CITTANOVA 2000

1° premio - Concorso Internazionale per la cessione dell'area e la realizzazione di un quertiere commerciale e produttivo Modena / Italy / 2006

0
0 Love 4,163 Visits Published
BASTIONI E PORTE D’INGRESSO PER LA “CITTÀ NUOVA”
Gli obiettivi teorici e pratici del progetto
Le linee progettuali individuate dallo studio di architettura Mario Bellini Associati di Milano per Cittanova 2000 hanno puntato ad una serie di obiettivi, principalmente a garantire un radicamento degli insediamenti sul territorio e a fornire elementi che assicurassero una riconoscibilità e compiutezza dell’intervento.

Il “Radicamento” nel territorio
Per il radicamento sul territorio lo studio Bellini ha individuato la soluzione di tre vere e proprie porte d’accesso alla ‘Città nuova”, che si chiameranno “Porta Orientale”, “Porta Occidentale” e “Porta Settentrionale”, tre ingressi che costituiscono la struttura portante della viabilità dell’area. In nessun caso questi assi costituiscono una strada di attraversamento dell’insediamento da parte a parte: il traffico automobilistico è stato volutamente escluso dal perimetro più interno del progetto. Le automobili oltrepassano le porte della Città Nuova solo per avere l’accesso ai parcheggi. Questi assi sono invece l’accesso pedonale al cuore verde di Cittanova 2000 che, posto al centro del progetto come un grande giardino protetto, viene offerto alla fruizione pubblica della gente.

Riconoscibilità dell’intervento: le città bastionate
Sul fronte della riconoscibilità dell’intervento, si è invece puntato alla ricerca di immagini familiari, ricorrendo quindi alle immagini delle città bastionate che, con la loro precisa geometria, si presentano come un tema largamente familiare, risolvendo in questo modo in termini architettonici “riconoscibili” il problema della grande quantità di parcheggi richiesti dagli standard urbanistici per l’area (circa 4000 posti auto, di cui 1000 a raso, di uso pubblico) e riconformare e delimitare un “luogo” piuttosto che allineare edifici.
Il sistema dei bastioni accoglie al suo interno due piani di parcheggi coperti, il primo con accesso diretto dal piano stradale e il secondo a una quota di tre metri e mezzo sotto lo stesso piano, riducendo la quantità di parcheggi a raso e creando un sistema di spazi verdi soprelevati a margine di separazione tra il giardino interno e gli edifici. Su questi stessi bastioni sono costruiti gli edifici destinati ad ospitare le attività produttive, caratterizzati da un’architettura pensata in funzione dei due diversi affacci di cui godono: verso la strada la facciata è segnata da grandi tagli orizzontali aperti nella muratura di mattoni, che rinforzano e ribadiscono la natura “solida” che Bellini ha voluto dare all’insediamento. Verso l’interno, invece, la muratura si riduce ad una cornice che delimita e racchiude una grande superficie totalmente vetrata, che permette al verde del giardino sul quale affacciano di irrompere all’interno degli edifici.
L’accesso agli edifici avviene utilizzando sia le hall ricavate nella porzione di edificio che arriva fino a livello del piano stradale, sia utilizzando il comodo sistema di rampe inclinate. Queste stesse rampe fanno si che la sommità dei bastioni sia a tutti gli effetti uno spazio pubblico facilmente raggiungibile, sul quale poter camminare senza interferenze con il traffico automobilistico e lungo il quale trovare sia gli accessi agli edifici per uffici, sia servizi pubblici come bar, self-service, sportelli bancari, kindergarten, etc. Da questo livello si può inoltre raggiungere senza soluzione di continuità il giardino – immaginato come una piccola “valle” protetta – oppure la piazza principale

Centralità degli spazi pubblici: Piazza e Giardino
I luoghi pubblici del progetto - la Piazza e il Giardino - sono strettamente collegati tra loro e sono posti nel baricentro dell’intero comparto di Cittanova.
Come in molte delle piazze storiche del nostro paese, elemento caratterizzante della piazza di Cittanova 2000 è il suo essere costituita da due parti distinte: due spazi ognuno dei quali ben definito e complementare all’altro, come avviene ad esempio a Verona nel caso di Piazza delle Erbe e Piazza della Frutta.
La piazza di Cittanova aspira ad essere ciò che sempre deve essere una piazza: un luogo di riferimento, un’ articolazione di ambienti culturali, produttivi e commerciali che sono il fondamento di ogni realtà urbana.
Il Centro Congressi, l’Albergo, ma soprattutto la nuova sede della Camera di Commercio con la Borsa Merci, la Galleria Agroalimentare e la Galleria dell’innovazione tecnologica, – tutte funzioni presenti negli edifici che delimitano la piazza - esaltano il rapporto con le eccellenze Modenesi, e ambiscono a costruire una diretta relazione con il centro della città storica grazie anche alla futura linea metropolitana che connetterà il centro di Modena con Cittanova, una vera e propria “piccola città” che, in piena attività, potrà vedere la contemporanea presenza di quasi 10.000 persone.
Lo spazio centrale dell’area di progetto, cinto dal perimetro dei bastioni, è stato fin dall’inizio pensato da Bellini come un giardino, una sorta di “Cuore Verde” del progetto. Una linea ellittica determina l’andamento generale del giardino che parte dal livello del piano stradale in prossimità del bacino d’acqua, e arriva ad un’altezza di tre metri e mezzo, con un’ellisse che tange le punte più avanzate del sistema dei bastioni.
Da questa quota alcuni ponticelli connettono direttamente i bastioni con il giardino e le curve di livello tornano ad abbassarsi fino a raggiungere di nuovo il piano stradale in prossimità del “piede” dei bastioni. Qui si trova una strada pedonale che – seguendo la geometria dei bastioni e costeggiando il “fossato” interno che dà aria al sistema sotterraneo dei garage, consente il giro completo delle “mura interne”.
Il disegno di questo giardino cinto da una corona di edifici, è arricchito da una serie di dolci rilievi disposti in modo da offrire scorci di prospettive sempre nuovi e vari, sia dalla piazza, sia dalle strade di accesso.
0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    BASTIONI E PORTE D’INGRESSO PER LA “CITTÀ NUOVA” Gli obiettivi teorici e pratici del progetto Le linee progettuali individuate dallo studio di architettura Mario Bellini Associati di Milano per Cittanova 2000 hanno puntato ad una serie di obiettivi, principalmente a garantire un radicamento degli insediamenti sul territorio e a fornire elementi che assicurassero una riconoscibilità e compiutezza dell’intervento. Il “Radicamento” nel territorio Per il radicamento sul territorio lo studio...

    Archilovers On Instagram