Nuovo Stadio di Cagliari

Generato dal mare, modellato dal vento, faro per la città Cagliari / Italy / 2018

1
1 Love 1,372 Visits Published

Il nuovo stadio di Cagliari affonda le sue radici nella terra che lo ospiterà, prende forza dagli elementi naturali che la caratterizzano e condivide l’orgoglio di un popolo.


Esso rappresenta non solo un tempio dedicato al calcio, ma un complesso polifunzionale da vivere tutti i giorni della settimana: un faro tecnologico di aggregazione per la città e per il quartiere.


L’ACQUA: ha modellato la Sardegna, scavandone le rocce e creando canali e stagni di cui ancora si vede traccia a pochi passi da Sant’Elia. Come l’acqua ritirandosi ha lasciato segni e solchi nel terreno, cosi l’area di progetto è incisa da percorsi e aree verdi, con zone che emergono da essa come sassi, tra cui la piazza su cui sorgerà il nuovo stadio, creando una sorta di flusso verso il mare. L’acqua è la vera matrice generante del progetto.


IL MARE, LA STORIA, IL VENTO. Ed è proprio con il mare che il nuovo intervento vuole dialogare e verso il quale vuole protendersi. Come gli antichi vascelli che solcavano i mari della Sardegna, ecco che lo stadio è immaginato come una moderna nave tecnologica, pronta a prendere il largo e a dispiegare la sua enorme vela per riempirsi del vento.


Il vento ne modella le facciate e ne plasma la forma, conferendogli dinamismo e slancio.


Lo stadio comunica con il quartiere e ne diventa un punto di condivisione per la collettività.


Ha una forma asimmetrica, sbilanciata verso il mare, con la facciata ovest più alta di quella est.


L’aspetto è cangiante: da un lato, quello più basso, verso la terraferma, un rivestimento metallico crea una sorta di ‘’CORAZZA’’, a simboleggiare la difficoltà di conquista da parte degli avversari. Dall’altro, quello più alto, verso il mare, grandi vetrate e terrazze panoramiche simboleggiano luminosità ed apertura, come un NUOVO FARO nella notte.


Le due anime sono raccordate da SCHERMI TECNOLOGICI, che lo mettono in comunicazione con l’esterno, creando un’interazione continua con la città.


La copertura ampia e leggera si distende a protezione degli spazi sottostanti, cosi come le grandi lame che incidono la facciata e, dal lato vetrato, sporgono in maniera decisa da essa per schermarla dai raggi solari.


Lo stadio poggia sulla nuova piazza soprelevata, sotto la quale si collocano le funzioni a servizio del quartiere e i principali spazi tecnici dell’impianto sportivo, e sopra la quale si può godere di zone da vivere durante la settimana con privilegiati scorci sul mare.


Il disegno del masterplan fa in modo che il complesso si integri nel tessuto urbano, ridisegnandolo in modo da creare una connessione tra città, zone verdi e mare, grazie una nuova rete di percorsi, aree attrezzate e rampe ciclo-pedonali. Si genera cosi un FLUSSO VERDE che unisce il quartiere con la zona dello stadio ed il futuro Parco degli Anelli.


La viabilità carrabile, divisa nei vari canali di utenze, è dislocata sul perimetro esterno dell’area, lasciando alla circolazione ciclopedonale ampio spazio così da incentivare la mobilità sostenibile ed inserire lo stadio nel sistema ‘’verde’’ della città.


I parcheggi delle aree limitrofe allo stadio ne coprono il 10% della sua capacità, con circa 2.400 posti auto, dei quali una parte è destinata alla mobilità elettrica e condivisa.


Il canale nord potrà costituire una nuova via di accesso navigabile, con dei moli di attracco attraverso cui giungere allo stadio.


L’accesso alla piastra sopraelevata è consentito attraverso una serie di rampe e scale che, in maniera fluida ed agevole, connettono il livello parcheggi con la parte superiore. Delle grandi aperture consentono poi un continuo rapporto tra il sopra ed il sotto, garantendo l’illuminazione naturale degli spazi sottostanti ed uno sfogo verso l’esterno.


Un impianto da vivere 7 giorni su 7 in cui il fruitore può godere di numerose attività studiate per il match day (Bars, Kids area, Fan Shop, oltre al museo della loro squadra del cuore) ma anche avere la possibilità di utilizzare le funzioni dello stadio durante la settimana o in eventi no match-day (running, climbing, area giochi per bambini, shopping, mercatini, fiere, mostre in un nuovo museo, ecc…).


