Putea Bruschetteria

Cava de' Tirreni / Italy / 2014

1
1 Love 570 Visits Published

Il locale è situato sulle colline sud-orientali di Cava de’Tirreni, all’interno di un vecchio casolare che fa parte dell’aggregato abitativo della località Santi Quaranta.Lo spazio, di circa 50 mq, è composto da due ambienti voltati al piano terra di un fabbricato di inizio ‘900. Tali ambienti sono nati come stalle e nel dopoguerra, anche in virtù della posizione, prospettante sulla piccola piazza della località, furono trasformati in bottega di paese e divennero la “Putea”, che nel dialetto locale è luogo deputato al commercio di generi alimentari e di prima necessità, ma che assume anche la caratteristica di luogo di ritrovo e aggregazione per le persone del paese, anche per la funzione di punto telefonico.Con il passare degli anni il luogo ha perso il suo potere aggregativo fino a cadere in disuso.Lo spirito del progetto interpreta la volontà della committenza, legata fortemente al luogo, di far rivivere la Putea riassegnandole la sua caratteristica di luogo di ritrovo in cui genuinità e calore restano due elementi cardine, attraverso la funzione di locale per la ristorazione, nello specifico di bruschetteria.


Con la necessità di ricavare all’interno delle due sale voltate degli spazi che accogliessero gli ambienti di servizio (cucina e bagni) è stata l’occasione per definire gli ambiti riservati all’accoglienza e ad una consumazione veloce, e quelli destinati ad una consumazione più lenta.


Tali spazi sono stati concepiti come volumi interni autonomi, attentamente definiti nelle misure e nei materiali, che lasciano intatta la lettura delle volte, e quindi della spazialità originaria delle due sale.


Il bancone è stato collocato in posizione frontale rispetto all’ingresso vetrato del locale, in modo da creare subito, fin dall’esterno, un rapporto diretto con gli avventori.


 Il vano di collegamento tra i due ambienti è stato leggermente allargato per creare un bancone che parte dalla prima sala e si prolunga fino alla seconda conferendo una lettura più unitaria degli spazi. Stessa funzione hanno gli arredi in forma di scatole usati per rivestire la parete d’angolo tra le sale.


Le volte sono state spicconate mettendo a nudo la struttura muraria in tufo, valorizzata dall’illuminazione verso l’alto, che crea luce diffusa; mentre alle lampade basse poste al di sopra dei tavoli e del bancone è data la funzione di creare intimità attraverso un fascio di luce più circoscritto.


 I materiali utilizzati, in prevalenza legno, ferro e ceramiche, sono stati trattati prediligendo un aspetto grezzo e molto spazio è stato dato, soprattutto per le ceramiche e gli arredi in legno, all’artigianato locale. Per la porta del bagno è stata riutilizzata la porta della vecchia cabina telefonica della “putea”, che rende immediato il collegamento con la memoria del luogo.


 Per arredi e oggetti, sia per l’interno che per l’esterno, sono stati recuperati anche pezzi degli anni cinquanta presenti all’interno del locale.


 Entrambi gli ambienti hanno un’apertura sull’esterno, dove i vecchi portoni in legno, ormai non conservabili, sono stati sostituiti con porte in ferro e vetro che anche dall’interno danno la possibilità di godere del verde circostante.

1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il locale è situato sulle colline sud-orientali di Cava de’Tirreni, all’interno di un vecchio casolare che fa parte dell’aggregato abitativo della località Santi Quaranta.Lo spazio, di circa 50 mq, è composto da due ambienti voltati al piano terra di un fabbricato di inizio ‘900. Tali ambienti sono nati come stalle e nel dopoguerra, anche in virtù della posizione, prospettante sulla piccola piazza della località, furono trasformati in...

    Project details
    • Year 2014
    • Work started in 2013
    • Work finished in 2014
    • Main structure Wood
    • Contractor A&M costruzioni
    • Cost 98.000
    • Status Completed works
    • Type Restaurants
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users