SEGB - gb exhibit pavilion

Milan / Italy / 2018

0
0 Love 417 Visits Published

Il padiglione espositivo per la ditta GB Gnudi Bruno lavora e fa parte di una ricerca sulle strutture flessibili, temporanee e leggere. Lo stand cerca di rappresentare i prodotti e le tecnologie, messe in campo per creare sistemi di packaging estremamente evoluti ed innovativi, che fanno dell’area bolognese la “packaging valley” mondiale.


Il modulo, con le sue infinite combinazioni come struttura, e il cartone, con le sue stratificazioni e facce come materiale, sono gli elementi generativi, spaziali, architettonici ed estetico materici del progetto, atto a testimoniare un processo produttivo, che costruisce i contenitori per qualsivoglia prodotto oggi in commercio, dalle siringhe ai biscotti.


Le grandi macchine in linea a produzione continua sono gli attori dello spazio, ma sono contenute all’interno di un bordo perimetrale di moduli a “C” in cartone che si elevano o meno a seconda del sistema di spazi d’uso interni: così all’angolo di ingresso abbiamo la reception-infopoint con il guardaroba retrostante, posto in continuità con la sala riunioni e più staccato lo spazio del service, mentre al centro come elemento distributivo e di raccordo è collocato il bar/caffeteria. Attorno ad esso, oltre alle macchine, sono collocati i tavoli e le sedute, intesi come spazi del leisure e dell’informazione. In alto appesa, una struttura quadrangolare parallela ai lati del padiglione mette in evidenza il brand e la grafica della ditta, per segnalarne la presenza nella esposizione. I moduli a “C” giustapposti ed alternati muovono il perimetro, riproducendo il materiale e la forma a scatola di molti dei prodotti.


 


[ENG]


The exhibit pavilion for GB Gnudi Bruno works and researches on flexible and light temporary structures. It tries to represent products and technologies, involved to create extremely advanced and innovative packaging systems, that outline Bologna district worldwide known as the "packaging valley".


The module, with its infinite mash-up as structure, and the cardboard, with its layers and sides as material, are the generative, spatial, architectural and aesthetic elements of the project, able to witness a process that produces the containers for any product today in the world market, from syringes to biscuits.


The big assembly line machines are the actors of the space but are contained inside a curtain wall of C-shaped cardboard modules that are raised or not depending on the indoor uses’ range spaces: so at the foyer corner we have the reception-infopoint with a wardrobe behind, placed in continuity with the meeting room and more detached the service room, while in the middle the bar /cafeteria becomes the distributive and connecting element of the space. Around it, in addition to the machines, are set tables and chairs, intended as leisure and information spaces. At the top, a quadrangular structure is hanging, parallel to the sides of the pavilion: it highlights the company's brand and graphics, to signal its presence in the exhibition. The juxtapposed and rotated C-shaped modules switch the edge, reproducing the box material and shape of the packaging system.

0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il padiglione espositivo per la ditta GB Gnudi Bruno lavora e fa parte di una ricerca sulle strutture flessibili, temporanee e leggere. Lo stand cerca di rappresentare i prodotti e le tecnologie, messe in campo per creare sistemi di packaging estremamente evoluti ed innovativi, che fanno dell’area bolognese la “packaging valley” mondiale. Il modulo, con le sue infinite combinazioni come struttura, e il cartone, con le sue stratificazioni e facce come materiale, sono gli...

    Project details
    • Year 2018
    • Work finished in 2018
    • Main structure Mixed structure
    • Client gb gnudi bruno
    • Contractor a&m production
    • Cost 150.000
    • Status Completed works
    • Type Exhibition Design
    Archilovers On Instagram