Museum of Image and Sound

Rio de Janeiro / Brazil / 2009

28
28 Love 6,250 Visits Published

The architecture of the Museum of Image and Sound takes Copacabana Beach as its inspiration: its coastline, its wraparound building wall, its mountains, and its distinctive beach promenade designed by Roberto Burle Marx. The promenade captures the key element of the beach—a space of the public in motion—on foot, bicycle and automobile. The building is conceived as an extension of that boulevard, stretched vertically into the museum. The “Vertical Boulevard” gestures toward inclusiveness: it gently traverses indoor and outdoor spaces and branches to make galleries, education programs, spaces of public leisure and entertainment. The building inherits the DNA of Burle Marx but radically reorients his public surface upward into a thickened façade for the new museum. The vertical circulation sequence connects the street with the building’s entertainment programs. The building is also conceived as an instrument to observe the city in a new way. The panoramic view before it, overexposed to tourists in the hotels and restaurants of Copacabana Beach while restricted for many residents, is perhaps the central image at stake. Through framing strategies, the skin of the MIS curates this view for the visitor moving through the gallery sequence.


 


[IT]
Il MIS rappresenta oggi il principale centro di documentazione internazionale sulla cultura brasiliana e carioca, riunendo i più svariati documenti tra fotografie, manifesti, film e video, ritagli di giornale e testi.



Le 22 collezioni del Museo, fondato nel 1965, sono attualmente ospitate presso due edifici differenti, rispettivamente collocati nel quartiere cittadino della Lapa e nella Piazza V. La nuova sede del museo, destinato a sorgere sull’Avenida Atlantica, di fronte alla celebre spiaggia di Copacabana (in sostituzione a un vecchio nightclub) consentirà di unificare definitivamente le 22 raccolte.

Il costo del progetto del museo si aggira sui 24 milioni di euro di cui 18 finanziati dal governo locale e 6 da sponsor privati, tra cui la Fondazione Roberto Marinho.

Il nuovo Museo occuperà una superficie complessiva pari a 6.000 metri quadri, con gallerie per esposizioni permanenti e temporanee, strutture per la ricerca, servizi educativi, un ristorante panoramico, una auditorium all'aperto e attività ausiliarie. La costruzione della struttura richiederà due anni e mezzo.

La proposta di Diller Scofidio + Renfro trae ispirazione dalla spiaggia di Copacabana ed in particolare dal lungomare, disegnato da Roberto Burle Marx. L'edificio è concepito come un a sorta di “prolungamento verticale” del boulevard, che attraversa metaforicamente gli spazi interni ed esterni del volume, segnando le ripartizioni tra le funzioni del Museo.

“L'edificio eredita il DNA di Burle Marx, ma ri-orienta radicalmente la sua superficie pubblica verso l'alto, attraverso la densa facciata del nuovo museo. Un sistema di circolazione verticale collega in sequenza il livello stradale con le varie funzioni d’intrattenimento dell’edificio – dall’Auditorium a pian terreno alla caffetteria – terrazza sopraelevata; dal Piano Bar sul terzo piano al ristorante sul sesto, per finire col cinema all'aperto sul tetto”, spiegano i progettisti del team vincitore.

A i Rio de Janeiro gli amministratori locali fanno sapere che “il nuovo MIS sarà – oltre che un centro per la memoria, la conservazione e lo studio – un Museo di fatto. La sua collezione sarà esposta in modo moderno, facendo uso dei nuovi media e della più alta tecnologia interattiva, allo scopo di stupire i suoi visitatori.

La scelta di Copacabana, come nuovo location per la sede del MIS è strettamente legata al carattere plurale del quartiere - una delle cartoline postali più popolari al mondo. Il quartiere ha un facile accesso, riceve un gran numero di turisti nei suoi oltre 80 alberghi, ed ha ispirato musicisti, scrittori, artisti e fotografi, divenendo un punto di riferimento per il turismo in Brasile e in mondo.

28 users love this project
Comments
View previous comments
    comment
    Enlarge image

    The architecture of the Museum of Image and Sound takes Copacabana Beach as its inspiration: its coastline, its wraparound building wall, its mountains, and its distinctive beach promenade designed by Roberto Burle Marx. The promenade captures the key element of the beach—a space of the public in motion—on foot, bicycle and automobile. The building is conceived as an extension of that boulevard, stretched vertically into the museum. The “Vertical Boulevard” gestures...

    Archilovers On Instagram
    Lovers 28 users