LIVING BOX

CONCORSO per il progetto di casa modulare prefabbricata Rome / Italy / 2005

6
6 Love 3,437 Visits Published
• Il progetto entra a far parte della seconda categoria dell’oggetto di studio del concorso,ossia l’ Unità abitative prefabbricate a piccoli elementi ,Unità costituita da un insieme di sistemi tecnologici la cui realizzazione prevede l’assemblaggio in opera di piccoli elementi.
Il progetto nasce dall’idea di un’ abitazione prefabbricata che ha la pretesa di non essere considerata un’opera di architettura effimera ,propria deli moduli – container ,provvissoria , fredda e quindi sgradevole .
ma un’opera in grado di avere una propria identita’ architettonica che comunichi con il paesaggio , atta ad ampliarsi seguendo la naturale evoluzione di un singolo essere umano (o con la possibilita’ al contrario di restare uguale a se stessa ! ) grazie alla unione di piu’ unita’ dalle differenti funzioni .
Un’ architettura usufruibile immediatamente e a poco costo ,senza tempi lunghi di costruzione ed economica grazie alla modularita’ e alla prefabbricazione .
I temi principali del progetto sono quindio la modularita’ e l’aggregazione:
Modularita’
La modularita’ si evince dall’impianto a pannelli prefabbricati di un metro di lunghezza , montati a secco e prefabbricati. La modularita’ crea i presupposti quindi per l’ addizionalita’ di pannelli e quindi l’espandibilita’ delle singole cellule . La lunghezza minima studiata per la casa” modulo base” è di lunghezza 11 mt per 6 ,che si sviluppa su due piani .
Aggregazione
L’aggregazione è data dall’unione delle cellule che hanno ognuna caratteristiche funzionali precipue ma interscambiabili nel caso in cui si aggreghino piu’ unita’.
L’organismo base del progetto è la cellula del single che ha la possibilita’ di aggregarsi anche in tempi diversi con gli altri moduli studiati con funzioni diverse .
Questa ampliabilita’ segue le esigenze del nucleo familiare: da un singolo essere umano al nucleo familiare che cresce con le proprie attivita’ lavorative e ludiche.
Il modulo base è pronto a seguirne la storia : Raddoppiando, triplicando e quadruplicando a seconda delle esigenze di chi vi abita.
L’aggregazione tra cellule avviene tramite corridoi-mobili,intendendo per questi corridoi di larghezza di un metro -modulo costruttivo- con pareti laterali costituite da armadi a tutt’altezza .
Questi corridoi sono allineati tra una cellula e l’altra in modo da distribuirsi su di un’asse cosi’ da costituire visivamente un corridoio di luce e individuare una struttura chiara di aggregazione ed ampliabile all’infinito .


CELLULA BASE : CASA DEL SINGLE
Questa è l’unita’ abitativa che ospita da sola tutte le attivita’ proprie di un single ,quindi è la cellula madre che da sola assolve alla funzione base abitative, è un’ unita’ a doppia altezza ed è cosi’ composta :
piano terra : zona giorno,bagno ,cucina
piano primo: zona notte
è questa l’unica cellula autonoma ma ampliabile con la crescita della vita di un nucleo familiare.
CELLULA BASE+ CELLULA AGGREGATA (+1) : DOUBLE HOUSE
Unita’ abitativa aggiunta 6 mt per 11 mt , la ad un livello che ospita 2 camere da letto la camera da letto matrimoniale e la, camera dei bambini.
.In questo caso ,nella Cellula base la camera al piano superiore diventa un stanza per lo studio.
CELLULA BASE + CELLULA AGGREGATA (+2) : TRIPLE HOUSE
Unita’ abitativa aggiunta 6 mt per x mt che ospita il box garage amplio per divenire anche zona attrezzi e ripostiglio.
CELLULA BASE + CELLULA AGGREGATA (+3 ) : HIGH HOUSE
Unita’ abitativa aggiunta 6 mt per x mt , alta e stretta ,di tipologia a torre con funzioni prettamente ludiche e lavorative .
Pensata a doppia altezza è costituita da spazi aperti e intercambiabili senza funzione precisa , infatti è per di piu’ un’unita’ aggiunta di supporto che manifesta in se’ la completezza del vivere umano .
Trasportabilita’

La trasportabilità è assicurata mediante mezzi comuni- via stradale, navale o aerea - grazie ai moduli larghi un metro che ne permettono il facile trasporto e montaggio in opera e a secco.

