Liceo scientifico "Giuseppe Piazzi" a Morlupo (Rm)

Morlupo / Italy / 2009

2
2 Love 3,359 Visits Published
PREMESSA

L'intervento unitario del complesso scolastico liceale fu inserito nel Programma delle OO.PP. della Provincia di Roma al fine di soddisfare le esigenze di una nuova struttura scolastica, in sostituzione delle sedi scolastiche inadeguate in affitto (già presso i locali dei Patri Teatini a Morlupo e i locali comunali di Castelnuovo di Porto) per migliorare l'offerta formativa, tramite strutture moderne, in conformità agli indirizzi del Ministero della Pubblica Istruzione e all' Ufficio Scolastico Regionale del Lazio.

Per la realizzazione dell'intervento generale è stata prevista una spesa complessiva di € 9.000.000,00 di cui sono state finanziate:
- € 4.390.000,00 per la realizzazione del primo stralcio consegnato alle autorità scolastiche nel 2004;
- € 2.760.000,00 per la realizzazione del completamento della parte didattica, che costituisce il secondo stralcio.
E’ prevista un terzo stralcio di completamento dell’intervento unitario per la realizzazione dell’auditorio la cui spesa è di € 1.850.000,00

INQUADRAMENTO TERRITORIALE

L'area, assegnata dal Comune di Morlupo alla Provincia di Roma, per la realizzazione dall'intervento ha una superficie di 14.000 mq.
L’area per la sua vicinanza alla Via Flaminia, alla S.P. Campagnanese e alla Linea Ferroviaria Metro Roma-Viterbo, è ben collegata con il Comune di Morlupo e i Comuni limitrofi del 31° Distretto scolastico.

L’area, in località Assura, ai bordi del Parco di Veio, di grande interesse archeologivo e paesaggistico, rientra nel piano territoriale paesistico "Valle del Tevere". Da essa, in posizione panoramica, è possibile percepire un suggestivo scorcio del Parco.

Nelle vicinanze del Liceo sono presenti un ostello e un impianto sportivo comunale di recente ampliamento e ristrutturazione.

CRITERI UTILIZZATI PER LE SCELTE PROGETTUALI, DESCRIZIONE DELL'INTERVENTO E CONSISTENZA

Il complesso scolastico è stato concepito non solo come spazio da destinare all'istruzione ma anche come spazio per lo svolgimento di attività culturali e sportive aperte alla collettività del 31° Distretto scolastico.
L'intervento è stato progettato con la volontà di rispettare i valori ambientali dei luoghi caratterizzati dall'affaccio sui rilievi collinari del limitrofo Parco di Veio e di creare un polo scolastico-sportivo-ricettivo in grado di attrarre interesse, non solo per l'integrazione fra le strutture del Liceo con quelle dell'Ostello e dell'Impianto sportivo comunali, ma anche per l'offerta delle opportunità culturali, sportive e turistiche che le istituzioni e i cittadini saranno in grado di sviluppare.

Il complesso scolastico è stato concepito come un organismo architettonico posato su un pianoro esistente, che occupa lo spazio disponibile tra la parete collinare verdeggiante a est e il limite frastagliato a ovest che costituisce l'affaccio sul Parco di Veio.

Gli intenti progettuali sono stati quelli di voler ricreare, nell'impianto del complesso scolastico e dei suoi volumi, luoghi e spazialità urbane: la piazza interna delimitata dai corpi dei volumi didattici, dell'atrio e dell'auditorio, la corte tra la biblioteca e la palestra, scorci paesaggistici percepibili dai corpi scala oltrechè dagli affacci delle aule, asimmetrie dei percorsi come richiamo dei vicoli.
La volontà progettuale è stata quella di frammentare i volumi e relazionarli sia con l'andamento delle curve di livello esistenti che con l'affaccio verso il Parco di Veio e l'ambiente naturale circostante.

La sezione longitudinale del volume gradonato dell'auditorio, che verrà realizzato con il terzo stralcio di completamento degli spazi per la comunicazione e l'informazione, consente di ricostruire idealmente l'andamento originario del profilo collinare che un tempo degradava ad ovest verso la Valle prospiciente il Parco di Veio.

L'impianto del complesso scolastico è organizzato in modo che gli studenti possano agevolmente usufruire attraverso gli spazi per la distribuzione orizzontale e verticale, tutti gli ambienti della scuola, nelle loro interazioni e articolazioni ed inoltre raggiungere le zone all’aperto.

L'intervento si caratterizza per essere stato pensato e realizzato con criteri di bioedilizia e di efficienza energetica finalizzati al rispetto delle esigenze di sostenibilità ambientale, uso di energie alternative (pannelli fotovoltaici) nonchè di risparmio energetico e di gestione intelligente dei consumi.

Il progetto ha tenuto conto inoltre dell'esigenza di configurare gli spazi sportivi, della comunicazione e dell'informazione come spazi da poter essere aperti anche alle attività sportive e culturali extrascolastiche.

