9th floor Hotel Puerta América

Madrid / Spain / 2005

2
2 Love 3,551 Visits Published
[IT] Scatole colorate L’idea di Gluckman s’ispira al concetto di “box within a box” (scatola dentro la scatola). Tale idea concorre all’organizzazione dell’avvicinamento delle diverse attività che si possono svolgere in uno spazio ridotto come questo. Si tratta di distinguere l’esperienza di pernottamento in hotel dal semplice stare in casa. A tale scopo, i materiali industriali come l’alluminio, la plastica e il vetro vengono utilizzati in modo insolito. L’idea di Gluckman sorprende per la sua semplice organizzazione dello spazio e per la luminosità, oltre all’assenza di qualsiasi elemento superfluo. Hall e corridoio Si tratta di uno spazio dall’aspetto industriale. Assomiglia ai corridoi di una fabbrica o di un ufficio aperto da poco. Sul tetto e sulle pareti della hall e del corridoio è stato utilizzato il fibrocemento, che rafforza tale sensazione. Sul pavimento, un tappeto di lana. L’unica illuminazione del corridoio è quella proveniente dalla parte superiore delle porte di entrata alle stanze e dai numeri di ogni stanza, illuminati con dei led sul pavimento. Predomina il colore grigio, tipico dello spazio industriale. L’elenco delle stanze è un pannello retroilluminato in vetro traslucido, dal pavimento al soffitto, che si trova all’entrata del corridoio. L’architetto gioca con la luce e i colori per guidare l’ospite fi no alla propria stanza. Stanze L’idea cambia rispetto al corridoio. Nelle stanze si utilizza una decorazione semplice ma con un tocco di colore. Ciò che più spicca è una parete in vetro traslucido che contiene quattro nicchie di metacrilato. Gluckman ha differenziato le stanze cambiando il colore delle nicchie. Metà è di colore azzurro, quelle del lato nord, mentre l’altra metà è orientata verso sud ed è gialla. La scatola più grande, al centro, contiene la televisione. A sinistra c’è il telefono, sul tavolo che fa anche le veci di scrivania. A destra appaiono altre 2 scatole per usi diversi, per appoggiare bicchieri, un libro, gli occhiali o il portafogli. La testata del letto è azzurra e la parete in fibrocemento grigio, come il corridoio. Gluckman non rinuncia ad un tocco industriale un po’ più sofisticato. Come lui stesso spiega, mescola materiali nobili, come il metacrilato, con altri più poveri, come il fibrocemento, senza che il risultato sia artificiale. Il bagno, in primo piano entrando nella stanza, è una grande scatola di vetro, con una porta scorrevole, che si rende indipendente dalla stanza stessa mediante una cortina metallica di color bianco. Il pavimento e una delle pareti del bagno sono in granito spagnolo. Si può avere l’impressione di fare la doccia all’aperto, sotto una cascata o nel mezzo di un torrente della Sierra di Madrid. Gluckman gioca con le consistenze per creare colori e sensazioni diverse. Esiste un aspetto più urbanistico e tecnologico, apportato dal metacrilato e uno più naturale, ottenuto mediante il granito. In ultimo, è stato scelto il divano Sunset, di Christophe Pillet per Capellini, rivestito in velluto rosso o blu, comodo e semplice.
2 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    [IT] Scatole colorate L’idea di Gluckman s’ispira al concetto di “box within a box” (scatola dentro la scatola). Tale idea concorre all’organizzazione dell’avvicinamento delle diverse attività che si possono svolgere in uno spazio ridotto come questo. Si tratta di distinguere l’esperienza di pernottamento in hotel dal semplice stare in casa. A tale scopo, i materiali industriali come l’alluminio, la plastica e il vetro vengono utilizzati in modo insolito. L’idea di Gluckman sorprende per la...

    Project details
    • Year 2005
    • Work finished in 2005
    • Client Hoteles Silken
    • Status Completed works
    • Type Hotel/Resorts
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users