Tecnologia


Le tecnologie utilizzate si sviluppano nelle seguenti fasi:
• acquisto e controllo qualità dei materiali previsti in progetto;
• taglio dei pezzi mediante attrezzature automatiche a controllo numerico;
• assemblaggio dei profili – pannelli esterni, pannelli copertura- pavimento – serramenti esterni ed interni - posa in opera d’impianti elettrico, riscaldamento/condizionamento, idrico sanitario, accessori vari;
• trattamenti protettivi dei materiali prima della consegna;
• imballaggio dei pezzi numerati, movimentazione e trasporto;
• montaggio e collaudo di tutte le opere.


Dimensioni: larghezza mm 1000, lunghezza a richiesta da produzione in continuo.

• Spessore: pannelli con spessori standard (.mm 300)
• Supporti: acciaio zincato, acciaio zincato preverniciato o plastificato; acciaio inox; alluminio naturale, preverniciato, goffrato.
• Struttura :la struttura è costituita da travi e pilastri - n°6 - in acciaio a distanza modulare.
La struttura di basamento isolata da terra è costituita da due pilastri liberi e 2 mensole nelle quali convogliano i 4 pilastri rimanenti della struttura .
• Spessore standard acciaio: mm 0,5 + 0,5. Spessori superiori ed inferiori possono essere forniti a richiesta.
• Isolamento con schiumatura in continuo di:
- Resine poliuretaniche (PUR) auto-estinguenti.
• Trattamenti protettivi applicabili a richiesta:
preverniciatura poliestere per esterni, preverniciatura atossica per contatto con alimenti, poliestere siliconico, PVDF, termoplastica classe A; applicazione di film plastico in PVC o altri film.


.
» La coibentazione viene eseguita con schiuma di poliuretano rigida »
Le pareti esterne sono costituite da pannelli in lamiera zincata preverniciata a fuoco spessore 5 – 10 mm, groffata, piana con leggera greca, preverniciati o rifiniti al quarzo plastico previa mano di primer.
» Le pareti interne possono riceve tutte le finiture di quelle esterne con in più le rifiniture plastificate in P.V.C. con alto grado di finitura estetica.

» Coperture - realizzate con pannelli prefabbricati tipo tecnocopertura, spessore pannelli da 30 a40 mm più greca. Isolamento con schiuma di poliuretano rigida. Scocche in acciaio zincato dallo spessore di 0,6 mm preverniciate PVF. Con canale di gronda su tutto il perimetro in lamiera zincata dallo spessore di 10 / 15 mm che permette di creare nella parte esterna un fascione di rifinitura, mentre nella parte interna la raccolta delle acque meteoriche.
» Pavimento - costituito in lastre di truciolare idrofugo spessore mm 19. Piano di calpestio in linoleum o similare. Vi è inoltre la possibilità di realizzare pavimenti sopraelevati con scelta delle finiture di supporto dei pannelli.
» Impianto elettrico - (norme CEI) realizzato secondo la normativa vigente, viene diviso in circuiti con tubi in PVC autoestinguenti. Tutti i circuiti fanno capo ad un quadro generale con inserimento di interruttori magnetotermici differenziali a protezione di ogni linea. Viene fornito il certificato di conformità in base alla legge 5/3/1990 n° 46. Tutte le apparecchiature, corpi illuminanti ecc. verranno forniti in base alle esigenze del cliente e in base ai calcoli illuminotecnici.
» Impianto idraulico - realizzato completamente a vista, permette facilità d’intervento e sostituzione dei materiali. Su richiesta è possibile realizzare impianti a scomparsa.
» Infissi - portoni in alluminio dalle dimensioni di 90 x 210, parte inferiore tamponata, superiore con vetro semidoppio e barre di protezione in alluminio completi di serratura e maniglia. Finestre a sporgere in alluminio anodizzato cm 90 x 110 con vetro semidoppio e barre di protezione in alluminio. E’ possibile l’inserimento di porte e finestre con aperture e dimensioni diverse dalle specifiche.
» Condizionamento - viene realizzato con apparecchi singoli a muro di tipo split o monosplit, anche a pompa di calore. Possono essere situati impianti specifici a seconda delle esigenze del cliente










































6 users love this project
Comments
    comment
    user
    Enlarge image

    • Il progetto entra a far parte della seconda categoria dell’oggetto di studio del concorso,ossia l’ Unità abitative prefabbricate a piccoli elementi ,Unità costituita da un insieme di sistemi tecnologici la cui realizzazione prevede l’assemblaggio in opera di piccoli elementi. Il progetto nasce dall’idea di un’ abitazione prefabbricata che ha la pretesa di non essere considerata un’opera di architettura effimera ,propria deli moduli – container ,provvissoria , fredda e quindi sgradevole .ma...

    Project details
    • Year 2005
    • Client edilportale.com
    • Status Competition works
    • Type Modular/Prefabricated housing
    Archilovers On Instagram
    Lovers 6 users