2 PREMIO Riqualificazione del centro urbano di Piombino Dese

Piombino Dese / Italy / 2009

0
0 Love 2,408 Visits Published
La pianificazione degli spazi urbani prevede la definizione di tre Piazze con diverse destinazioni d’uso. -Piazza Palladio destinazione d’uso pubblica: ridefinizione spaziale attraverso l’inserimento di una nuova quinta a est, eliminazione dell’attuale parcheggio superficiale e ricostruzione della pavimentazione. La Piazza sarà utilizzata come elemento di rappresentanza e simbolico del paese, conservando un carattere polifunzionale, che permetta un’utilizzazione per il mercato settimanale. La quota della strada sarà uniformata a quella della strada prevedendo degli opportuni dissuasori a monte e a valle di via Roma e di Viale della Vittoria. La Piazza sarà leggermente inclinata raccordando l’attuale quota dei marciapiedi in Viale della Vittoria con una quota di +60 cm caratterizzante sia la nuova piastra di cinta del municipio (delucidazioni al punto VII), sia il piano terra del nuovo complesso pubblico nell’area dell’attuale Piazza PioX . - Nuova Piazza Pio X, semicoperta a destinazione d’uso commerciale: definizione spaziale attraverso l’inserimento di un nuovo complesso residenziale nell’area dell’ex consorzio agrario e una cortina di negozi contigua all’attuale palazzina a nord del municipio. L’idea progettuale come già enunciato nel capitolo precedente è quella di creare un piccolo salotto commerciale che ribalti l’attuale stato di degrado e sia capace di esprimere una decisa capacità attrattiva. La cortina dei negozi adiacente la palazzina esistente sono di pertinenza del medesimo edificio con lo scopo d’essere commercializzata al fine di ricavarne un utile per il previsto restyling. Tale operazione naturalmente presume un accordo tra l’ente comunale e il rappresentante legale dei privati. Nel caso in cui l’intesa non sia raggiunta si prevede la costruzione di un muro monolitico di confine (telaio in pilastri e tamponamento) che preservi integralmente sia la nuova Piazzola sia l’attuale viabilità’ lungo il corridoio posteriore. Una soluzione flessibile che consente successivamente ed eventualmente l’apertura dei previsti negozi. L’area destinata a giardino infine è utilizzata e pensata come una galleria d’arte aperta sulla quale possono essere esposte sculture permanenti o mobili. -Piazza Risorgimento finalità polivalente: mantenimento dell’attuale geometria spaziale e destinazione d’uso a parcheggio. Creazione di un pseudo polmone sempre verde attraverso la rielaborazione della pavimentazione e l’inserimento di alberatura, in grado di creare un elemento di filtro e collegamento tra villa Fantin centro culturale del paese e le altre piazze. La cortina alberata oltretutto offre un effetto di schermatura all’attuale stato di degrado dell’edificio affacciato sulla piazza (in attesa dell’auspicato intervento di restyling). Il progetto suggerisce l’utilizzo di Quercus ilex (“Leccio”). Quest’albero noto per la chioma arrotondata, in passato fu utilizzato come pianta ornamentale per giardini rinascimentali, per la realizzazione mediante potatura, di forme alte e rigide, in contrasto con basse siepi; nel nostro caso consente un’ottima schermatura dell’attuale edificio residenziale facilitando la sensazione di parco urbano. L’intera superficie, sarà usufruibile dal mercato, integrando la stessa piazza nell’isola pedonale prevista nel giorno di sabato e ricavata attraverso una temporanea deviazione della viabilità.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La pianificazione degli spazi urbani prevede la definizione di tre Piazze con diverse destinazioni d’uso. -Piazza Palladio destinazione d’uso pubblica: ridefinizione spaziale attraverso l’inserimento di una nuova quinta a est, eliminazione dell’attuale parcheggio superficiale e ricostruzione della pavimentazione. La Piazza sarà utilizzata come elemento di rappresentanza e simbolico del paese, conservando un carattere polifunzionale, che permetta un’utilizzazione per il mercato settimanale. La...

    Archilovers On Instagram