CONCORSO DI IDEE - RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA DELLA CHIESA E VIE DI ACCESSO ALLA MEDESIMA NEL COMUNE

LE RELAZIONI RITROVATE - 4° CLASSIFICATO A PARI MERITO NOVATE MILANESE / Italy / 2009

6
6 Love 1,912 Visits Published
Spazio urbano e principi progettuali
Il concetto di spazio urbano secondo Rob Krier sottolinea due elementi fondamentali: la strada e la piazza, elementi dalle stesse qualità geometriche che si distinguono solo per dimensione e funzione. A tal punto si può ipotizzare che l’architettura diventa sfondo e supporto necessario per favorire un evento.
Progettare uno spazio tracciando su un foglio segni che diventeranno forme capaci di ospitare, bene o male, la vita dell'uomo non significa progettare una forma che tenti di imporre il suo dominio sulla vita, ma è la vita che domina l’architettura, intesa come capacità di prefigurare altri mondi possibili a favore di un diverso progetto.
Prima di parlare di trasformazione urbana o territoriale1 occorre sempre definire i limiti dell’intorno di cui ci si occupa intendendo l’area di progetto come parte della città relativa ad una certa massa e densità interna alla vita della città stessa. Nel tessuto urbano oggi sono riconoscibili due strutture: il primo dedicato al sistema infrastrutturale e agli elementi primari, il secondo dedicato ai quartieri e al loro rapporto con il territorio. Il riconoscere le parti di una città è il primo passo, essenziale, per le operazioni di composizione urbana.
Il Concept
Per riprogettare un’area, un isolato, ecc… occorre sviluppare non solo un elemento chiuso e fine a se stesso, ma laddove ve ne sia la possibilità ideare nuovi ruoli per strade, piazze, verde e parcheggi al fine di confezionare una soluzione convincente che abbia uno statuto disciplinare ben preciso seguendo le regole della città in cui si opera.
Come diceva Christian Norberg-Schulz nel suo “Genius loci” il luogo è visto come un sito con una precisa identità, sempre riconoscibile, con caratteri che possono essere eterni o mutevoli, distinzione tra luogo naturale e luogo artificiale, entrambi distinti nelle varie categorie.
L'architettura deve rispettare il luogo, integrarsi con esso, ascoltare cioé il suo genius loci senza con questo voler affermare che un luogo non ha una sola architettura possibile tuttavia l'architettura deve essere compatibile con il luogo.
Nell’esempio di Plecnik a Praga, anche se un po’ romantico, egli suggerisce per l’ingresso al castello una soluzione neoclassica, una scala circolare concava-convessa che accede al verde costruito e sopraelevato.
La stessa metafora apogea, seppur in un luogo e contesto diverso, è stata adottata anche da Dominique Perrault nella piazza della chiesa e piazza Gramsci a Cinisello Balsamo. La soluzione contraddistingue il sagrato in pietra bianca dal cemento grigio chiaro della piazza, entrambe le funzioni rimangono sopraelevate rispetto alla quota della strada.
Lo studio architettonico adottato nel progetto del presente concorso mira alla ricerca di una terza via tra spazi pubblici e privati, ad una compenetrazione di funzioni che si dissolvono negli spazi senza trasmigrare in concetti e soluzioni estranee al carattere del luogo, peraltro ormai consolidato.
6 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    Spazio urbano e principi progettualiIl concetto di spazio urbano secondo Rob Krier sottolinea due elementi fondamentali: la strada e la piazza, elementi dalle stesse qualità geometriche che si distinguono solo per dimensione e funzione. A tal punto si può ipotizzare che l’architettura diventa sfondo e supporto necessario per favorire un evento.Progettare uno spazio tracciando su un foglio segni che diventeranno forme capaci di ospitare, bene o male, la vita dell'uomo non significa progettare...

    Project details
    • Year 2009
    • Client COMUNE DI NOVATE MILANESE
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Furniture / Parking facilities / Restoration of old town centres / Monuments
    Archilovers On Instagram
    Lovers 6 users