Concorso nuova piazza di Corato

Corato / Italy / 2016

0
0 Love 862 Visits Published

1.Concept

Partendo da un’analisi dei luoghi e delle necessità della popolazione residente, la proposta di progetto si appoggia su una visione strategica dell’area e dell’abitato: una riqualificazione che vada di pari passo con la consapevolezza e presa di coscenza degli abitanti.

Individuata la centralità della piazza la proposta progettuale nasce spinta dal desiderio di dare alla città un'offerta culturale contemporanea. Fare della cultura, dell'intesse alla socializzazione e dell'interscambio il motivo d'essere della nuova piazza, che si basa sul concetto di abbacciare funzioni partecipative ed ecologiche. L’obiettivo è riportare la gente a muoversi, sostare, comprare, vivere lungo questa Piazza che collega trasversalmente il quartiere.

La riqualificazione architettonica complessiva va oltre i meri aspetti architettonici di operazioni d’arredo urbano per realizzare una trasformazione urbana condivisa con la popolazione.

 

2.Il Progetto urbano

Il progetto si propone di unificare, attraverso pochi elementi progettuali, le aree attualmente frammentate ricucendo la connessione del quartiere con la Città con  l' intenzione di vestire lo spazio oggetto di intervento di un volto nuovo e unico.  L’esigenza di conferire a questo volto un disegno urbanistico, architettonico e paesaggistico si confronta con la voglia che la città ha di crescere. Il sistema Piazza con la costruzione del nuovo Centro Culturale di aggregazione infatti, viene immaginato nel suo assetto globale come un’opera attrattiva, riconoscibile e soprattutto caratterizzante la stessa identità del luogo. Si è inteso fare in modo che chiunque viva, passeggi o anche solo attraversi questi spazi, ne percepisca immediatamente gli ambiti e i suoi confini.

Per il disegno dei percorsi si è cercato di garantire  la massima attraversabilità/connettività tra le parti.

Lo studio dei flussi pedonali ha permesso di inviduare tre diversi sistemi di Luoghi. L'accesso principale da Viale Arno è un canocchiale verso  l'Area che individua una Piazza urbana, aperta alla città e con vocazione multifunzionale.  Sul lato ma in continuità con l'altra si apre un luogo più intimo, dal carattere introverso figlio delle funzioni del leggere, del comunicare e del condividere derivanti dal Centro Culturale che è il cuore dell' Area. Il percorso pedonale diagonale è un nastro che sale per poi riscendere, pensato come una passeggiata esperienziale fra diversi aspetti di una stessa Piazza, che collegando i due principali accessi pedonali all'area si apre al centro creando uno slargo: una piccola piazza di riposo sopraelevata. La via diagonale con I suoi spigoli e linee dritte crea percorsi e punti di vista su tutti gli elementi progettuali, ed è dunque per sua vocazione l'elemento di cucitura fra la parte urbana e quella a verde. Quest'ultima, una piccola collina, è l'elemento caratterizzante della parte superiore della Piazza, un nuovo polmone verde per la città. E' tuttavia un luogo ricco di funzioni che si intrecciano con le richieste dell'intorno: l'orto messo a disposizione dell'antistante Centro Anziani, l'area giochi per bambini immersa nel verde e ricca di stimoli, dei piccoli boschetti studiati come luoghi per lo stare, silenziosi e lontani dal traffico. Immerso nel verde, in perfetta contiguità con il percoso principale e così quindi facilmente accessibile e fruibile si trova l'Auditorium che discendendo poi verso il Centro Culturale nè rappresenta un'appendice “verde”.  Tutti le funzioni e le possibili attiività che si potranno svolgere nei diversi luoghi della nuova Piazza e nel Centro Culturale (letture, eventi teatrali, concerti, esposizioni, installazioni, mercatini ...) garantiscono una costante vitalità del luogo e quindi un elevato grado di sicurezza.

La fruibilità diventa efficace perché efficace diventa l’integrazione fra i diversi ambiti.

 

3.La scelta strutturale

Gli interventi infrastrutturali pubblici già previsti dal Pruacs che prevedono la realizzazione di nuova edilizia residenziale eco-sostenibile e centro anziani hanno dettato fortemente la scelta progettuale. Dalla necessità pratica delle lavorazioni edili ed urbanistiche che tali interventi richiedono ha preso forma il progetto di questa nuova piazza attrezzata.

La terra estratta, infatti, diventa inesorabilmente ‘materiale di scarto’ e finisce in aree recintate e isolate, sottratta ad ogni possibile utilizzo alternativo tuttavia potrebbe essere ‘riciclata’ in svariate modalità, con notevole risparmio economico per le imprese ed enormi vantaggi ambientali e sociali. Dunque l'andamento leggermete ondulato che si è voluto dare alla Piazza deriva dall'ottica di riutilizzo della terra di scavo di sopradetti lavori. Le operazioni di scavo e riportio diventerebbe più agevole in quanto non è necessario portare in un sito distante tutta la terra di scavo, ma gran parte di essa potrebbe essere riutilizzata praticamente in loco garantendo un minor costo ed un contenuto impatto ambientale.

0 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    1.ConceptPartendo da un’analisi dei luoghi e delle necessità della popolazione residente, la proposta di progetto si appoggia su una visione strategica dell’area e dell’abitato: una riqualificazione che vada di pari passo con la consapevolezza e presa di coscenza degli abitanti.Individuata la centralità della piazza la proposta progettuale nasce spinta dal desiderio di dare alla città un'offerta culturale contemporanea. Fare della cultura, dell'intesse alla socializzazione e dell'interscambio...

    Project details
    • Year 2016
    • Status Competition works
    • Type Parks, Public Gardens / Public Squares / Urban Furniture
    Archilovers On Instagram