CASA PER PRIVATO

Fabbricato in classe "B" Emilia ROmagna VIANO / Italy / 2011

0
0 Love 1,134 Visits Published
ASPETTI MORFOLOGICI – PAESAGGISTICI –ARCHITETTONICI

La presente relazione ha lo scopo specifico di fornire una descrizione della compatibilità paesaggistica dell’intervento di cui si chiede l’approvazione, in funzione degli impatti sul contesto ambientale eventualmente generati. Per una più approfondita conoscenza delle caratteristiche specifiche dell’intervento si rimanda agli elaborati tecnici e grafici allegati alla richiesta di approvazione del progetto.

Detto intervento è situato a Viano, Comune dell’Appennino Emiliano in Provincia di Reggio Emilia, in un contesto pertanto morfologicamente classificabile come naturale e montano, e connotato da una importante valenza scenica e panoramica , come dimostra la classificazione di Via Gargola e della consecutiva Strada Provinciale n° 7 “Pratissolo – Felina” a “Viabilità Storico – Panoramica” da parte del P.T.C.P..
Il territorio circostante è episodicamente edificato con una ridotta densità abitativa, una scarsa eterogeneità di funzioni e con prevalenza tipologica di abitazioni unifamiliari o bifamiliari.

Il lotto di intervento presenta una forma irregolare, avente estensione di circa 1.971 mq, ed è ubicato alla periferia sud del Comune, delimitato ad est dalla Strada Provinciale n° 7 “Pratissolo – Felina” e ad ovest dalla Strada Provinciale n° 98 “Fondovalle Tresinaro”, e ricade nella fascia di rispetto di 150 ml del Torrente Tresinaro, sottoposto a disposizione del D.Lgs. 42/2004. Detto lotto copre un dislivello complessivo di circa 11,50 m, discendente da est verso ovest.

L’area di intervento è classificata in base agli strumenti urbanistici vigenti con i seguenti parametri:
Tav. P.S.C. n° 1.4
Tav. R.U.E. n° 1.9
Ambito ACr – ambito consolidato in territorio rurale
Norme di tutela P.T.C.P.:
Zona di particolare interesse paesaggistico ambientale
Corso d’acqua sottoposto a disposizione del D.Lgs. 42/2004

Il progetto prevede la realizzazione di una villa unifamiliare di modeste dimensioni sul fianco sud dell’abitazione esistente, di forma rettangolare ml 10 x 9,60. L’inserimento di tale edificio, che si sviluppa su due piani, per uno sviluppo massimo del fronte più alto di ml 7,70, e la sistemazione dei percorsi che ne consegue, comporta ridotti movimenti di terra, ovvero un modesto livello di alterazione morfologica del lotto, in virtù anche dell’allineamento dei fronti est ed ovest con quelli del fabbricato adiacente esistente.
Le scelte tipologiche e compositive adottate sono orientate a conseguire l’ottimale integrazione del fabbricato nel paesaggio e salvaguardarne l’identità: in particolare mediante l’uso degli elementi canonici dell’architettura, quali l’intonaco e la pietra per i fronti, il legno ed il laterizio per la copertura, contestualmente all’inserimento di materiali “hi-tech”, quali acciao e vetro sul fronte ovest, rivolto verso valle, assemblati in una equilibrata combinazione di tradizione e innovazione.

Anche le scelte tecnologiche sono orientate nella stessa direzione di salvaguardia del contesto naturale, mediante la previsione di un involucro edilizio altamente prestante dal punto di vista energetico, e costituito di materiali ecocompatibili, nonché impianti per lo sfruttamento delle energie rinnovabili, in particolare impianto solare termico per la produzione di acqua calda posizionato in copertura, opportunamente orientato.

Si ritiene in definitiva che l’inserimento del sopradescritto fabbricato comporti un modesto impatto sul contesto ambientale, senza cioè alterarne la valenza paesaggistica, ma in sintonia con il contesto rurale circostante.


ASPETTI DISTRIBUTIVI - TECNOLOGICI

Il progetto prevede la sistemazione dell’ingresso principale e dei locali di servizio (autorimessa, taverna e cantina) a piano terra, la scala interna posizionata centralmente, e locali abitabili al primo piano, mansardato. Un secondo ingresso, sul soggiorno, è previsto a questo livello sul fronte nord, accessibile tramite scala esterna posizionata in aderenza al fabbricato esistente ed all’autorimessa. La zona est dell’edificio, sul retro della zona notte, è attrezzata a giardino tutto al medesimo livello, con scale esterne che salgono a nord sul piano strada e scendono a sud al livello del piano terra.

Stante la sismicità della zona e l’irregolarità della sagoma dell’edificio, si prevede che la struttura portante sia interamente a telaio in c.a., su fondazioni dirette a travi rovesce in c.a.. La copertura verrà realizzata in legno, con orditure a vista, appoggiate su cordoli di coronamento in c.a. I tamponamenti saranno realizzati mediante blocchi laterizi porizzati posizionati a filo telaio, con isolamento termico disposto all’esterno nella configurazione “a cappotto”.

Si prevede che, stante il rilevante spessore di isolante disposto sia nelle chiusure verticali che in copertura, e la quasi assenza di ponti termici, l’involucro edilizio sarà caratterizzato da un elevato isolamento termico, e che questo, unitamente all’ impianto di riscaldamento a pavimento alimentato da caldaia a condensazione ed all’impianto solare termico in copertura per la produzione di acqua calda, permetterà all’edificio il raggiungimento della classe energetica “B”.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    ASPETTI MORFOLOGICI – PAESAGGISTICI –ARCHITETTONICILa presente relazione ha lo scopo specifico di fornire una descrizione della compatibilità paesaggistica dell’intervento di cui si chiede l’approvazione, in funzione degli impatti sul contesto ambientale eventualmente generati. Per una più approfondita conoscenza delle caratteristiche specifiche dell’intervento si rimanda agli elaborati tecnici e grafici allegati alla richiesta di approvazione del progetto. Detto intervento è situato a Viano,...

    Project details
    • Year 2011
    • Work started in 2010
    • Work finished in 2011
    • Status Completed works
    • Type Single-family residence
    Archilovers On Instagram