticamente i nuovi inserimenti con la pietra e il cotto già presenti all’interno della “Casa del Tamburo”, il risultato più grande è stato quello di dimostrare come sia possibile sfruttare al meglio le risorse e la creatività di una comunità, anche i bambini hanno avuto da divertirsi con la colla, per portare avanti progetti utili allo sviluppo sociale stesso, per realizzare un luogo aperto e versatile che dia la possibilità di avvicinarsi ancor di più ad un luogo ricco di storia.
L’Echo bar diviene quindi oltre a punto di ristoro anche spazio per la musica, luogo dove esporre l’arte, contesto per il dialogo e l’incontro transgenerazionale.
3 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Echo Bar si trova nella così chiamata “Casa del Tamburo” all’interno del complesso storico- monumentale del Forte di Osoppo vicino a Udine recentemente, come l’intero sito archeologico, è stata restaurate e rinnovata ad opera dell’architetto Pierluigi Grandinetti il quale mantenendo le uniche parti rimaste intatte ha ricostruito l’intera sagoma dell’edificio attraverso l’uso calibrato di strutture in carpenteria metallica che non chiudono lo spazio ma ne segnano unicamente i confini lasciando...

    Project details
    • Year 2005
    • Work started in 2005
    • Work finished in 2005
    • Client Pro Loco Osoppo, Comune di Osoppo
    • Status Completed works
    • Type Bars/Cafés / Pubs/Wineries / Restaurants / Interior Design / Custom Furniture
    Archilovers On Instagram
    Lovers 3 users