La loro localizzazione è stata determinata per garantire lo svolgimento delle attività didattiche, parascolastiche ed associative sportive e culturali nonché garantire i rapporti che si sono già stabiliti e che continueranno a stabilirsi tra la scuola e le comunità locali.

L'intervento unitario, per motivi finanziari è stato inoltre concepito in maniera tale da poter essere realizzato in più fasi tramite 3 stralci funzionali.

PRIMO STRALCIO

I lavori del primo stralcio, consegnato alle autorità scolastiche nel 2004, hanno consentito la realizzazione di n. 2 blocchi didattici con gli uffici, la biblioteca, le aule didattiche normali e i laboratori, i corpi scala con funzioni di cerniera che articolano l'orientamento dei blocchi didattici assecondando l'andamento delle curve di livello presenti, un volume a piastra che costituisce l'atrio del complesso scolastico e un volume per lo svolgimento dell'educazione fisica e delle attività sportive.
La consistenza del primo stralcio, tenuto conto delle necessarie modifiche intervenute dalla data di consegna ad oggi per fronteggiare la crescente richiesta di aule didattiche è la seguente:
" - atrio dotato di locale informazioni/controllo e centralino;
" - piccolo locale ristoro dotato di servizi per addetti;
" - uffici di presidenza, vicepresidenza e segreteria didattica e amm.va;
" - biblioteca articolata con spazi per cataloghi, bibliografie, classificatori, consultazione e lettura
dei testi;
" - sala professori;
" - n. 18 aule didattiche normali;
- n. 2 laboratori di fisica;
" - n. 2 laboratori di chimica;
" - n. 2 laboratori informatica;
" - locali destinati al personale non didattico, ai servizi igienici degli studenti e dei docenti;
" - palestra polivalente classificata di tipo B2 (D.M. 18.12.1978), dotata di gradonata per il pubblico (con un numero di spettatori inferiori a 100) e servizi;
" - spogliatoi e servizi atleti, istruttori ed arbitri;
" - locale visita medica.

I lavori del primo stralcio hanno compreso inoltre parte delle sistemazioni esterne di delimitazione dell’area, di realizzazione degli spazi destinati alla viabilità interna e al parcheggio nonchè degli spazi a verde.

INTERVENTO DI COMPLETAMENTO DELLA DIDATTICA - 2° STRALCIO

La consistenza di completamento della didattica, tramite la realizzazione di un ulteriore blocco che costituisce il secondo stralcio, consegnato alle autorità scolastiche a luglio 2009, per consentirne l'uso nel corrente anno scolastico 2009/2010, è la seguente:
" - n. 10 aule didattiche normali;
" - n. 1 laboratorio informatica;
" - locali destinati ai servizi igienici;

Il secondo stralcio comprende inoltre la realizzazione di un impianto fotovoltaico, che sarà in grado di produrre almeno 13000 KWh/anno. L'impianto che è stato connesso alla rete elettrica del distributore di zona ha consentito di rientrare nel regime di incentivazione di cui alla vigente normativa (D.M. 16.02.2007, in attuazione dell'art. 7 del D. Lgs. 387/2003).

L'appalto del secondo stralcio ha previsto inoltre della fornitura degli arredi scolastici delle aule didattiche normali e del laboratorio di informatica.

La struttura è stata realizzata secondo le nuove norme antisismiche che comprendono il comune di Morlupo in zona 3.

CRONOPROGRAMMA DELLE FASI DI ESECUZIONE

1° stralcio:
- Consegna e inizio lavori: 5 dicembre 2002;
- Ultimazione lavori secondo stralcio: 7 settembre 2004

2° stralcio:
- Consegna e inizio lavori: 5 dicembre 2007;
- Ultimazione lavori secondo stralcio: 7 settembre 2009


- Direttore del Dipartimento X - Servizi per la Scuola e Dirigente Servizio 1 - Dip.to X : Luigi Augusto Fabiani, Francesco Colacicco, Leonardo Toppi, Laura Onorati

- Dirigente Servizio 2 - Dip.to X : Progettazione e Direzione Lavori Edilizia scolastica Zona 1 Nord
e Responsabile unico del Procedimento: Annamaria Scalia, Leonardo Toppi, Carlo Pellicciari, Claudio Dello Vicario

Impresa:
1° stralcio: Imaco s.p.a. - Roma
2° stralcio: DUE A Impianti s.r.l. - Formello
2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    PREMESSAL'intervento unitario del complesso scolastico liceale fu inserito nel Programma delle OO.PP. della Provincia di Roma al fine di soddisfare le esigenze di una nuova struttura scolastica, in sostituzione delle sedi scolastiche inadeguate in affitto (già presso i locali dei Patri Teatini a Morlupo e i locali comunali di Castelnuovo di Porto) per migliorare l'offerta formativa, tramite strutture moderne, in conformità agli indirizzi del Ministero della Pubblica Istruzione e all' Ufficio...

    Project details
    • Year 2009
    • Work started in 2002
    • Work finished in 2009
    • Client Provincia di Roma
    • Status Completed works
    • Type Schools/Institutes
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users