Lo stadio è progettato per accogliere oltre 24.000 spettatori, estendibili a 30.000 grazie ad una struttura metallica predisposta sul solaio dell’ultimo livello in corrispondenza delle curve e dei distinti: in entrambi i casi il tifoso potrà assistere alla partita da una distanza minima dal campo pari a 7,5 m.


Lo stadio si sviluppa su 5 livelli.


Il piano terra, inserito nell’area complementare studiata principalmente per il no-match day, ospita le funzioni tecniche principali, spogliatoi, area media e centro medico, i cui percorsi e accessi sono tutti studiati per essere completamente indipendenti così da non creare contaminazioni tra squadra, giornalisti e ospiti in tribuna. Sullo stesso piano è stato progettato il nuovo museo del Cagliari Calcio a cui è stato affiancato il bar dello sport dove ogni tifoso rossoblù potrà vivere il 3°tempo della partita, o seguire la propria squadra sui monitor quando gioca in trasferta.


Il 1°livello ospita, in prossimità del perimetro della piastra, tutti i tornelli di accesso allo stadio. Nella “main stand”, sul lato ovest, si trovano le 3 aree hospitality principali: n°1 Vip lounge, pronta ad ospitare circa 150 persone e n°2 corporate lounge, di circa 800 mq cad. Sullo stesso livello, si sviluppa un corner dedicato alle famiglie, la Kid’s area, un adeguato numero di bar e il Cagliari Store: tutto per rendere la “fan experience” unica nel suo genere.


All’interno del 2°livello vengono inseriti 26 skybox esclusivi, tutti a struttura modulabile ed accessibili ai D.A., ai quali l’accesso è consentito attraverso ascensori che arrivano ad una hall dove ad accogliere gli ospiti vi sarà personale dedicato. Adiacenti alla zona dei palchi, sono inserite 4 suite facenti parte dell’hotel a 6 piani progettato vicino lo stadio, studi tv, sala GOS e 2 sale destinate a conferenze o meeting, mentre, nella parte opposta, sul lato est, sono stati ricavati spazi per uffici.


Il 3° livello è stato studiato per accogliere i nuovi uffici della società, oltre a spazi direzionali modulabili da poter destinare ad utenze diverse.


Il 4°livello è quasi interamente dedicato ai tifosi, con l’inserimento di bar, store e adeguato numero di servizi per ognuno. Sullo stesso livello è inserita la tribuna stampa con adiacente un’area interna riservata a giornalisti e fotografi.


Il 5° ed ultimo livello, è quello più panoramico, e permette, a chi sceglie di andare al ristorante o alla sky lounge, di godere, grazie alle sue ampie vetrate, di una doppia vista emozionale sul mare da un lato e sul campo da gioco dall’altro.


Ogni singolo aspetto del progetto è stato pensato nel massimo rispetto delle persone e dell’ambiente che le ospita. I tempi di evacuazione sono garantiti entro 8 minuti per tutti i settori, mentre la salvaguardia delle risorse naturali è supportata dall’implementazione dello stato dell’arte in materia di risparmi energetici, idrici e riutilizzo di materiali di rifiuto.


La mobillità elettrica è incentivata da parcheggi dedicati, mentre il ricircolo dell’acqua piovana, l’utilizzo della ventilazione naturale e la copertura fotovoltaica integrata contribuiscono all’utilizzo sostenibile delle risorse, secondo le concezioni proprie del Near Zero Emission Building e della certificazione LEED.


La componente tecnologica è in costante evoluzione ed è parte integrante del nostro stadio, tramite soluzioni progettuali e costruttive che si concentrano sulla ricerca della massima efficienza e flessibilità della struttura per meglio supportare gli inevitabili up-grade tecnologici, secondo una logica future-proof.


La progettazione è stata tutta effettuata con l’utilizzo del Building information modelling (BIM).


Faro per la città, generato dal mare e modellato dal vento: questa è la nuova casa del Cagliari Calcio.

1 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il nuovo stadio di Cagliari affonda le sue radici nella terra che lo ospiterà, prende forza dagli elementi naturali che la caratterizzano e condivide l’orgoglio di un popolo. Esso rappresenta non solo un tempio dedicato al calcio, ma un complesso polifunzionale da vivere tutti i giorni della settimana: un faro tecnologico di aggregazione per la città e per il quartiere. L’ACQUA: ha modellato la Sardegna, scavandone le rocce e creando canali e stagni di cui ancora si...

    Project details
    • Year 2018
    • Client CAGLIARI CALCIO
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Stadiums / Interior Design
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users