JS Bach Chamber Music Hall

Padiglione musicale temporaneo per il Manchester International Festival 09 Manchester / United Kingdom / 2009

68
68 Love 8,906 Visits Published
La struttura, un piccolo e intimo spazio destinato alla rappresentazione delle sole opere musicali di Bach, rappresenta la versione contemporanea dell’antico salone in cui i mecenati del XVIII secolo ascoltavano la musica che avevano commissionato.

Con una capacità di soli 192 posti a sedere, il padiglione musicale disegnato per Manchester dalla progettista anglo-irachena si presenta come “uno spazio dentro un altro spazio”.
La struttura è disegnata da un enorme “nastro” che si avvolge a spirale dentro la stanza fluttuando al di sopra del palcoscenico per poi scendere a cascata sul pavimento ed infine stringersi attorno al pubblico. Lo spazio originale risulta in tal modo trasformato in una morbida e scultorea architettura.
Come “avvolti in un bozzolo”, artisti e pubblico condividono un intimo fluido spazio.

Il “nastro” consiste in una membrana traslucida con una struttura interna in acciaio sospesa a soffitto che si sviluppa seguendo un movimento ondulatorio costante.
Pannelli fonoassorbenti in acrilico trasparente, nascosti all’interno della membrana in corrispondenza del palcoscenico, riflettono e disperdono il suono.

La funzione del “nastro” risulta pertanto duplice: progettato per migliorare le prestazioni acustiche della sala da concerto, disegna al tempo stesso un originale involucro che abbraccia musicisti e pubblico in un intimo spazio.

Il movimento circolare della tensostruttura determina la suddivisione degli spazi, la cui connessione visuale viene scoperta gradualmente man mano che si attraversano le molteplici stratificazioni disegnate dal nastro.

L’installazione è stata progettata per essere trasportabile e quindi riutilizzabile per eventuali eventi futuri.
68 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La struttura, un piccolo e intimo spazio destinato alla rappresentazione delle sole opere musicali di Bach, rappresenta la versione contemporanea dell’antico salone in cui i mecenati del XVIII secolo ascoltavano la musica che avevano commissionato. Con una capacità di soli 192 posti a sedere, il padiglione musicale disegnato per Manchester dalla progettista anglo-irachena si presenta come “uno spazio dentro un altro spazio”.La struttura è disegnata da un enorme “nastro” che si avvolge a spirale...

    Project details
    • Year 2009
    • Work finished in 2009
    • Status Completed works
    • Type Concert Halls / Exhibitions /Installations
    • Websitehttp://www.zaha-hadid.com
    Lovers 68 users