Nuova Villa Bellombra

Nuovo Edificio ad Uso Sanitario_New Healthcare Building Bologna / Italy / 2018

0
0 Love 195 Visits Published

L’Ospedale Privato Casa di cura Villa Bellombra è una struttura ospedaliera che eroga
prestazioni in regime di ricovero continuativo per post‐acuti, con funzione di riabilitazione.
In particolare, è una struttura sanitaria interamente dedicata alla riabilitazione intensiva di
tipo neurologico e ortopedico, al recupero e alla riabilitazione funzionale.


Il progetto "definitivo" parte sostanzialmente da uno schema a TESSUTO per lo più di un solo
piano, già valutato inizialmente ma su differenti presupposti (per esempio reparti a corpo
quintuplo), sviluppato compattando la parte delle degenze attorno al vastissimo giardino, in
modo che si abbia un rapporto visivo diretto con l’esterno ed il verde sia esterno sia "interno"
(verde che entra anche nell’edificio, e che al di là della sua fruizione o meno, si fa vedere e godere con funzione di vero e proprio healing garden), riunendo poi tutti i volumi di servizio ed accessori lungo la strada di servizio interna est. Le camere riescono ad assumere una qualità altissima ed il progetto architettonico si sviluppa secondo linee più complesse ed innovative.


Un edificio moderno ed innovativo che si rapporta con successo sia con i vincoli e le tutele
di carattere ambientale sia con le caratteristiche territoriali (ESTENSIONE E TOPOLOGIA).


Il progetto architettonico (contemporaneo, funzionale, sostenibile, tecnologicamente
all'avanguardia, innovativo, ...) si inserisce al meglio nell'ambiente della campagna bolognese
anche per le scelte relative al progetto paesaggistico e di suolo, con materiali e tecniche
all'insegna della naturalità e della permeabilità dei suoli, della manutenibilità e durabilità,
nonché con il progetto del verde stesso.


La progettazione, ripetiamo, è fortemente improntata alla biofilia, tramite scelte
consapevoli di rapporto con la natura ed il verde. É noto e provato (fin dagli studi degli anni
'80 nei campi cognitivo, psicologico e fisiologico) il potere curativo, non solo benessere, del
legame con la natura, anche solo in termini di rapporto visivo.
Da ogni camera, da ogni spazio comune di reparto, la sistemazione a verde esterna è visibile
ed accessibile direttamente, peraltro in situazione protetta sia dalle intemperie sia dal rumore
(ogni camera gode di un proprio piccolo spazio esterno agibile ed accessibile in sicurezza e in
condizioni protette, porticato e protetto con schermi ulteriori sia per il sole e la pioggia sia per
il rumore, nonché arredato da schermi lignei verticali laterali per evitare l'introspezione). Gli
spazi comuni ulteriori sistemati a verde sono in gran parte accessibili e fruibili in sicurezza e
protetti dal rumore, inoltre è stata progettata una sorta di "stanza verde all'aperto" utilizzabile
per la terapia sanitaria, protetta dal rumore e specificamente attrezzata con percorsi
riabilitativi.


Anche la bioarchitettura, la bioingegneria e la bioclimatica improntano le scelte
progettuali, a cominciare dalla tecnologia costruttiva fino ai singoli materiali che saranno
utilizzati (ma che non è tema affrontabile qui), in un'ottica ECOSISTEMICA.
La luce naturale e la ventilazione naturale di tutti gli ambienti e gli spazi sono assolutamente
predominanti, luce ed ombreggiamento sono sinergicamente progettati e quindi garantiti
(anche a favorire il ritmo circadiano), il comfort termo‐igrometrico ed elettromagnetico sono
garantiti così come la qualità dell'aria (presente VMC), l'acustica è progettata e verificata, il
verde è pervasivo (utilizzo anche del cosiddetto "verde tecnico"), la gestione delle acque ed il
bilancio energetico ottimali, il tutto all'interno di un bilancio gestionale ed economico
generale in "stile Etico".


