Riqualificazione di Piazza della Repubblica

Varese / Italy / 2015

1
1 Love 569 Visits Published

La nuova piazza dei Mercati (coabitano in essa il Centro Commerciale, costruito negli
anni ’90 e la nuova Biblioteca Civica, luogo di scambio della conoscenza) non si adatta
semplicemente al contesto, ma lo ricompone conferendo struttura, orientamenti e
principi ordinatori allo spazio pubblico; partendo dall’attuale livello di via Magenta
l’andamento del suolo prima definisce un ampio parterre e poi, ripiegandosi e
modellandosi, raccorda gradualmente le quote altimetriche sino a raggiungere via
Bizzozero con un’unica rampa/giardino. La nuova piazza mette in relazione e assicura
continuità all’articolato sistema di spazi verdi e edifici esistenti collegandolo anche
fisicamente con il resto della città e il suo sistema infrastrutturale in direzione Nord.
Secondo la direttrice sudest/nordovest, la nuova piazza si estende, continua e
complanare, con un’unica quota orizzontale, due bande miste (verde/pavimento) la
isolano dal traffico automobilistico e schermano l’accesso al parcheggio interrato. La
rampa-giardino conferisce forma regolare e limita il nuovo spazio pubblico in stretta
relazione con la biblioteca ponendo in secondo piano gli edifici lungo il fronte Sud di via
Bizzozero. La piazza dei Mercati, intagliata dalle isole dei patii collegati ai parcheggi
sottostanti, si trasforma in uno spazio pubblico comunicante grazie all’ausilio delle
strutture metalliche cilindriche che le sormontano. Aumentate di numero rispetto alle
esigenze delle forature esistenti e variate per diametro (ma dall’altezza costante), queste
MEDIA TOWER definiscono il carattere contemporaneo dello spazio urbano e diventano
supporto per la comunicazione pubblica e commerciale, per il sistema di illuminazione
led e di ogni altro dispositivo necessario per il monitoraggio visivo e ambientale dello
spazio circostante.


La nuova biblioteca, collocata nell’edificio della ex caserma, si adatta ai nuovi ambienti
con interventi minimali e senza interferire con la già precaria struttura tipologico-muraria
dell’impianto originale. La sequenza di stanze allineate lungo il corridoio prospiciente il
giardino ospita le necessarie attività impegnando gli ambienti esistenti con moduli
funzionali predefiniti dall’ampia flessibilità. Il lato dell’edificio lungo via San Michele,
demolito per la realizzazione della nuova rampa di uscita dal parcheggio, sarà
ricostruito. Il linguaggio moderno adottato per la sua riedificazione ribadisce il carattere
contemporaneo dell’intero progetto e assegna alla nuova ‘protesi’ la funzione di porta di
accesso alla Biblioteca Civica. La forma planimetrica, determinata dall’allineamento
con via Bizzozero, taglia le aree della ex Caserma e offre alla città parte del suo
giardino. La piega assunta dal nuovo edificio libera l’area per la nuova rampa lungo via
San Michele che quindi risulta ‘a cielo aperto’ e amplia il collo d’oca corrispondente
all’innesto tra via Bizzozero e via San Michele. Il sistema di rampe carrabili e i flussi
veicolari qui concentrati e pericolosi per i pedoni si dirada per la nuova ampiezza
assegnata. E’ prevista inoltre, quale opzione ulteriore, una leggera passerella pedonale
per connettere direttamente il percorso in rilevato lungo il lato Nord di via Bizzozero con la
nuova biblioteca. Lungo via Pavesi è collocato l’ingresso di servizio per personale e
materiali oltre a una minima dotazione di volumi destinati alle centrali tecnologiche.
Alcuni degli interventi ipotizzati (le due nuove aule civiche, parte del camminamento
lungo via Bizzozero, la passerella sopraelevata di accesso alla biblioteca) possono essere
realizzati in fasi successive e con altri finanziamenti (in parte rivenienti dal Sub-Ambito 2)
senza che il progetto perda di funzionalità o di concretezza e mantenendo intatta la sua
visione del futuro di questa città.

1 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    La nuova piazza dei Mercati (coabitano in essa il Centro Commerciale, costruito neglianni ’90 e la nuova Biblioteca Civica, luogo di scambio della conoscenza) non si adattasemplicemente al contesto, ma lo ricompone conferendo struttura, orientamenti eprincipi ordinatori allo spazio pubblico; partendo dall’attuale livello di via Magental’andamento del suolo prima definisce un ampio parterre e poi, ripiegandosi emodellandosi, raccorda gradualmente le quote altimetriche sino a...

    Project details
    • Year 2015
    • Status Unrealised proposals
    • Type Public Squares / Urban Furniture / Military barracks, police and fire stations
    Archilovers On Instagram
    Lovers 1 users