Appartamento signorile a Roma/Parioli

Trasformare un appartamento dell'ATER anni '30 preservandone il carattere "storico" Rome / Italy / 2017

2
2 Love 1,409 Visits Published

LA COMMITTENZA E LO STATO DI FATTO
L'appartamento, residuo di un intervento puntuale degli anni '30 per opera dell'Ater, nel quartiere Parioli di Roma, è stato oggetto d'acquisto da parte di una giovane coppia in carriera, che desideravano da tempo vivere in uno spazio  loro più congeniale e calzante rispetto il proprio stile di vita.
Lo stato di fatto, rimasto immutato per oltre 85 anni (significative sono state le verifiche preliminari di legittimità, con l'acquisizione di documenti originali depositati presso L'Archivio Storico Capitolino e riguardante il progetto dell'intero complesso), si presentava nella successione di ampi ampi spazi di servizio (spoporzionati ruispetti al loro impiego meramente utilitario e di collegamento) che smistavano una batteria di 4 stanze lato stradale (un probabile soggiorno/studio, una zona pranzo, un'ampia cucina abitabile, una generosa camera padronale angolare) da una parte e servizi e spazi complementari dall'altra (lato chiostrina): gli ambienti stupiscono subito per la qualità di luce naturale e per la tipica impronta planimetrica allungata.

IL PROGETTO
Lo scopo del progetto è quello di valorizzare l'ampia metratura a disposizione (oltre 90 mq calpestabili), riorganizzando i disimpegni e riarmonizzando e riproporzionando le metrature, suddividendo una importante zona giorno ed una riservata zona notte con due camere.

Con alcuni spostamenti e l'eliminazione di una partizione che divideva il soggiorno dalla zona pranzo, è stato possibile annettere e connettere i due spazi in un'unico ambiente "aperto" alle due funzioni, laddove la presenza degli affacci finestrati (finestre dalle dimensioni di vere e proprie porte finestre!) e del setto in muratura di spina letteralmente bucato da passaggi preesistenti, costituivano una vera e propria quinta spaziale. La suddivisione degli spazi originali è rimarcata dal mantenimento e distribuzione delle funzioni (zona giorno e zona pranzo), che attraverso il mobilio e l'accento di un lieve e raffinato abbassamento del soffitto, caratterizzano la lettura dell'impianto preesistente nel nuovo living.

Il lungo corridoio di distribuzione è stato eliminato quasi completamente per lasciare posto a due disimpegni, orientati secondo uno schema che dona dinamicità e completezza alla loro funzione distributiva. La zona dei servizi è confinata nella posizione preesistente (anche per questione di ottimizzazione impiantistica oltre che esigenze di relegare le funzioni di servizio nella porzione meno privilegiata: qui (spazio ridisegnato del vecchio bagno e dei ripostigli) trovano posto due bagni in aderenza in cui uno dotato di finestra sulla chiostrina, mentre l'altro ricevente luce naturale da una apertura vetrata fissa posta appena sopra le docce.
Lo spazio dedicato all'angolo cottura (per ricavare una seconda doverosa ed utilissima cameretta) è anch'esso ritagliato nel residuo del vecchio disimpegno, ottimizzando le funzioni nell'ottica dello sfruttamento totale degli spazi.

Qualità ed amplificazione dello spazio e degli elementi caratteristici della preesistenza sono stati resi possibili concependo la spina centrale come un vero e proprio setto architettonico che tagli in due l'appartamento ed enfatizza l'impatto prospettico perdendosi oltre il nuovo divisorio-boiserie della zona pranzo caratterizzato dall'ultima anta a scomparsa che immette direttamente nel disimpegno della zona notte.
Palchettoni pensati come veri e propri ripostigli orizzonatli, estendono le capacità di storage della casa di per sè amplificate dalla progettazione di arredi su misura integrati nell'involucro architettonico, come finte boiserie e pannellature a scomparsa, mascherando la funzione contenitiva in favore di una migliore proporzione dello spazio di passaggio: il disimpegno della zona servizi diviene una scatola architettonica cielo-terra giocata sui toni ed essenza del rovere color miele e laddove la scelta di pannelli filomuro per le porte a battente, donano un carattere vibrante e raffinato allo schema funzionale, rafforzato da spot luminosi che scandiscono l'orientamento avvolgente.

La zona notte, confinata nell'angolo più a Est, riserva una ulteriore sorpresa: il nuovo disimpegno si sdoppia, passando attraverso il varco preesistente e diviene una ulteriore zona di passaggio dove armadiature a tutt'altezza definiscono nuove soluzioni contenitive e nascondo l'ingresso alla cameretta, lasciando visibile l'accesso alla camera padrolane, laddove il setto piega a costituire l'angolo di testata. Lo spazio è definito dalla stranezza dell'impianto irregolare che conferisce già carattere prospettico-visuale alla stanza dotata di due grandi aperture.

2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    LA COMMITTENZA E LO STATO DI FATTOL'appartamento, residuo di un intervento puntuale degli anni '30 per opera dell'Ater, nel quartiere Parioli di Roma, è stato oggetto d'acquisto da parte di una giovane coppia in carriera, che desideravano da tempo vivere in uno spazio  loro più congeniale e calzante rispetto il proprio stile di vita.Lo stato di fatto, rimasto immutato per oltre 85 anni (significative sono state le verifiche preliminari di legittimità, con...

    Project details
    • Year 2017
    • Work started in 2016
    • Work finished in 2017
    • Main structure Masonry
    • Client V. Gialanella
    • Contractor Edilteo s.r.l.
    • Cost 77.000€
    • Status Completed works
    • Type Apartments / Interior Design / Custom Furniture / Lighting Design / Recovery/Restoration of Historic Buildings / Furniture design / Refurbishment of apartments / Building Recovery and Renewal
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users