Riassumedo il progetto consta di 3 reparti (ognuno dei quali fornito di tutti gli ambienti sanitari e di gestione oltre che di una palestra ciascuno), un giardino esterno per la riabilitazione protetto, un giardino d'inverno per la riabilitazione in tutte le condizioni climatiche, una palestra ulteriore per esterni, percorsi e giardini sia privati per le singole camere che interne alla grande corte ed esterne, un atrio vetrato moderno con presenza di uffici su più piani, area ambulatori e laboratori ed uffici su più piani, bar e area magazzini e arrivi mezzi, un grande centro produzione pasti moderno e al servizio non solo della struttura presente, ampio parcheggio attrezzato a verde con percorsi pedonali.


-----------------------------------------------------------------------------------------


The Private Hospital Nursing Home Villa Bellombra is a hospital that delivers
performance in continuous hospitalization for post-acute care, with rehabilitation function.
In particular, it is a health facility entirely dedicated to intensive rehabilitation of
neurological and orthopedic, recovery and functional rehabilitation.


The "definitive" project essentially starts with a FABRIC scheme, mostly of just one
plan, already assessed initially but on different assumptions (for example, wards to body
quintuple), developed by compacting the part of the wards around the vast garden, in
so that you have a direct visual relationship with the outside and the green both outside and "inside"
(green that also enters the building, and that beyond its use or not, is seen and enjoyed as a true healing garden), then bringing together all the service volumes and accessories along the internal service road East. The rooms are able to assume a very high quality and the architectural project develops along more complex and innovative lines.


A modern and innovative building that relates successfully to both constraints and safeguards
of an environmental nature both with the territorial characteristics (EXTENSION AND TOPOLOGY).


The architectural project (contemporary, functional, sustainable, technologically
cutting-edge, innovative, ...) fits in the best of the Bologna countryside
also for the choices concerning the landscape and soil project, with materials and techniques
in the name of naturalness and soil permeability, maintainability and durability,
as well as with the design of the greenery itself.


The design, we repeat, is strongly based on biophilia, through choices
aware of the relationship with nature and the green. It is known and proven (since the studies of the years
'80 in the cognitive, psychological and physiological fields) the healing power, not just wellness, of
link with nature, even if only in terms of visual relationship.
From every room, from every common area of ​​the department, the external green layout is visible
and directly accessible, however in a situation protected both from bad weather and from noise
(each room has its own small outdoor space accessible and safe and secure
protected conditions, porch and protected with additional screens for both sun and rain and for
noise, as well as furnished with vertical lateral wooden screens to avoid introspection). The
additional common spaces arranged in green are mostly accessible and usable in safety and
protected from noise, a sort of usable "outdoor green room" has also been designed
for health therapy, protected from noise and specifically equipped with paths
rehabilitation.


Bioarchitecture, bioengineering and bioclimatic also shape the choices
design, starting from the construction technology to the single materials that will be
used (but which cannot be dealt with here), from an ECOSYSTEM perspective.
Natural light and natural ventilation of all environments and spaces are absolutely
predominant, light and shading are synergistically designed and therefore guaranteed
(also to promote the circadian rhythm), thermo-hygrometric and electromagnetic comfort are
guaranteed as well as air quality (present VMC), the acoustics are designed and verified, the
green is pervasive (use also of the so-called "technical green"), water management and the
optimal energy balance, all within a management and economic budget
general in "Ethical style".


To summarize, the project consists of 3 departments (each equipped with all the health and management environments as well as a gym each), an outdoor garden for protected rehabilitation, a winter garden for rehabilitation in all weather conditions, a further outdoor gymnasium, paths and gardens both private for the individual rooms and internal to the large courtyard and external, a modern glazed atrium with multi-storey offices, ambulatory area and laboratories and offices on several floors, bar and warehouse area and arrivals means, a large modern meal production center and not only serving the present structure, ample green parking with pedestrian paths.

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’Ospedale Privato Casa di cura Villa Bellombra è una struttura ospedaliera che erogaprestazioni in regime di ricovero continuativo per post‐acuti, con funzione di riabilitazione.In particolare, è una struttura sanitaria interamente dedicata alla riabilitazione intensiva ditipo neurologico e ortopedico, al recupero e alla riabilitazione funzionale. Il progetto "definitivo" parte sostanzialmente da uno schema a TESSUTO per lo più di un solopiano, già valutato...

    Project details
    • Year 2018
    • Work started in 2019
    • Main structure Wood
    • Client Villa Bellombra S.P.A.
    • Cost 12'000'000
    • Status Current works
    • Type Hospitals, private clinics / Nursing homes, rehabilitation centres
    Archilovers On Instagram