Riga Contemporary Art Museum

Museo di Arte Contemporanea di Riga Riga / Latvia / 2011

9
9 Love 10,852 Visits Published
Gli spazi del Riga CAM non saranno tutti di nuova costruzione. Una superficie di 4mila metri quadrati circa sarà infatti annessa ad un vecchio stabilimento industriale risalente al 1905. L’area espositiva di nuova costruzione sarà costruita attorno al perimetro dell’edificio esistente, all’interno del quale troveranno invece spazio biblioteca, sala lettura, caffé, uffici e laboratori artistici.

“Integriamo il vecchio in una architettura nuova ed organizziamo il programma relativo al nuovo in modo che il vecchio sia sempre presente senza che l’arte ne sia prigioniera”. Così l’olandese Koolhaas argomenta la scelta di sistemare diversi aspetti funzionali all’interno del vecchio stabilimento industriale.

Gli autori del progetto individuano due tipologie storiche di spazio museale:
1. il “puro spazio bianco”, simboleggiante l’idea di un luogo privo di contesto all’interno del quale l’esposizione artistica possa “risplendere” autonomamente ed essere percepita nella sua sola essenza;
2. il “fondale appropriato”, riferito il più delle volte a vecchi resti industriali i cui spazi conferiscono maggiore drammaticità al lavoro artistico. Talvolta tali spazi si rivelano tuttavia non adatti ad ospitare la stravaganza e la mole dei lavori di arte contemporanea .

“Il proliferare di queste due tipologie di spazi artistici – spiegano i professionisti dello studio OMA – ha portato i suddetti spazi a diventare “archetipi museali” virtuali. Ogni nuova struttura sembra oggi far fronte ad una scelta ideologica quasi a metà tra le due tipologie”.

I progettisti si servono di tale premessa per spiegare la loro volontà di escludere una simile scelta ideologica; di scampare il pericolo di diventare “vittime della storia” evitando al tempo stesso di giungere al punto di rifiutarla.
“Va progettata una nuova idea di struttura museale, in grado di ospitare la funzione tradizionale del museo, ed al tempo stesso di incorporare i nuovi ruoli e le nuove prospettive da questo acquisiti”.

Koolhaas definisce l’area di nuova costruzione realizzata attorno al perimetro della vecchia struttura “un unico spazio neutrale continuo con copertura lineare e facciata vetrata, integrante il vecchio nel nuovo in chiave funzionale piuttosto che simbolica”.

La scelta si utilizzare gli spazi del vecchio stabilimento industriale per servizi tecnici e logistici piuttosto che per le esposizioni consente di evitare qualsiasi interferenza tra il visitatore e l’oggetto artistico. “In tal senso – conclude il progettista – questo progetto accetta ed incorpora le nuove prospettive museali, ma restituisce al museo il suo ruolo tradizionale: la contemplazione organizzata dell’arte”.
9 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    Gli spazi del Riga CAM non saranno tutti di nuova costruzione. Una superficie di 4mila metri quadrati circa sarà infatti annessa ad un vecchio stabilimento industriale risalente al 1905. L’area espositiva di nuova costruzione sarà costruita attorno al perimetro dell’edificio esistente, all’interno del quale troveranno invece spazio biblioteca, sala lettura, caffé, uffici e laboratori artistici.“Integriamo il vecchio in una architettura nuova ed organizziamo il programma relativo al nuovo in...

    Project details
    • Year 2011
    • Work finished in 2011
    • Client Governo lettone
    • Status Current works
    • Type Museums
    Archilovers On Instagram
    Lovers 9 users