Co-housing in autocostruzione "Cesanella"

Senigallia / Italy / 2016

2
2 Love 1,177 Visits Published

L’area oggetto del presente progetto è situata nell’immediata periferia Ovest della città di Senigallia. Essa è caratterizzata dalla presenza di un ex-complesso agricolo, realizzato intorno agli anni ’40 del secolo scorso, comprendente fabbricati ad uso agricolo ed abitativo inutilizzati da decenni ed ormai fatiscenti. Il complesso edilizio in questione, realizzato come azienda agricola, ha rappresentato un punto di riferimento per lo sviluppo del quartiere “Cesanella”, dal nome del vicino fiume Cesano. L’espansione edilizia degli anni Sessanta infatti si sviluppò lungo il reticolo, ancora esistente, degli ex orti di pertinenza dell’azienda agricola mentre gli edifici in questione, sempre meno operativi, vennero successivamente utilizzati per ospitare la comunità religiosa “Camminare insieme”.  Nel corso degli anni Ottanta, il nuovo quartiere Cesanella viene delimitato dal Piano per gli Insediamenti Produttivi (PIP) che  destinava l’area e i volumi in questione per attività di interesse collettivo al servizio delle aziende all’interno del PIP, fino alla Variante approvata con atto del C. n.252 del 21/09/1994 che per l’area in oggetto prevedeva “verde attrezzato” con servizi.


Il difficile decollo dell’area artigianale e il progressivo indebolimento funzionale e morfologico dell’area hanno determinato un processo di emarginazione  di questa parte di città, favorendo l’insediamento abitativo promiscuo e abusivo di famiglie extracomunitarie o socialmente disagiate.


L’area d’intervento è caratterizzata dalla presenza di diverse macchie di vegetazione (in parte naturale, in parte disordinatamente piantumata) costituita principalmente da querce, olmi, gelsi, cipressi. La vegetazione si addensa principalmente nei bordi Sud-Ovest e Nord-Ovest (lungo via Mattei e la zona industriale Nord) colmando gli spazi tra gli edifici esistenti e spesso invadendo l’area di sedime dei corpi parzialmente crollati.


Tale morfologia costituisce una caratterizzazione ormai consolidata dal punto di vista ambientale ed un vincolo morfologico per il nuovo intervento.


Altra caratteristica di questa parte di città è la dominante del reticolo ortogonale tra via Mattei e la strada statale che, derivante dall’antica maglia poderale degli orti e campi coltivati, ha generato il tracciato viario del quartiere, malamente recuperato dal PIP confinante.


La specificità funzionale dell’intervento residenziale comunitario in cohousing richiede d’altra parte una riconoscibilità d’immagine all’interno della configurazione urbana con una specifica gerarchia fra spazi aperti comunitari, spazi verdi d’uso privato e aggregazione tipologica delle singole unità immobiliari, senza tralasciare la necessità di una corretta esposizione anche per l’indispensabile presenza di fonti di energia solare.


Considerati i vincoli e le potenzialità presenti nell’area, dal punto di vista insediativo l’intervento viene così strutturato:


-         il fronte ‘urbano’ si attesta su via Corvi dove sono collocati gli ingressi principali  (pedonale e carrabile)  del complesso residenziale ed i due parcheggi pubblico e privato.


-         il fabbricato è organizzato con due corpi allungati ripiegati a 90 gradi, aperti verso lo spazio aperto centrale nel verde ed incernierati da un corpo d’angolo minore dove è collocata la sala collettiva ed il corpo dei servizi


-         lo slittamento verso il limite posto dall’ingombro del parcheggio pubblico su via Corvi consente il massimo allontanamento da via Mattei (dove viene ceduta una fascia per l’allargamento della stessa) e nello stesso tempo il mantenimento delle alberature esistenti


-         la conformazione ad “elle” del fabbricato consente l’orientamento della “corte aperta” verso Ovest che, considerata la funzione comunitaria dell’insediamento, produce uno spazio aperto con soleggiamento pomeridiano (nel momento del rientro delle famiglie) anche se temperato dall’ombreggiamento delle alberature ad alto fusto


-         la disposizione dei due corpi di fabbrica consente nello stesso tempo il corretto posizionamento sopra di essi di pannelli solari con orientamento Sud-Est e Sud-Ovest


 


Dal punto di vista tipologico i due corpi di fabbrica principali sono aggregati “a schiera” con appartamenti al piano terra che hanno accessibilità da un piccolo giardino privato e appartamenti al piano primo distribuiti da una scala che serve  ciascuna due appartamenti.


Il Corpo 1 parallelo a via Corvi è composto da 12 appartamenti (6 al piano terra e 6 al piano primo), mentre il Corpo 2 ortogonale al primo, sul lato Sud-Est del lotto, contiene 8 appartamenti (4 al piano terra e 4 al piano primo). Il piccolo Corpo 3 di un solo piano che raccorda i primi due si pone come cerniera architettonicamente connotata come fulcro della composizione e contiene la sala condominiale per l’incontro delle famiglie e per le occasioni conviviali. Nella parte esterna di tale corpo sono collocati la centrale termica ed i vani tecnici, in posizione adeguata per la distribuzione dell’impiantistica.


 


All’interno dell’area verde viene mantenuto un corpo di fabbrica preesistente  che viste le condizioni strutturali (che necessitano di un semplice consolidamento) e la posizione nel verde può essere utilizzato come deposito e per attività comuni di bricolage ecc., e dunque a servizio delle dotazioni collettive private pertinenziali all’organismo abitativo, come da indice UFp.


 


Dal punto di vista architettonico i due corpi di fabbrica principali si presentano molto sobri e lineari, coperti con tetto piano non praticabile e con la caratterizzazione delle porzioni di falde inclinate per l’alloggiamento dei pannelli solari che consentono un innalzamento dell’altezza delle zone giorno al piano primo e marcano, soprattutto nel Corpo 2, dei portali di copertura delle zone d’ingresso delle unità immobiliari.


 


Dal punto di vista distributivo si è posta attenzione alla massima chiarezza e distinzione dei vari percorsi.


Per quanto riguarda il sistema costruttivo l’edificio sarà realizzato con struttura in legno X-lam su un piano di fondazione costituito da travi rovesce con solaio in latero-cemento al piano terra, che consente la realizzazione di un vespaio aerato.

2 users love this project
Comments
    comment
    Enlarge image

    L’area oggetto del presente progetto è situata nell’immediata periferia Ovest della città di Senigallia. Essa è caratterizzata dalla presenza di un ex-complesso agricolo, realizzato intorno agli anni ’40 del secolo scorso, comprendente fabbricati ad uso agricolo ed abitativo inutilizzati da decenni ed ormai fatiscenti. Il complesso edilizio in questione, realizzato come azienda agricola, ha rappresentato un punto di riferimento per lo sviluppo del...

    Project details
    • Year 2016
    • Main structure Wood
    • Client Cooperativa Edilizia Cesanella
    • Status Current works
    • Type Apartments / Social Housing
    Archilovers On Instagram
    Lovers 2 users