Recupero Urbano a Nesima

Catania / Italy / 2018

0
0 Love 172 Visits Published

L’intervento di recupero interessa un complesso di edilizia economica e popolare nel quartiere catanese di Nesima Superiore. Il quartiere, nato negli anni Cinquanta, è caratterizzato da strade di ridottissime dimensioni, una carenza di attrezzature pubbliche e assoluta mancanza di attenzione nell’arredo urbano. Tutto questo si concretizza in un quartiere dal carattere poco socializzante e che non favorisce il senso di inclusione dei propri residenti.


L’intento del progetto è dunque quello di raggiungere una qualità architettonica, propria e di relazione, del manufatto edilizio. Questo ha richiesto un approccio olistico con più fronti d’azione, nell’intenzione di rispondere adeguatamente al quadro esigenziale.


 


L’azione si è concentrata su tre livelli interpretativi: quello tecnico, quello partecipativo e quello ambientale.


Il primo è consistito nell’anamnesi dell’edificio tramite rilievi, osservazioni dirette, consultazioni e raffronti con altri casi presenti in letteratura.


Il secondo si è avvalso di questionari nella consapevolezza che una profonda conoscenza del manufatto e del contesto in cui è inserito, non può scindersi dal dialogo con chi abita e vive quotidianamente i luoghi. La comunicazione diventa una vera e propria variabile del processo progettuale capace di orientare le scelte e i contenuti del progetto finale. 


Il terzo livello guarda alla sostenibilità del progetto, andando ad adottare una serie di strategie volte a migliorare le prestazioni energetiche dell’involucro edilizio per garantire minori consumi e migliorare il comfort ambientale interno. Ogni scelta progettuale è stata verificata secondo un sistema di certificazione LEED.


 


Una prima parte del progetto si concentra sulla riqualificazione dell’involucro urbano, intervenendo sia sugli spazi di relazione del manufatto, sia sulle parti che possano costituire luogo di aggregazione per la comunità. Viene ridisegnato lo spazio interno del lotto, liberato dalle auto e riorganizzato con una serie di percorsi, aiuole verdi, specchi d’acqua e arredo urbano. I tre edifici del complesso vengono inoltre messi in comunicazione tra di loro grazie ad un’intelaiatura metallica che crea ponti e passerelle. Questa ha la duplice funzione di irrigidire gli edifici in muratura portante, con un netto miglioramento delle prestazioni di resistenza sismica, creando nel contempo nuovi spazi di relazione per far accrescere il senso di comunità. Il nuovo sistema, permette l’inserimento di vani ascensori che abbattono le barriere architettoniche, permettendo nuove modalità di accesso alle residenze. Una rifunzionalizzazione dei piani terra permette, inoltre, l’inserimento di attività commerciali e locali per attività di quartiere come una biblioteca, una sala giochi per i ragazzi, una palestra o una stanza per lo studio.


 


Una seconda parte del progetto prevede una riqualifica dell’involucro edilizio per migliorarne le prestazioni offerte. L’isolamento termico viene affidato ad un intonaco termico con particelle di sughero. Questa scelta ha permesso di sintetizzare le caratteristiche di isolamento dal freddo del sughero con quelle di isolamento dal caldo della pietra della struttura muraria.


Viene pensato anche un sistema di schermatura solare grazie all’utilizzo del verde: piante rampicanti attecchiscono all’intelaiatura metallica degli edifici permettendo una personalizzazione dell’ombreggiatura, grazie a semplici operazioni di potatura e diradamento della vegetazione, e un miglior microclima grazie ai naturali processi di evapotraspirazione. L’acqua necessaria all’irrigazione della vegetazione proviene dal recupero delle acque meteoriche canalizzate all’interno di vasche interrate nelle corti interne.


 


Infine, gli spazi interni vengono adeguati ai nuovi stili di vita e alle nuove esigenze dei residenti. Gli alloggi vengono differenziati in due tipologie garantendo una migliore flessibilità d’uso dell’edificio stesso.

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’intervento di recupero interessa un complesso di edilizia economica e popolare nel quartiere catanese di Nesima Superiore. Il quartiere, nato negli anni Cinquanta, è caratterizzato da strade di ridottissime dimensioni, una carenza di attrezzature pubbliche e assoluta mancanza di attenzione nell’arredo urbano. Tutto questo si concretizza in un quartiere dal carattere poco socializzante e che non favorisce il senso di inclusione dei propri residenti. L’intento del...

    Project details
    • Year 2018
    • Status Completed works
    • Type Building Recovery and Renewal
    Archilovers On Instagram