Vasche di accumulo acqua per impianto antincendio

Albergo a Roma Via Sistina - Trinità di Monti Rome / Italy / 2003

1
1 Love 2,969 Visits Published
L’intervento riguarda la realizzazione di due vasche in cemento armato utilizzate come riserva d’acqua per l’antincendio da realizzarsi all’interno dello stabile di proprietà della Reale Mutua di Assicurazioni in Roma, Via Sistina, 69/75 adibito a sede dell’Hotel de La Ville Intercontinental.
I serbatoi sono stati collocati nel piano seminterrato dell’edificio all’interno di due locali esistenti a q.ta inferiore all’attuale piano di calpestio.
In maniera più specifica tali serbatoi risultano di capacità totale di 157 mc ed hanno dimensioni in pianta pari a:
-vasca 1: 310x530 cm ed altezza pari 616 cm – altezza acqua pari a 5.50 m
-vasca 2: 360x660 cm ed altezza pari 635 cm - altezza acqua pari a 5.70 m
Attesa la complessità realizzativa del manufatto e la sua collocazione all’interno dell’edificio è stata valutata la possibilità di realizzare le due vasche attraverso fasi operative diverse e successive:
Prima di procedere alla realizzazione delle opere in cls si sono rimossi gli esistenti pozzetti di raccolta delle acque e le tubazioni fognarie presenti nei locali delle realizzande vasche. Opportune opere fognanti si sono attestate sull’attuale corridoio al fine di non interferire con le vasche. E' stato inoltre realizzato un pozzetto di raccolta delle acque delle vasche per il periodico controllo del loro interno. Si è provveduto alla installazione di opportune pompe di sollevamento acqua all’attuale quota del pozzetto posto nel locale adiacente alla vasca 2
VASCA 1: tale manufatto è stato realizzato in quattro fasi successive di getto dettate dall’esigenza di contenere la terra alle spalle del manufatto durante lo scavo e l’esecuzione dell’opera e dall’esigenza di non perturbare le condizioni di equilibrio statico esistenti. Era stato infatti già realizzato, uno scavo parziale fino a quota -1.90 senza adeguato contenimento delle terre:
fase 1): Prima di procedere all’armatura della prima parete in cls si è proceduto ad uno scavo verticale per lo spessore di circa 40 cm al fine di aumentare la larghezza dell’attuale locale. Successivamente è proceduto con il getto di una porzione orizzontale di parete da quota +0.02 a quota -1.90 e dei setti trasversali al fine di eliminare la spinta del terreno, in questa fase i ferri di armatura sono stati posti in opera approfondendoli nel terreno posto alla quota di –190 per una profondità di circa 70 cm al fine di garantire la sovrapposizione delle armature per il getto successivo alla fase 1;
fase 2): La seconda fase prevedeva lo scavo di approfondimento ed il getto delle pareti da quota -1.90 quota –3.74;
fase 3): La terza fase comprendeva lo scavo per l’alloggiamento della fondazione ed il getto successivo della stessa, previo magrone di sottofondazione dello spessore di 10 cm, spessore della fondazione e magrone 30+10 cm rispettivamente da quota -3.74 a quota -4.14;
fase 4): La quarta fase prevedeva il completamento della parete e dei setti da quota +0.02 a quota +2.29
A completamento dei getti la vasca è risultata parzialmente interrata per circa 3.80 m e con rigidezza e capacità portante tale da sostenere il carico statico trasmesso dal terrapieno.
VASCA 2: Al fine di non creare inadeguate interferenze tra le fondazioni dell’edificio esistenti e il nuovo manufatto sono state realizzate adeguate sottofondazioni che consentiranno, attraverso un giunto strutturale (realizzato con polistirolo di spessore minimo 3 cm), di realizzare la vasca completamente fuori terra. Le fasi di realizzazione della stessa saranno due:
fase 1): scavo parziale e sottofondazioni murature esistenti
fase 2): formazione di giunto strutturale (polistirolo sp. 3 cm) tra pareti esistenti e pareti vasca e getto della fondazione ed elevazione della stessa.
Al fine di garantire la perfetta impermeabilità del manufatto la lavorazione e stata così articolata:
1.Realizzazione delle strutture in cemento armato utilizzando giunti tipo Tecnowaterstop in corrispondenza della ripresa del getto. Il calcestruzzo è stato additivato con prodotti tipo Fluimax 2HS (per la riduzione dell’acqua di impasto) ed Idromix (per aumentare l’impermeabilità della massa di calcestruzzo).
2.Pulizia accurata del supporto, sia orizzontale che verticale, con l’eliminazione totale di polvere, grasso, parti inconsistenti e qualsiasi materiale che possa pregiudicare il buon ancoraggio della resina. Realizzazione di arrotondamenti di raccordo per eliminare gli angoli e rasatura di eventuali nidi di ghiaia con malta pronta all’uso tipo Betonfix 300 miscelato con resina tipo Elastofix. Eliminazione in profondità dei distanziatori metallici e di eventuali bordature in calcestruzzo createsi tra getti diversi.
3.Stesura di tessuto tipo Armotec 120 sulla superficie da impermeabilizzare e saturazione a pennello o rullo con malta tipo Betonfix 300 miscelato con resina elasticizzate tipo Elastofix rispettando un consumo non inferiore a 1 Kg/mq. Il tessuto armotec 120 sarà sormontato tra un foglio e l’altro per una larghezza non inferiore a 10 cm. Ad indurimento avvenuto, applicazione in doppia mano a pennello o rullo di malta tipo Betonfix 300 miscelata con Elastofix con un consumo non inferiore a 0.5 Kg/mq per ogni passata.
Lo strato impermeabilizzante avrà la necessaria flessibilità per assorbire eventuali deformazioni strutturali e resistere anche contro infiltrazioni provenienti dall’esterno.


1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’intervento riguarda la realizzazione di due vasche in cemento armato utilizzate come riserva d’acqua per l’antincendio da realizzarsi all’interno dello stabile di proprietà della Reale Mutua di Assicurazioni in Roma, Via Sistina, 69/75 adibito a sede dell’Hotel de La Ville Intercontinental. I serbatoi sono stati collocati nel piano seminterrato dell’edificio all’interno di due locali esistenti a q.ta inferiore all’attuale piano di calpestio. In maniera più specifica tali serbatoi risultano di...

    Project details
    • Year 2003
    • Work started in 2003
    • Work finished in 2003
    • Client Reale Mutua Assicurazioni - Hotel De la Ville Intercontinental
    • Status Completed works
    • Type Hotel/Resorts
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users