Albergo diffuso - Progettazione urbana - Menzione Speciale

Programma Qualità Italia Magliano de' Marsi / Italy / 2009

5
5 Love 5,123 Visits Published
Il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del comparto di via dell’Orto, destinato ad accogliere le prime strutture ricettive e di accoglienza del Progetto Albergo Diffuso è frutto dell’analisi degli edifici esistenti, con particolare riguardo alle tipologie edilizie, alle loro caratteristiche architettonico-formali e costruttive. Il programma d’intervento valorizzare e salvaguardia il patrimonio architettonico, considerato un fulcro su cui basare un corretto programma di rilancio e rivitalizzazione del centro storico.

Nell’intervento vengono rispettate le caratteristiche originarie dei tipi edilizi (case a schiera in alcuni casi rifuse con massimo tre piani fuori terra), mantenendone inalterate altezze e volumetrie, valorizzandone la figuratività attraverso un restauro filologico dei fronti che prevede l’eliminazione di aperture incongrue rispetto all’impaginato architettonico, il restauro delle attuali secondo le tipologie originarie rilevate in loco, il trattamento delle superfici con tecniche e materiali tradizionali. Altrettanto rigoroso è il trattamento delle strutture murarie, degli orizzontamenti, delle coperture e degli elementi di finitura, riproposti in accordo con quelli propri della locale regola dell’arte considerati parte integrante di un patrimonio culturale da salvaguardare e tramandare: si opera attraverso interventi interni minimali, atti a creare i necessari collegamenti funzionali fra gli ambienti, lasciando inalterati spazi e quote originali. L’analisi storicol’intervento sull’edificio allo stato di rudere: l’organismo architettonico, a causa di un degrado protratto e devastante, ha perso la propria conformazione, rileggibile, comunque, nei lacerti murari residui. In questo caso il progetto propone il ripristino del fronte urbano secondo il disegno originario, rimodellando invece uno spazio interno unitario e suggestivo che mantiene la tripartizione originaria quale matrice e modulo ordinatore e reinterpreta forme e tradizioni costruttive attraverso un uso discreto di materiali francamente moderni.
Il criterio adottato privilegia la compatibilità con il contesto, tanto dal punto di vista dell’inserimento nel panorama urbano, quanto per quel che attiene alle scelte di dettaglio: i materiali impiegati propri della tradizione costruttiva risultano, infatti, pienamente soddisfacenti anche dal punto di vista dell’impatto e della sostenibilità ambientale. La stessa ricerca di compatibilità informa le scelte relative agli interventi di consolidamento e miglioramento sismico degli edifici, che, secondo una prassi operativa ormai ampiamente sperimentata e consolidata, si basano su una valutazione qualitativa delle caratteristiche statiche proprie delle strutture.

Il sistema urbano di via dell’Orto L’attenzione filologica con cui sono trattati i manufatti si affianca e si lega al progetto di sistemazione urbana di via dell’Orto, dove vengono studiate ed esplicitate in dettaglio le modalità operative proposte per la riqualificazione urbana del centro storico. Il progetto mantiene e reinterpreta la caratteristica cordonata e il tipico sistema di scale esterne (profferli e piccole scale) di accesso alle abitazioni. Il disegno della sezione stradale con una “fascia di pertinenza” (di accesso alle abitazioni) ed una di “percorrenza” è qui rafforzato: le due “fasce”, sfalsandosi, permettono di raccordare le quote stradali con le attuali quote degli edifici. La “fascia di pertinenza”, lastricata in pietra, corre lungo il fronte sud degli edifici di via dell’Orto e permette di accedere alla quota delle abitazioni, senza l’utilizzo aggiuntivo di scale esterne, così come si rileva nell’analisi dello stato di fatto. Quella di “percorrenza”, selciata in pietra locale, corre lungo il fronte nord degli edifici di via dell’Orto e permette un accesso mediato alle quote di ingresso agli edifici, rielaborando e reinterpretando le piccole scale esterne, oggi parzialmente demolite. Il nuovo sistema si compone con una serie di passerelle che raccordano le quote stradali con uno o più ingressi, offrendo allo stesso tempo un possibile luogo di sosta. I nuovi elementi assumono una connotazione contemporanea nell’impiego dei materiali e nell’aspetto formale, pur ripercorrendo la tradizione storica relativamente all’uso dello spazio.
Lo stretto legame tra il sistema urbano e quello del costruito è rafforzato dall’impiego, nelle pavimentazioni interne degli spazi comuni a piano terra, degli stessi materiali utilizzati all’esterno, in una sorta di continuità e osmosi con la cordonata.
5 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del comparto di via dell’Orto, destinato ad accogliere le prime strutture ricettive e di accoglienza del Progetto Albergo Diffuso è frutto dell’analisi degli edifici esistenti, con particolare riguardo alle tipologie edilizie, alle loro caratteristiche architettonico-formali e costruttive. Il programma d’intervento valorizzare e salvaguardia il patrimonio architettonico, considerato un fulcro su cui basare un corretto programma di rilancio e...

    Project details
    • Year 2009
    • Client Comune di Magliano de’ Marsi
    • Status Unrealised proposals
    • Type Public Squares / Restoration of old town centres / Hotel/Resorts / Tourist Facilities
    Archilovers On Instagram
    Lovers 5 users