Centro multimediale in zona Costa del Guardiano a Taranto

Taranto / Italy / 2002

0
0 Love 1,535 Visits Published
Il sito dell’intervento rientra nell’unica zona libera del P.G.R. destinata ad attrezzature di interesse collettivo-culturale (Zona B1.2, art.28 della Variante Generale al Piano Regolatore Generale Comunale – Norme di attuazione : circoli di cultura, biblioteche, sale per conferenze, sale di riunione, musei, mostre d’arte e d’esposizione, teatri, cinematografi ed attrezzature per lo spettacolo), in prossimità dell’ Ipermercato Auchan, della zona residenziale “Città Giardino” e della Casa Circondariale.
La spirale è l’elemento generatore del progetto perché attraverso la sua forma si è voluto rendere possibile la compresenza di molteplici concetti rapportabili al mondo del multimediale.
Il movimento generato dalla spirale simboleggia l’uragano telematico e nuova cultura globale che assegnano all’architettura la funzione di vettore umanistico.
Elemento essenziale del progetto è l’acqua, dominante in tutta la città di Taranto, anche detta “la città dei due mari” : Mar Grande e Mar Piccolo.
L’ingresso principale dell’ingresso costituito dal passaggio tra le due vasche d’acqua, rappresenta l’evoluzione dalla vecchia cultura industriale alla multimedialità, come il Ponte Girevole collega il centro storico con il nuovo centro abitato.
Le linee curve che dominano il progetto (bibliomediateca e cineteca) riprendono le forme del Castello Aragonese, monumento simbolo della città.
Il fulcro della composizione, la “piazza” centrale coperta, riprende una nota, e cara ai cittadini, piazza di Taranto : la Rotonda del Lungomare.
Il complesso è funzionalmente distribuito in quattro blocchi disposti secondo uno schema a spirale, il cui fulcro è uno spazio coperto, fruibile anche nelle ore serali.
Da via Consiglio, percorrendo la cordonata che divide le due vasche d’acqua, si giunge nella piazza centrale. Da questo spazio coperto si accede alla zona “pubblica” del CMM :
- Sale espositive
- Sala internet
- Cineteca – Biblimediateca
- Centro vendita
- Area ristoro
Adiacente alla piazza c’ è uno spazio aperto facente parte della zona “privata” del complesso, destinata agli addetti ai lavori:
- Comparto di produzione audiovisiva
- Centro di formazione multimediale
Il progetto si organizza su un livello interrato (parcheggi), un livello semi-interrato (magazzini) e tre livelli in alzato.
Nel primo livello, ad una quota che varia da 1.20 m a 2.16 m, troviamo :
- Nel Comparto di produzione audiovisiva: un teatro di posa con il blue screen ( set virtuale), un magazzino per i costumi, un magazzino per le luci, un’area per lo scarico merci, scenografie, macchinari; tre locali di post-produzione, l’area amministrativo-gestionale con sei uffici destinati alla Produzione ed infine una riunioni.
- Nel Centro di formazione multimediale : una postazione docenti ed una reception per il pubblico, un teatro di posa, un magazzino per le scenografie ed un locale tecnico.
- Nella Cineteca : una sala di proiezione cinematografica, con una sala stampa, un guardaroba e una sala regia, una sala polivalente con venti spazi di consultazione audiovisiva, tre laboratori per attività seminariali.
- Nell’area ristoro : ristorante con cucina, un bar e una terrazza bar.
- La Sala internet con 48 postazioni pc.
- Due Sale espositive disponibili per mostre sul tema della multimedialità.
- Un Centro vendita destinato ad attività commerciali riguardanti l’ high-tech.
Nel secondo livello troviamo:
- Nel Comparto di produzione audiovisiva: due sale trucco, una sartoria, tre camerini vip, sei camerini con servizi igienici e sei camerini semplici.
- Nel Centro di formazione multimediale : una sala conferenze di circa 500 posti, con sala regia, guardaroba e sala stampa.
- Nella Bibliomediateca : una sala di consultazione audiovisiva con 28 postazioni pc e due laboratori per attività seminariali.
Nel terzo livello troviamo:
- Nel Centro di formazione multimediale : un’aula con computer grafica 3D, un’area destinata alle aule ed una destinata alle attività amministrativo-gestionali.
- Nella Bibliomediateca : un laboratorio Internet ed un laboratorio polivalente.
Le coperture, in parte vetrate, riprendono il sistema a spirale e non sono praticabili, tranne la terrazza bar.
I rivestimenti esterni in travertino, oltre alla funzione estetica, svolgono una funzione di protezione delle maglie della struttura esterna eterogenea, costituita dagli elementi portanti in acciaio e dai muri di tamponamento in cls. In una situazione ambientale come quella di Taranto, dove le strutture metalliche sono seriamente aggredite dalla combinazione di fattori concomitanti quali alte o basse temperature, elevata umidità e salinità, oltre a grandi sbalzi di temperatura durante l’arco delle ventiquattro ore, l’uso del travertino è la soluzione ottimale.
La parete ventilata è ritenuta un’efficace soluzione per il sistema di facciata, caratterizzato da uno strato isolante fissato sulla struttura portante e dalle lastre di travertino applicate all’edificio tramite un sistema di ancoraggio a scomparsa di tipo puntiforme.
Tutto ciò permette che, tra lo strato isolante e quello di rivestimento, si venga a creare un intercapedine d’aria che, provocando il cosiddetto “effetto camino”, favorisce un’efficace ventilazione naturale, recando numerosi vantaggi e benefici.
Il sistema di ancoraggio a scomparsa previsto è con alette rivoltate in acciaio inox e prevede una fresatura continua sulle coste orizzontali delle lastre, ai fini dell’alloggiamento dell’aletta rivoltata, che ha la funzione di trattenimento delle lastre, mentre la funzione di portanza è demandata alla sezione orizzontale della staffa.
I giunti, che sono lo spazio che separa i perimetri delle lastre, hanno la funzione di favorire il movimento libero di quest’ultime ed assorbire i movimenti elastici che provengono dalle escursioni termiche o dagli assestamenti dei supporti e degli ancoraggi.
Il sistema di ancoraggio è dotato di meccanismi di regolazione interno/esterno per favorire una maggiore regolarità al piano di rivestimento e l’allineamento dei giunti.
0 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Il sito dell’intervento rientra nell’unica zona libera del P.G.R. destinata ad attrezzature di interesse collettivo-culturale (Zona B1.2, art.28 della Variante Generale al Piano Regolatore Generale Comunale – Norme di attuazione : circoli di cultura, biblioteche, sale per conferenze, sale di riunione, musei, mostre d’arte e d’esposizione, teatri, cinematografi ed attrezzature per lo spettacolo), in prossimità dell’ Ipermercato Auchan, della zona residenziale “Città Giardino” e della Casa...

    Project details
    • Year 2002
    • Client URIA e Facoltà di Architettura Valle Giulia - Roma
    • Status Competition works
    • Type Public Squares / multi-purpose civic centres / Office Buildings / Multi-purpose Cultural Centres / Theatres / Libraries / Cinemas / Showrooms/Shops / Bars/Cafés / Restaurants
    Archilovers On Instagram